Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Cibo

Tag: cibo

Come occuparsi dei beagle di Green Hill

0

Purtroppo i cagnolini che stanno dando in affido in questi giorni, reduci dalla prigionia di un lager asettico, hanno bisogno di cure particolari. 

Prima di tutto se siete tra i fortunati che sono stati richiamati per l’affido dovrete procurarvi un trasportino adatto per il cane che andrete a ritirare. Se non ne siete provvisti nell’immediato potete chiedere al vostro veterinario di fiducia se può eventualmente prestarvene uno o al massimo affittarlo.

Brindisi: gatti avvelenati all’asilo

0
E siamo di nuovo qui a raccontare di fatti incresciosi che colpiscono le bestiole indifese. Questa volta il fatto accade a Brindisi inPuglia, splendida cittadina ma con una donna davvero pessima ad abitarvici.

Questa signora brindisina è stata denunciata per aver avvelenato i gatti presenti in una delle scuole della città, così come riportato dai volontari dell’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente).

Nei pressi della Scuola Materna Pubblica del rione Casale, risiede da tempo una colonia felina regolarizzata e tutelata da AIDAA.

E sembra che questa signora, già dallo scorso Marzo, si avvicinasse alle mura dell’asilo per lasciare bocconi avvelenati per i gattini.

Svezzamento: quando iniziare?

0

La maggior parte dei pediatri dà ai genitori indicazioni sullo slattamento (chiamato anche svezzamento) non in linea con i consigli dettati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Solitamente infatti i pediatri consigliano di iniziare lo slattamento verso i 4-5 mesi. Un’età davvero precoce: la maggior parte dei bambini non ha ancora i denti, non mantiene la posizione seduta, non è interessata al cibo diverso dal latte.

E allora quando è giusto iniziare lo svezzamento?

L’OMS raccomanda l‘allattamento al seno esclusivo (senza assaggi e quant’altro) fino al sesto mese di vita del bambino. Poi ogni bimbo è un caso a sè ma dai sei a circa 10 mesi è il periodo indicativo più adatto per iniziare questo grande cambiamento.

L’idea dell’Unicef per ridurre i rifiuti nelle emergenze

0

Fornire cibo e riparo alle vittime di una catastrofe naturale è una delle priorità per i servizi di emergenza, ma a involontariamente vengono “forniti” anche molti rifiuti che in situazioni critiche vanno a sommare un ulteriore disagio alle vittime.

Per risolvere il problema, l’UNICEF ha pensato a dei contenitori ispirati ai mattoni Lego.

L’idea è semplice e utile: permette di riutilizzare i contenitori per costruire dei ripari temporanei dalle intemperie una volta consumato il cibo contenuto al suo interno. I “mattoni” re-inventati dall’agenzia delle Nazioni Unite sono costituiti da due parti, una contenente acqua potabile e l’altra una razione di riso e terminato l’utilizzo primario possono essere riempiti con sabbia o terriccio ed essere usati dalle vittime di calamità naturali per assemblare dei ripari di fortuna. In questo modo si evita anche l’accumulo di rifiuti provenienti dai contenitori usati per le razioni di emergenza.