Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Alimenti

Tag: alimenti

41 Alimenti Vegetali ricchi di Energia

0

alimenti vegetali ricchi di energia Il Centro di prevenzione di Malattie Croniche (Preventing Chronic Disease)  ha studiato gli alimenti vegetali ricchi di energia e ha sviluppato e validato un sistema di classificazione che definisce quali frutti e quale verdura forniscono, in media, il 10% o più di 17 sostanze nutritive al giorno per 100 kcal.

Jennifer Di Noia, la dottoressa della William Paterson University di Wayne (New Jersey) che ha redatto uno schema per classificare gli alimenti vegetali ricchi di energia, ha studiato e catalogato 47 alimenti, 41 dei quali mostrano un maggiore apporto energetico, questi sono stati nominati come “Powerhouse Fruits and Vegetables (PFV)”

15 Ragioni per Mangiare Cibo Biologico

0

Michelle Schoffro Cook è dottoressa in medicina naturale e nutrizione olistica e ha scritto queste 15 ragioni per mangiare biologico.

1. Studi dopo studi, la ricerca fatta da organizzazioni indipendenti una dall’altra ha costantemente dimostrato che il cibo biologico ha un contenuto più elevato di sostanze nutrienti rispetto ai cibi tradizionali. La ricerca mostra che i prodotti biologici hanno maggiore vitamina C, antiossidanti e minerali di calcio, ferro, cromo e magnesio.

2. Non contengono neurotossine cioè tossine dannose per le cellule cerebrali e nervose. Gli organofosfati comunemente usati come pesticidi, sono stati originariamente sviluppati come agente nervino durante la Prima Guerra Mondiale, quando non ce n’era più bisogno, l’industria li ha adattati per uccidere i parassiti sui prodotti alimentari. Molti pesticidi sono ancora considerati neurotossine.

Etichette degli Alimenti, 7 Consigli per Acquistare al Meglio

0

Il Ministero della Salute ha pubblicato il 13 Maggio 2014 un opuscolo sulla “Etichettatura degli Alimenti” per aiutare i consumatori ad un acquisto consapevole, più adatto alle proprie esigenze e sicuramente più sano.

Insieme all’invito di leggere attentamente la confezione e quindi le etichette dei prodotti, dà anche delle regole e delle nozioni importatnti da sapere quando scegliamo di acquistare un determinato prodotto.

Ecco come scegliere cosa portare in tavola.

L’etichetta:

E’ una sorta di carta d’identità, la legge (Art. 1 Reg. 1169/2011) ha una definizione specifica per descriverla:

22 Cose che Riguardano gli Alimenti che vi Lasceranno “Inorriditi”

0

Ci sono delle cose su alcuni alimenti che immagino non sappiate e che una volta scoperte vi lasceranno letteralmente a bocca aperta!

1 . Lo sapete che… Le carote nascono in Afganistan e sono di colore viola? Solo dopo il 1550 e dopo molte selezioni hanno acquisito il colore arancio. Inoltre oggigiorno c sono 5 varietà di carote: arancione, che contiene vitamina A; viola, ricca di polifenoli, flavonoidi e antocianine; gialla, ricca di luteina, proteina che protegge la macula degli occhi; bianca e rossa, poco interessanti dal punto di vista nutrizionale.

Altroconsumo, analisi su acqua e alimenti provenienti dalla Terra dei Fuochi: ecco cosa è emerso!

0

Quando si parla della “Terra dei fuochi” ci si riferisce a quella vasta area situata nell’Italia meridionale, tra le province di Napoli e di Caserta, caratterizzata dalla presenza di roghi di rifiuti (da cui l’appellativo appunto).

In un contesto del genere, l’inquinamento da diossina dei terreni è estremamente pericoloso perchè introduce sostanze tossiche nella catena alimentare degli animali da allevamento e può raggiungere anche l’uomo.

Altroconsumo, l’associazione italiana che informa e consiglia il consumatore su sicurezza, salute e qualità degli acquisti, effettuando anche dei test su prodotti in commercio, ha condotto un’indagine per analizzare gli alimenti di origine vegetale e animale, le verdure e l’acqua del rubinetto che sorgono nel cuore della Terra dei fuochi.

Allarme Salame Milano Ritirato dal Commercio in Italia

5
Photo by wikipedia
Photo by wikipedia

Sono ancora in corso le analisi ma per ora è stato ritirato dal mercato il salame Milano Affettato marca Fiorucci.

Qui potete trovare l’allarme Rasff -> Allerta Salame Milano Affettato Fiorucci.

