Home Tags Energia

Tag: energia

Ricarico l’iPhone col pallone, ecco come [video]

0

Fornire elettricità giocando a pallone…. Si può fare!!! Con Soccket è possibile avere sempre una batteria a portata di mano, basta palleggiare un po’ e il gioco è fatto, la palla accumula l’energia cinetica e la trasforma in energia elettrica.

Il pallone è un normalissimo pallone di dimensioni regolamentari, ricoperto con una schiuma impermeabile morbida al tatto e molto resistente, non si fora e non si sgonfia e pesa solo qualche grammo in più di un normale pallone.

 

Soccket è stato creato e testato a New York ed ora è utilizzato in Nord America, Sud America e Africa, con piani di espansione importanti.

Elettricità prodotta dalle urine

2

Non sono ricercatori famosi o studiosi mondiali ma 4 ragazze africane dai 14 ai 15 anni d’età. Si chiamano  Duro-Aina Adebola, Akindele Abiola , Faleke Oluwatoyin e Bello Eniola e la loro voglia di pensare e creare ha dato vita ad un prodotto ecologico ed innovativo: un generatore che è in grado di produrre sei ore di elettricità con un litro di urina.

Un’invenzione davvero geniale che rende uno scarto umano (la pipì) una risorsa energetica! Di conseguenza questa fonte di energia si rinnova a costo zero e senza produrre inquinamento!

Ma come funziona concretamente questa idea?

Pacemaker senza batterie: così diminuiscono le operazioni

1

E’ in arrivo un pacemaker davvero all’avanguardia: non avrà batterie ma sarà in grado di convertire l’energia proveniente dai battiti cardiaci.

L’idea e la realizzazione del prototipo è stata dell’Università del Michigan (Usa) che ha presentato il progetto al congresso dell’Amercian Heart Association.

Un vero passo in avanti. Pensate, infatti, che in media sono necessarie 7 operazioni chirurgiche nella vita di una persona dotata di pacemaker al cuore solamente per cambiare le pile del dispositivo.

10 modi per cucinare e aiutare il nostro pianeta

0
Ho trovato un articolo interessantissimo sul sito del WWF – OnePlanetFoode lo voglio condividere con voi proprio perchè il nostro Pianeta sta cambiando e noi dobbiamo fare qualcosa. Questi 10 piccoli passi non sono passi da gigante, possono essere fatti da tutti e sono sicuramente importanti non solo per il Pianeta ma anche per la nostra salute.Il cibo è inutile negarlo, ha una grande responsabilità sulla decadenza del Pianeta, sia da come si produce a come si consuma. Quindi dovremmo metterci molta attenzione alla qualità, alla quantità e alla tipologia dello stesso, perchè sono tutte caratteristiche che influiscono molto sia sulla nostra salute che sulla salute dell’ambiente.

Questo significa che è necessario scegliere ogni giorno un’alimentazione che sia sostenibile per il nostro pianeta e fonte di benessere per gli individui sempre più affetti da malattie legate a una cattiva o eccessiva alimentazione.

Nanogarofani per accumulare energia

0

Un fiore come il garofano utilizzato per immagazzinare l’energia nelle batterie al litio o per assorbire la luce nei pannelli solari, non è un film di fantascienza ma è quello che potrebbe succedere tra qualche anno.

I ricercatori dell’Università della North Carolina (Usa) hanno creato delle strutture simili a fiori di garofani, i cui petali sottilissimi sono fatti di solfuro di germanio (GeS), un materiale semiconduttore che sviluppa una superficie enorme nonostante siano piccolissimi, il materiale simile alla grafite, per la sua struttura atomica, lo rende molto interessante per l’utilizzo nelle celle solari anche perché è relativamente poco costoso e non è tossico. Al contrario di molti dei materiali attualmente utilizzati nelle celle solari che sono costosi ed estremamente tossici.

Enersolar+ 2012, la manifestazione dedicata alle energie ecosostenibili

0

Dopo il grande successo dell’anno scorso la manifestazione di enenergie ecosostenibili tornerà a ottobre a fieramilano, Rho.

