marea-nera-Ottime notizie, pur restando nella tragedia, arrivano per la risoluzione dell’inquinamento dell’acqua a causa di riversamenti in mare di petrolio o simili.

Grazie ad un particolare sapone magnetico, messo a punto da un team di ricercatori inglesi dell’Università di Bristol, sarà possibile ripulire gli oceani dalle maree nere e dal petrolio. Com’è possibile? Tutto grazie all’arricchimento di molecole di ferro che possono controllare e sfruttare le tensioni di un campo magnetico.

Il detergente, una volta sciolto nell’acqua, permette la raccolta di oli e può essere rimosso sfruttando l’energia delle calamite. Si tratta di uan vera e propria rivoluzione che potrebbe andare a colmare la lacuna delle altre soluzioni tensioattive che, se applicate in larga scala, possono davvero provocare dei danni irreparabili all’ambiente, più di quelli che riescono a risolvere.

Il sapone magnetico potrebbe presto rivoluzionare anche l’industria e le nostre case.