L’allarme è stato dato perchè è stato trovato il batterio dell’Escherichia coli  VTEC produttore di shigatossina, responsabile della famosa epidemia dei germogli di fienogreco che in Germania due anni fa ha colpito centinaia di persone e provocato oltre 50 morti.

Il ritiro è stato deciso dopo che dei controlli interni dell’azienda hanno evidenziato il problema: la società prorietaria del marchio Fiorucci, la Campofrío Food Group, precisa che il batterio può causare crampi allo stomaco, vomito e diarrea.

Siete intolleranti a qualche alimento? Vi sveliamo il significato psicologico che si nasconde dietro ad ogni intolleranza

0

Quando si parla di intolleranza alimentare ci si riferisce a quella sindrome caratterizzata da disturbi gastroenterici che insorgono dopo l’ingestione di determinati alimenti.

Oggi a soffrire di intolleranza alimentare è un adulto su cinque, ma avreste mai pensato che dietro tali intolleranze possano esserci dei motivi di natura psicologica?

Proprio così. Il rifiuto di un cibo da parte dell’organismo può essere infatti legato a un’emozione non riconosciuta e riconducibile all’alimento stesso, con la conseguenza che, alla rimozione del blocco emotivo, il sintomo scompare.

Germogli: tutto quello che non sai. Una piccola miniera di benefici

0

I germogli sono alimenti molto benefici per la nostra salute perché sono una vera miniera di vitamine come la A, la B e la K e Sali minerali come calcio, ferro e rame ;questi speciali alimenti sono un’importante fonte di clorofilla ma anche di oligoelementi e di proteine.
Sono ideali per preparare fresche insalate, per arricchire zuppe e minestre ma, non di rado, vengono impiegati anche per i dessert. Sono ottimi non soltanto crudi ma anche cotti, preferibilmente con metodologie poco aggressive, come la cottura al vapore; un modo semplice e salutare è quello di consumarli sotto forma di gustosi e nutrienti centrifugati.
I germogli sono utilizzati da sempre in alcune antiche culture, come per esempio in India dove vengono ampiamente utilizzati non solo come cibo ma anche a scopo curativo.
Questi preziosi germogli si possono coltivare anche a casa, seguendo diversi metodi; in commercio si trovano appositi germogliatori e varie bustine di semi, come per esempio quelli di ceci, di piselli, di erba medica o di avena. Non è necessario avere nessuna pratica e, dopo pochi giorni, si potranno ammirare i primi germogli.
In alternativa, è possibile far germogliare i semi anche con tecniche più semplici e con strumenti meno complessi.
Un punto fondamentale riguarda la qualità dei semi infatti, è necessario che siano provenienti da agricoltura biologica anche perché quelli che hanno subito delle modificazioni di tipo genetico , sono sconsigliati per questioni di salute.
Ogni tipologia di seme ha delle caratteristiche specifiche e quindi è indicata per ottenere particolari benefici. I germogli di rucola hanno un sapore molto particolare ed aromatico; sono utili per migliorare le difese immunitarie si accompagnano molto bene anche a salse a base di yogurt.

Scandalo: il pesce arriva dalla Cina ed è contraffatto

0

Prima era la carne di cavallo spacciata per quella di manzo, ora è il pangasio spacciato per merluzzo.

Non possiamo mai stare tranquilli, questa volta ad essere preso di mira è il famoso fish and chips inglese, il tipico piatto di merluzzo impanato con contorno di patatine fritte. La frode avviene quando al posto del pregiato merluzzo viene usato del pangasio proveniente dal Vietnam. Che se fosse fresco non sarebbe poi tanto grave, in fondo il pangasio è più magro, ricco di omega 3, pochissime spine… il problema è proprio questo, essendo un pesce magro e con le carni che si sfaldano più facilmente, si usa aggiungere alla carne di questo pesce degli additivi per renderlo più “sodo”.

Alimenti con escrementi di topo destinati a tutta Italia. Azienda sotto sequestro

0

I carabinieri del Nas a Salerno hanno sequestrato un’azienda abusiva in condizioni igieniche davvero pessime: lo sporco regnava dappertutto soprattutto sulle attrezzature destinate alla lavorazione del cibo. Muffe, ragnatele ed addirittura escrementi di roditore si trovavano sugli alimenti in lavorazione ed anche in quelli in deposito.

L’azienda lavorava di nascosto: non era registrata alla Camera di Commercio ed era sconosciuta agli organi di controllo.

Le pratiche di congelamento dei prodotti erano inadeguate e le scadenze sulle confezioni addirittura inventate.

Nell’azienda si producevano materie prime come farina e cacao e dolci come biscotti e sfogliate. Tutti prodotti alimentari destinati alla vendita in ogni parte d’Italia.