Dal 24 al 26 ottobre si terrà a Milano l’evento Enersolar+ 2012 dedicato all’energia solare, fotovoltaica e termica, dalle tecnologie fotovoltaiche (PV Tech 2012), agli inverter fotovoltaici (Invex 2012). Ma non solo, saranno protagoniste anche energie rinnovabili alternative quali cogenerazione, biogas, idroelettrico, legno e biomasse, geotermia,biocarburanti.

Ancora una volta le rinnovabili, e in particolare il fotovoltaico, confermano la loro dinamicità – dichiara Marco Pinetti, presidente di Artenergy PublishingIn questo contesto, EnerSolar+ 2012 si propone come una grande opportunità per tutti gli operatori del settore che a Milano, nel ‘cuore’ dell’economia italiana, potranno non solo dare un ulteriore slancio alla green economy, ma favorire un nuovo sviluppo del Paese“.

Greenpeace e il cloud computing ecco le aziende che inquinano

0

Il termine cloud computing, ovvero nuvola informatica, indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio offerto da un provider al cliente, di memorizzare/archiviare e/o elaborare dati grazie all’utilizzo di risorse hardware/software distribuite e virtualizzate in Rete.

Greenpeace ha analizzato 14 aziende di servizi informatici per verificare la loro eco-compatibilità. Già perchè più dati condividiamo più grandi devono essere i server e più corrente dobbiamo utilizzare per alimentarli. Lo sviluppo in massa del cloud computing fa crescere la domanda di elettricitá da fonti energetiche sporche e pericolose quali carbone e nucleare.

Olio di palma: perchè è da evitare?

0

L’olio di palma è un olio vegetale largamente diffuso.

Dalle sito ufficiale di GreenPeace si legge “L’olio di palma raffinato è largamente utilizzato in cucina, onnipresente nella produzione mondiale di alimenti trasformati, nei saponi, nei detergenti e nei prodotti d’igiene personale. È anche largamente utilizzato nella fabbricazione di oggetti di metallo, plastica, gomma, in tessili, vernici, carta e componenti elettronici. L’olio greggio viene raffinato per produrre, tra le altre cose, l’olio per frittura usato dalle industrie che producono snack e come ingrediente di margarine, grassi per pasticceria, cioccolato, dolciumi, gelateria e latte condensato, oltre ai saponi e ai detergenti”.

Energia prodotta camminando, un passo avanti per l’ecologia

0

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’innovazione, presentata già nel 2009, è stata recentemente selezionata tra i finalisti dell’Innovation Awards 2011 dell’IET (Institution of Engineering and Technology), perché giudicata in grado di avere un buon impatto sociale.

Nonostante non abbia vinto l’ambito premio (le finali si sono svolte il 09 Novembre) il sistema, che ha già trovato applicazione in una scuola nel Kent e a Londra, nel centro commerciale di Westfield Strafford, è stato presentato come la prima tecnologia al mondo in grado di coinvolgere le persone nella generazione di energia elettrica attraverso un atto normale come il camminare.

Eolico : ecco il parco più grande d’Italia

0
eolico-sardegna-impianto-portoscuso-enel-green-power

eolico-sardegna-impianto-portoscuso-enel-green-powerÈ stato finalmente inaugurato il parco eolico, che si trova in Sardegna, più grande d’Italia. Precisamente il parco si trova in Gallura ed occupa un’area di ben 4000 ettari, che permetteranno la produzione di circa 300 Gwh/anno, grazie al vento sempre presente in quell’area, che permetterà a 110 mila famiglie di utilizzare energia pulita. La costruzione di questo parco renderà la Sardegna una delle prime regioni a rispettare il protocollo di Kyoto in Italia, grazie alle minori emissioni di CO2. Il presidente dell’azienda, Piero Manzoni, che ha costruito il parco eolico, la Falck Renewables, ha inaugurato il parco insieme al’assessore provinciale all’ambiente Pietro Carzedda, e all’assessore regionale dell’industria Alessandra Zedda.