Home Tags Rinnovabili

Tag: rinnovabili

Greenpeace e il cloud computing ecco le aziende che inquinano

0

Il termine cloud computing, ovvero nuvola informatica, indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio offerto da un provider al cliente, di memorizzare/archiviare e/o elaborare dati grazie all’utilizzo di risorse hardware/software distribuite e virtualizzate in Rete.

Greenpeace ha analizzato 14 aziende di servizi informatici per verificare la loro eco-compatibilità. Già perchè più dati condividiamo più grandi devono essere i server e più corrente dobbiamo utilizzare per alimentarli. Lo sviluppo in massa del cloud computing fa crescere la domanda di elettricitá da fonti energetiche sporche e pericolose quali carbone e nucleare.

Incentivi rinnovabili, proroga per le detrazioni al 55%

0

Il nuovo Governo con la manovra finanziaria salva- Italia ha confermato le detrazioni del 55% sulle efficienze energetiche.

Per ora le detrazioni sono solo state prorogate ma presto verranno rese strutturali. Soddisfatte le associazioni dei consumatori e soprattutto il Segretario Generale Adiconsum, Pietro Giordano, che ha parlato di piena soddisfazione per la proroga ma ha parlato anche di una serie di misure utili per stabilizzare gli incentivi e per pianificare nuovi interventi.

Secondo i dati Enea in 4 anni su 1 milione di interventi pari a 10 miliardi di euro di investimenti, c’è stato un risparmio energetico pari a 5000/6000 GWh all’ anno per il 2010 e, inoltre, sono stati 50.000 i posti di lavoro creati ogni anno dalle energie rinnovabili.

Rinnovabili, Google rinuncia per risparmiare

0
Google punta nuovamente a Yahoo! e per cercare di fare cassa tenta di risparmiare tagliando via i rami secchi. Indovinate partendo sa cosa? Proprio dalle rinnovabili.
 
Uno dei primi progetti a chiudere è proprio il progetto Renewable Energy Cheaper than Coal che era stato lanciato nel 2007 proprio per rendere le energie rinnovabili competitive in confronto alle energie tradizionali con l’ obiettivo di ridurre i costi dei pannelli solari del 25%. A quanto pare però il progetto è fallito e Big B ha deciso, dopo un investimento di oltre 850 milioni di dollari, di chiudere la sezione ma non di ritirare i suoi finanziamenti.
 
Insieme alle energie rinnovabili Google dovrà liberarsi di altre zavorre che non permettono una concentrazione delle energie verso quelle che sono le sue reali finalità del momento: TV e dispositivi mobili.