Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Aiuto

Tag: aiuto

Cosa Fareste se Incontraste un Bambino al Freddo? [Video]

0

Questo video è stato pubblicato il 19 Febbraio e in meno di un giorno ha raccolto la bellezza di 3 milioni di visualizzazioni. La solidarietà che trapela da questo video stringe il cuore, è quello di cui abbiamo bisogno in questo periodo di crisi di valori, di mancanza di empatia e di menefreghismo esasperato.

A creare il video è stato SOS Children’s Villages che sta operando in Siria distribuendo migliaia di cappotti caldi e coperte per i bambini sfollati, e ha mobilitato i donatori in Norvegia per aiutare più bambini possibili attraverso una rete di donatori.

I Bambini Chiedono: “Non licenziate i nostri papà”!

0

La situazione per i dipendenti Fivit Colombotto di Collegno non è rosea, sono ben ottantadue i posti di lavoro che sono stati cancellati e quindi ottantadue capifamiglia che si ritrovano senza lavoro, con la famiglia da mandare avanti. L’azienda, che da anni produce viti e bulloni per auto ed elettrodomestici, è stata acquisita nel 2003 dal gruppo lombardo Agrati, il quale ha deciso di di sospendere le attività.

I lavoratori sono allibiti, nessun sospetto dell’imminente chiusura anzi dichiarano che l’azienda “non conosca cassa integrazione da 5 anni e abbia numerose commesse“.

A.A.A. Cercasi volontari per salvare i rospi!

0

Silvia Voltolini gestisce insieme al marito una pasticceria vegana a Torino che si chiama Ratatouille  (qui trovate la pagina Facebook).

Organizza anche un corso per diventare rospisti, ovvero volontari che vogliono salvare i rospi.

Data la particolarità dell’iniziativa abbiamo deciso di intervistarla.

1) Perchè bisogna salvare i rospi?

Bisogna salvare i rospi perche’ sono animali che hanno sempre piu’ difficolta’ a sopravvivere. la sconsideratezza di alcune infrastrutture, l’uso smodato di chimica nei campi li sta mettendo in seria difficolta’. Senza contare che come specie sono gia’ soggetti a una battaglia per la sopravvivenza molto ardua: la selezione naturale infatti di questi animali e’ feroce.

L’uomo, fortunatamente, è anche questo!

4

Vi mostriamo un video toccante che mostra un’umanità che, purtroppo, non siamo abituati ad assaporare.

L’empatia nei confronti di chi è in difficoltà dovrebbe essere la nota principale nel concerto della vita. Ciò non accade solo perchè ci viene insegnato a non mostrare le nostre emozioni, a non essere deboli, a essere superiori… Ma aiutare anche la più piccola delle creature terrestri è segno di nobiltà interiore e di forza e genuinità mentale.

Gustatevi questo filmato e diffondetelo affinchè si possa diffondere anche la bellezza dell’empatia umana…

 

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Xena la Cucciola Guerriera: Trovata in fin di Vita ora Salva un Bambino Autistico

0

L’hanno chiamata Xena la Cucciola Guerriera, ed è proprio vero. Ad alcuni mesi dal suo ritrovamento Xena sta aiutando un bambino autistico di 8 anni Jonny Hickey che prima di incontrare la cagnolina era un bambino di solitario e molto calmo, con serie difficoltà a relazionarsi con le persone, addirittura non parlava coi genitori. Fino a quando a Febbraio, Xena è entrata a far parte della sua vita.

Subito inseparabili, Xena ha fatto rinascere Jonny che ha cominciato a parlare, cantare e interessarsi al mondo circostante. La mamma ha detto di non aver mai visto il figlio così felice!

Sub cura delfino che gli ha chiesto aiuto – Video

0

E’ accaduto un pò di tempo fa alle Hawaii. Un gruppo di sommozzatori della zona si è trovato alle prese con la richiesta di aiuto di un delfino e ha ripreso la scena.

Il delfino ha iniziato a girare intorno al gruppo di sub in modo insistente e uno di loro, notando che i movimenti dell’animale sembravano poco fluidi, ha compreso che qualcosa non andava. Avvicinatosi al delfino ha scoperto che vi era una lenza da pesca rimasta impigliata in una delle pinne pettorali dello sfortunato animale.

Il sub allora decide di aiutarlo. Sorprende la fiducia che il delfino ha nell’uomo e la sua pazienza nell’attendere che la cura venga conclusa.

Labrador aiuta cucciola a scendere le scale – Video

0

In questo dolcissimo video una cucciola di 9 settimane non riesce a scendere le scale: la paura glielo impedisce.

Allora viene in suo soccorso un labrador di 6 mesi che sale e scende dalle scale per varie volte dando sicurezza alla cagnolina e mostrandole come si deve fare e che non deve avere paura.

La piccola, allora, decide di buttarsi e con successo scende.

Un video carino che sta spopolando sul web e che ci fa comprendere come anche nel mondo animale il supporto di qualcuno può aiutare a superare le difficoltà con successo.

 

 

Rachel, la bambina che regalava i suoi capelli e che ha desiderato di migliorare il mondo

2

Rachel aveva solo nove anni quando morì il 23 Luglio del 2011, ma in questo breve periodo, troppo breve, è riuscita a fare qualcosa di veramente grande e a lasciare un segno.

Ho ancora le lacrime agli occhi quando finisco di leggere la sua storia, leggetela fino in fondo e prendetela in esempio.

Rachel regalava i suoi capelli ai bimbi malati di cancro, e nella sua seppure breve vita, è riuscita a donarli ben tre volte. La prima volta aveva solo 5 anni quando in classe si era parlato di un’organizzazione (Locks of Love) che raccoglieva capelli per farne parrucche da dare ai bambini malati di cancro.

Video dei delfini che cercano di salvare un compagno

0

In questo video si vede qualcosa di straordinario, un branco di 12 delfini che nuotano cercando di tenere a galla un loro compagno che non sta bene.

Tutti insieme cercano di formare una specie di “zattera” per mantenere a galla l’amico in difficoltà ed evitargli l’annegamento.

Si sa che i delfini sono animali intelligenti ma non si era mai vista una tale collaborazione per aiutare un compagno in pericolo di vita.

Il filmato è stato girato al Kyum Park of the Cetacean Research Institute in Ulsan, in sud Korea.

“Io dico mIaO!!”, un esempio da ammirare

0

Oggi voglio parlarvi di una persona che dal nulla ha organizzato un’associazione di volontariato per i mici più sfortunati.

Lei si chiama Bruna ed insieme a Carmen e a diversi collaboratori mette a disposizione tutto l’amore che ha per i gatti e le sue doti artistiche per  aiutarli.

L’ho conosciuta per caso, una di quelle persone che a pelle ti stanno subito simpatiche, anche se le leggi soltanto. Un giorno in home vedo un curioso braccialetto rosa con un musetto di gatto come pendaglio, ma ammetto che la cosa che mi ha incuriosito di più è stato il nome di questo braccialetto…. “baciamuso“.