Questo piccolo pezzo di storia che è il monastero di San Bruzio si trova nella campagna a sud-est di Magliano in Toscana, lungo la strada che conduce a Sant’Andrea, a circa due chilometri dal capoluogo.

Ormai del monastero rimangono solo alcune parti; costruita verso l’anno 1000 dai frati benedettini e terminata solo verso la fine del XII secolo, la chiesa che si può vedere oggi è composta solo più dall’abside, dalle pareti orientali del transetto e dagli archi che sostenevano la cupola con i pennacchi da cui si sviluppava la calotta ottagonale e si imposta ancora la base del tiburio.

Ma nei pochi resti si possono ancora notare i capitelli decorati con fogliami e teste antropomorfe, l’elegante decorazione dell’abside e la perfezione della della cortina muraria esterna, da cui s’intuisce un incipiente stile gotico. Purtroppo non esiste più traccia della navata e della cupola.

Il monastero di San Burzio ebbe un importante ruolo commerciale ed economico, sotto la direzione dell’Abbazia di Sant’Antimo, ma nel Seicento le politiche e gli assetti cambiarono così che venne abbandonata e lasciata alle intemperie.

monastero di San Bruzio

La sua storia sembra nasca nel XIII secolo, quando Onorio III ne fece dono alla potente abbazia di Sant’Antimo, in provincia di Siena, ma oltre all’eleganza con la quale si presume fosse stata costruita, intorno a questa chiesa aleggia una leggenda sul Destino.

Il Destino sembra appaia in questo monastero e si pensa che quando questo avviene, ogni desiderio si possa avverare.

La leggenda vuole che il Destino, che pare si recasse in quel luogo a riposare, appaia solo alle persone pure di cuore, quelle che sono meritevoli di ricevere questo dono. Si narra che una fanciulla abbia invocato il Destino perché salvasse il proprio innamorato in punto di morte. Il Destino avverò il suo desiderio perché vide in lei un cuore puro. Ma dopo qualche tempo la ragazza stessa offrì la sua vita in pegno poiché quell’uomo non aveva più bisogno di lei, e anche questa volta venne ascoltata la sua richiesta. Questo fu il prezzo da pagare per aver cambiato il fato del suo innamorato, il Destino è per legge divina immutabile. E si dice che in certe notti l’ombra del giovane colmo di rimorso torni a piangere presso il monastero con la supplica di riavere indietro la sua amata. Avendo però lui fatto soffrire la fanciulla ha quindi macchiato il suo cuore e il Destino di San Bruzio non aiuta i cuori impuri.

monastero di San Bruzio

Sempre legate al Monastero San Bruzio ci sono altre storie, per esempio si dice che fosse il luogo dove le suore andavano a partorire i figli illegittimi o avuti a causa di violenze, un luogo dove le urla del parto venivano nascoste alle orecchie del mondo, vista la posizione piuttosto isolata e lontana dal centro abitato. Le suore lasciavano i bambini ad altre famiglie che ne chiedevano l’adozione e garantivano che venisse mantenuto il segreto, altre invece semplicemente li abbandonavano nella chiesa, per questo si narra che a volte si possano udire i pianti di quelle anime innocenti attraversare le mura di quei resti; alcuni dicono addirittura di averne visto i volti innocenti apparire attraverso le mura e sentito il vento farsi gelido al passaggio tra i resti di quell’antico monastero.

E’ sicuramente un luogo ricco di storia, affascinante per i diversi stili con i quali fu costruito, ma anche carico di mistero. L’incontro con questo luogo può sicuramente mettere inquietudine nell’animo, ma è sicuramente un posto da visitare e magari incontrare il proprio Destino.