La nonna e le sue frasi. Ognuno di noi custodisce nel proprio cuore quelle parole intrise di amore, di saggezza e di antichità pronunciate solo dalle nostre nonne e mai più sentite dopo la loro morte.

Parole, accenti, modi di dire, e proverbi che come un’eredità sono riuscite a ricamare sulla nostra anima e da lì niente e nessuno le può togliere. E noi, spesso, in modo naturale e con grande gioia le abbiamo fatte nostre e abbiamo cercato di trasmetterle ai nostri figli, ai nostri nipoti, ai nostri alunni. Per continuare questa meravigliosa staffetta di vita.

Le frasi di una nonna sono preziosi insegnamenti di vita

Ogni nonna può essere ricordata per delle specifiche frasi che ci ripeteva come un mantra, per non rischiare di farcele dimenticare. Con il suo dialetto particolare ci conduceva in un tempo antico, ci prendeva la mano per mostrarci l’essenzialità della vita, ci parlava di verità e segreti trasmissibili solo con codici d’altri tempi. Attingeva da frasi bibliche, da poesie, da stralci di discorsi famosi e ci donava un’immenso tesoro. Magari le diceva mentre cucinava, mentre ricamava, mentre stendeva i panni.

Credit foto
© Pixabay

E funzionavano quelle frasi di nonna perché ci facevano nascere il sorriso, ci accarezzavano l’anima, se le pronunciamo ora che lei non c’è più hanno il potere di farci sentire la sua voce, il suo profumo, la sua presenza.

La figura della nonna è una figura importante per la vita di ognuno di noi, qualsiasi ruolo abbia avuto nella nostra vita. E’ una presenza da sentire, da ricordare, da nutrire con i nostri pensieri, con le nostre preghiere, con la nostra attenzione.

Mia nonna che mi prende il viso tra le mani e sorride. Ci guardiamo con quello sguardo che non dice niente ma dice tutto a chi lo sa. E le cose più belle sono lì dentro.
(Fabrizio Caramagna)

E gli insegnamenti che ci ha elargito sono davvero innumerevoli. Spesso non ce ne siamo nemmeno resi conto ma lei è riuscita, con le sue parole, a donarci le più grandi perle di saggezza che ci hanno guidato silenziosamente nel corso della nostra vita.

Leggi anche —> Il grembiule della nonna: il mio supereroe

Le 10 frasi sagge delle nonne

Nonna che parla
Credit foto
© Pexels

Ogni nonna ha le sue frasi ma possiamo racchiudere la sua saggezza in 10 insegnamenti di vita. Detti, pronunciati e ripetuti in modo diverso a seconda della nonna che abbiamo avuto, con i suoi dialetti, le sue tipiche espressioni facciali, le sue inconfondibili pieghe della pelle.

1- Le lacrime alleggeriscono il cuore

Una delle frasi più amata dalle nonne. La ripetevano quando un bambino cadeva e si sbucciava il ginocchio o durante i funerali per fare le condoglianze alle vedove. Un invito a piangere, a non trattenersi, a dare voce alla propria interiorità senza vergogna. Sapevano, le nostre sagge nonne, che le lacrime hanno il potere di pulire l’anima, di togliere un peso dal cuore, di far uscire ciò che dentro non ci sta proprio più.

2- Mia cara, con la pazienza si vince tutto!

Come grandi maestre di pazienza, le nostra nonne ci mostravano ogni giorno l’arte di saper attendere. Ai nostri lamenti, ai nostri discorsi di infelicità per un progetto non realizzato e alle nostre smorfie di fatica loro rispondevano con questa semplice frase. E poi per farci imparare bene la lezione si dedicavano al lento ricamo, all’impasto prolungato del pane, alla cura amorevole e quotidiana dell’orto per poterci fornire un vero e proprio esempio di pazienza in azione.

3- Rammenta: non c’è rosa senza spine!

E quando accadeva un fatto doloroso o un imprevisto ecco che se ne uscivano con questo famoso proverbio. Non per farci sprofondare nel pessimismo ma per raccontarci la verità della vita, per dirci che la bellezza risiede anche nelle spine se si imparano a conoscerle e a non rifiutarle.

4- Tutti sanno che il frutto non casca lontano dall’albero

Quando facevamo qualcosa che le ricordava nostra mamma o nostro papà ecco che con queste parole ci riportava all’importanza delle radici familiari, ci mostrava lo specchio del mondo e ci svelava il segreto per la comprensione della vita: ritornare alle radici, onorarle, comprenderle, vederne il filo sottile che ci unisce per non rimanerci imprigionati ma per poter invece dirigere la nostra energia vitale verso il futuro.

5- E’ così che va la vita: chi troppo vuole nulla stringe!

Poteva capitare di essere nella sua cucina a chiacchierare con altri parenti e lei, intenta a lavare i piatti, se ne usciva con questa frase che puntualmente faceva nascere un silenzio di riflessione in tutti noi. Queste sue parole sembravano un avvertimento: prima di desiderare altro da ciò che si ha bisogna pensarci bene altrimenti si rischia di perdere tutto, anche quello che si aveva prima.

6- Quello che non strozza ingrassa

Un detto che tutti noi conosciamo, lo abbiamo udito soprattutto dopo aver detto che non potevamo assaggiare un alimento a causa del suo brutto aspetto. Le nostre nonne, che hanno sperimentato in giovane età la fame, sanno bene quanto è difficile non avere cibo a sufficienza e ci ricordano i loro tempi quando pur di mangiare si metteva sotto i denti qualsiasi cosa. Con questo modo di dire ci ricordano che non dobbiamo essere troppo schizzinosi.

7- Un bel tacer non fu mai scritto

Una delle frasi più pronunciate dalle nonne, soprattutto in seguito a chiacchiere che hanno fatto nascere litigi. Per far comprendere quanto la parola è abusata e che saper tacere al momento giusto è una capacità mai lodata abbastanza.

8- Con il tempo e con la paglia maturano le nespole

Secondo la tradizione contadina le nespole non possono essere mangiate appena raccolte e vanno fatte maturate a lungo in contenitori ricoperti di paglia in luoghi bui. Un modo per ricordarci che il tempo è la migliore soluzione per tutto e che non bisogna avere fretta perché la maturazione delle cose, se si è lavorato bene, prima o poi arriva.

9- Ricordati che scherzando si dice il vero!

Un invito a considerare lo scherzo con occhio attento, a non sottovalutarlo, a leggere tra le righe dell’ironia e del sorriso malizioso. Sapeva la nonna che la verità si può mascherare da burla e spesso è più leggibile lì che altrove.

10- Dai tempo al tempo!

Ce lo diceva sempre quando non avevamo pazienza, quando la fretta s’impossessava di noi, quando volevamo tutto e subito. E lei, con questa breve frase, ci riportava alla quiete interiore e ci insegnava che spesso l’unica cosa da fare è di far trascorrere il tempo giusto. Come in natura, che niente matura in tempi sbagliati.

“Nonna, eredità di intenti, sogni e speranze, riposo del cuore in una carezza, gioia infinita di rispecchiarmi nei tuoi occhi.”
STEPHEN LITTLEWORD

Per immergervi nel mondo della nonna e dei suoi insegnamenti vi consiglio il mio libro “La nonna“.

Elena Bernabè Scrittrice