Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Jung

Tag: jung

Sei una pecora nera? In realtà sei un tesoro per il tuo albero genealogico

0
spirito libero

Avrai sicuramente letto su Facebook la citazione di Bert Hellinger, il noto psicologo e studioso delle costellazioni familiari, sulle pecore nere che sta girando molto in questi giorni e che afferma:

Coloro che sono chiamate “Pecore Nere” della famiglia sono in realtà cercatori di cammini di liberazione per l’albero genealogico. Quei membri dell’albero che non si adattano alle norme o alle tradizioni del Sistema Familiare, coloro che fin da piccoli cercano costantemente di rivoluzionare le credenze, andando contromano ai cammini segnati dalle tradizioni familiari, quelli criticati, giudicati e anche rifiutati, loro, generalmente sono chiamati a liberare l’albero dalla storie che si ripetono e frustrano generazioni intere…

Viaggio sciamanico: 5 cose che devi sapere prima di cominciare

0
viaggio sciamanico

Sul viaggio sciamanico, si potrebbero scrivere enciclopedie ma il miglior modo di conoscerlo è sperimentarlo in prima persona perché spesso si vivono delle esperienze che vanno al di là delle parole, al di là dei concetti normalmente intelligibili.

donna tribale

Hai presente quei sogni strani che non riesci a spiegare, dove le forme, i colori e le sensazioni si trasformano in modo assurdo e che da sveglio sono impossibili da descrivere?

La personalità più rara al mondo? È quella del sostenitore (INFJ)

0

Durante la sua lunga carriera, Carl G. Jung individuò alcuni tipi psicologici che si muovevano secondo alcuni assi: l’asse ragionamento – sentimento, quello intuizione- sensazione e infine l’asse introversione- estroversione dando luogo, secondo Jung ad 8 archetipi di personalità.

Il suo studio sulla personalità si è evoluto col tempo nell’indicatore Myers- Briggs che aggiunse un quarto asse: l’asse di giudizio- percezione, per giungere alle 16 personalità individuate fin’oggi e utilizzate sopratutto negli atenei anglosassoni per indirizzare con maggiore beneficio gli studenti nel percorso di studio più adatto nel permettere a loro di esprimere le loro capacità innate.

Cos’è la Libertà in Amore?

0
libertà in amore

Anni fa ero convinta che l’amore non potesse esistere senza gelosia. Avendo uno spirito tragico-romantico ho sempre avuto un’idea contorta dell’amore, passionale e dolorosa. A quel tempo mi capitò sott’occhio una citazione di Carl Gustav Jung riguardante la gelosia, in cui lo psicoanalista la descriveva come antitetica all’amore. Ne rimasi colpita ma anche infastidita.

Sono trascorsi anni da allora ma non ho dimenticato le parole di Jung e oggi le trovo veritiere. Perché la gelosia e tutto ciò che, in amore, ha a che fare con la possessione dell’altro ha ben poco a che vedere con questo sfaccettato sentimento. Che non è facile da gestire, non è tutto rose e fiori, ma sicuramente è ben lontano dalla prigionia.

Coincidenze: Gli Eventi che Accadono non Avvengono per Puro Caso

0
coincidenze

Caso o coincidenze significative? Negli ultimi tempi si parla sempre più spesso di coincidenze e sincronicità, termine coniato da Carl Gustav Jung, e in definitiva della possibilità che gli eventi che ci accadono non avvengano per puro caso. Io sono del parere che ognuno di noi debba seguire la propria strada e che sia inutile sforzarsi di trovare misteriose corrispondenze, sebbene ogni cosa possa essere guardata con occhi diversi.

Cosa sono Realmente le Coincidenze?

0
coincidenze

Caso o coincidenze? Si è a lungo dibattuto sull’argomento e non è semplice districarsi tra le tante teorie. Penso che ognuno di noi abbia il diritto di pensarla a modo proprio e nulla sia vero in assoluto. La realtà cambia a seconda dei punti di vista. Per quanto mi riguarda ritengo che le coincidenze esistano ma non tutto sia riconducibile ad esse.

Sull’argomento ho letto diversi libri e riflessioni tra cui il “Linguaggio segreto di segni e coincidenze” di Gian Marco Bragadin che, rifacendosi alla legge di sincronicità di Jung, raccoglie testimonianze a tema spiegando al lettore in che modo interpretare questi “segni”, anche i più banali come una multa.

La Proiezione: accusare gli altri di difetti che ci appartengono

0
Proiezione

Cos’è la Proiezione? Ne ha parlato a lungo Jung ma non è il solo: “tutto ciò che ci irrita negli altri, può portarci a capire noi stessi” diceva.

Il meccanismo della proiezione ci indurrebbe infatti a proiettare le caratteristiche scomode di noi stessi sulle persone circostanti. E quanto più quelle caratteristiche sono auto-censurate, tanto più fastidio procurano.

Supponiamo di non sopportare le persone aggressive… Secondo il meccanismo della proiezione l’aggressività in verità è nascosta in noi.

Per distinguerla da una normale avversione, basterebbe verificare quanto fastidio/odio/repulsione procura quel dato atteggiamento. Una reazione spropositata, secondo Jung, è sintomatica di una proiezione in corso.

Vocazione: Seguire la Propria Strada è Importante ma NON Significa Avere Successo

0
vocazione

Ogni vita non vissuta accumula rancore verso di noi, dentro di noi: moltiplica le presenze ostili. Così diventiamo spietati con noi stessi e con gli altri. Intorno a noi non vediamo che lotta, cediamo e soccombiamo alle perfide lusinghe dell’invidia. Si dice bene che l’invidia accechi il nostro sguardo è saturo delle vite degli altri, noi scompariamo dal nostro orizzonte. La vita che è stata perduta, all’ultimo, mi si rivolterà contro.” (C.G.Jung, citato in “Jung parla. Interviste ed incontri”, Adelphi, Milano, 1999)

Vocazione. Realizzazione. Successo. Reputazione. Fama. Concetti diversi confusi tra loro. Il raggiungimento del successo/fama/realizzazione dipende dall’aver imboccato la strada giusta specchio della nostra essenza/vocazione?

L’altruismo: cos’è e cosa non è secondo Jung

0
altruismo

Cos’è l’altruismo? La definizione del dizionario è la seguente: “amore verso gli altri, comprensione dei bisogni altrui.” Ma come si fa ad aiutare gli altri? E’ possibile riuscirci se prima non aiutiamo noi stessi?

Carl Gustav Jung invitava l’uomo ad agire su di sé prima che sul mondo circostante perché il vero altruismo non può prescindere da uno stato interiore di “serenità“. Chi sta bene sa dare. Concetto interessante ma spesso travisato al fine di giustificare un atteggiamento di distacco dalla realtà che ha molto più a che fare con l’individualismo.

La Torre di Bollingen: quando la casa è specchio dell’interiorità

0

Simbolicamente la casa rappresenta noi stessi, non solo a livello superficiale. Il fatto di prediligere, per esempio, i piani alti piuttosto che le case con giardini o quelle dotate di scale interne non è casuale. Ora, detta così può sembrare una sciocchezza e le teorie new age di certo non bastano per convincerci della sua veridicità. Ma quando a dirlo è un personaggio del calibro di Carl Gustav Jung, tutto cambia. Senza contare l’importanza e il significato della casa onirica, che è per l’appunto simbolo di noi stessi così come la scoperta di nuove stanze rappresenta la scoperta di nuove stanze interiori.