E’ arrivato Settembre. Mese di nuovi inizi.

Le giornate divengono via via più corte, l’energia dell’estate si attenua, ci si prepara all’autunno che sta per arrivare, la natura offre gli ultimi frutti estivi prima di sprofondare nel lungo sonno invernale.

Ogni mese dell’anno ci accompagna verso cicli nuovi, verso significati simbolici da apprendere mediante le sue caratteristiche particolari. E Settembre, di lezioni da donarci, ne ha davvero molte.

Ciao estate che lentamente scivoli via da settembre; mi ricordi chi, allontanandosi di schiena, sorride ancora.
(Fabrizio Caramagna)

Settembre è il mese della vendemmia, dell’uva che ha compiuto il suo ciclo e viene finalmente colta. E’ il periodo dei bilanci: possiamo guardare ai frutti che abbiamo maturato e coglierli per poterli donare al mondo.

La trasformazione dell’uva in vino viene paragonata alla trasformazione dell’uomo: il vino viene chiuso al buio nelle botti per potersi migliorare. Così l’uomo si prepara al buio dell’autunno e dell’inverno. Per crescere grazie all’introspezione autunnale.

In questo periodo nel mondo contadino tanti sono i rituali antichi per chiedere al divino di non far giungere un inverno troppo freddo. E per pregare di avere il coraggio di affrontare il buio, il freddo, il silenzio.

E’ anche il mese della raccolta dei funghi. Un invito ad inoltrarsi con rispetto nei boschi. Alla ricerca di veri e propri tesori. Esterni ed interni a noi stessi.

Leggi anche —> Il bosco è un luogo magico: ecco perchè frequentarlo più spesso 

Nel mese di Settembre inizia l’anno scolastico e spesso anche nuovi lavori. Si iniziano progetti, si lascia andare un passato che non serve più, ci si trasferisce, si cambia casa. Vi è un’energia importante che invita tutti a rinnovarsi. E’ l’energia del cambiamento e della crescita.

Nonostante sia tradizionalmente associato con la fine dell’estate e l’imminente arrivo dell’autunno, settembre a me è sempre parso un mese di inizi, una sorta di primavera.
(Mohsin Hamid)

Ed è proprio questo mese che ospita uno dei più importanti eventi dell’anno: l’Equinozio d’Autunno. Durante l’equinozio la luce solare ed il buio notturno hanno la stessa durata. Vi è l’equilibrio tra il buio e la luce. Un invito ad equilibrarli anche dentro di noi, a trovare l’armonia tra gli opposti.

Leggi anche —> Equinozio d’Autunno: la Rinascita dei Sogni

Il mese dell’uva, delle nocciole e delle castagne ci invita a ritrovare la calma dentro di noi, a ricercare la quiete dell’anima, a riguardare l’anno trascorso per vederne i frutti e decidere quali semi piantare per i nuovi raccolti. E’ il momento della pace, di lasciare andare i rancori come le prime foglie che iniziano a staccarsi dai rami.

L’autunno è il momento ideale per tenere conto di ciò che abbiamo fatto, di ciò che non abbiamo fatto, e di ciò che vorremmo fare il prossimo anno.
(Anonimo)