Notizie
Primo piano

Testimonianza choc: parla una donna che doveva essere abortita [Video]

Di Elena Bernabè - 10 Aprile 2013

Gianna Jessen è un’attivista statunitense che merita di essere ascoltata.
E’ nata nel 1977 alla trentesima settimana di gravidanza di sua madre che allora aveva solo 17 anni e che tentò di abortirla mediante un‘iniezione di soluzione salina. Ma l‘aborto non andò a buon fine ed il feto fu espulso vivo nonostante le circa 18 ore di esposizione alla soluzione.
Il tentativo di abortirla le causò una paralisi cerebrale e muscolare. Una volta adottata all’età di 3 anni riuscì a superare con coraggio e fatica le sue difficoltà motorie: ancora oggi, però, porta il segno fisico e mentale di quel rifiuto materno.
Naturalmente è contro l’aborto: come potrebbe non esserlo? Per questo ha raccontato la sua storia al Congresso degli Stati Uniti d’America e alla Camera dei Comuni del Regno Unito cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica.
Gianna, raccontando la sua storia, chiede: “Se l’aborto riguarda solo i diritti della donna, come la mettiamo con i miei diritti?”
Eccovi il toccante video nel quale Gianna narra di sè. Guardatelo e fateci sapere il vostro parer in merito.


✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)