Il concetto di Forest-Therapy nasce dalla pratica giapponese dello shinrin-yoku, da shinrin, “foresta” e yoku, “bagno”: letteralmente “bagno nella foresta”. Il termine, coniato nel 1982 dall’allora direttore generale dell’agenzia dell’agricoltura Tomohide Akiyama, si iscriveva in un progetto per promuovere la salute pubblica grazie al contatto con la natura. Da allora, lo shinrin-yoku è diventato una pietra miliare della medicina giapponese.

Questa pratica è adatta praticamente a tutti in quanto non si basa sullo sforzo fisico ma sulla presenza consapevole e promuove l’equilibrio tra mente e corpo attraverso un protocollo che si basa principalmente sulla percezione sensoriale e la mindfulness.

Per contrastare lo stress, ci occorre più contatto con la natura

L’essere umano ha una naturale attrazione verso la natura e le radici della Forest-Therapy si ritrovano in innumerevoli culture attraverso il mondo; tuttavia, per lo stile di vita che conduciamo oggigiorno, abbiamo perso parte delle nostre facoltà di entrare in comunicazione con la natura attraverso i nostri 5 sensi ed è, questo, lo scopo di questa terapia forestale.

Per farla breve, siamo talmente “nella testa” che ci dimentichiamo di vivere nel corpo ed è spesso questo squilibrio che ci porta ad avere un livello di stress talmente elevato e costante da diventare cronico, stato che porta molti scompensi anche al livello organico.

Gli effetti dello stress cronico possono avere delle pesanti ripercussioni sui diversi aspetti della nostra vita; non si parla quindi solo di disturbi psico-fisici ma anche di conseguenze al livello emozionale e relazionale.

Ecco alcuni effetti negativi dello stress cronico:

• Mal di testa, agitazione, irrequietezza, ansia
• Dolore di schiena e tensioni muscolari
Bruciori di stomaco, gastriti “nervose”
• Insonnia e/o problemi di sonno, bruxismo
• Eccessivi giudizi e critiche nei confronti degli altri, prepotenza
Sbalzi d’umore, accessi di rabbia o di pianto senza apparenti motivi
• Perdita di lucidità mentale, dimenticanze, perdita di memoria
• Mancanza di creatività
• Preoccupazioni costanti
• Perdita del senso dell’umorismo, isolamento, solitudine

Non dobbiamo aspettare di arrivare al limite per staccare la spina. Il nostro benessere psico-fisico è un bene prezioso al quale dobbiamo dedicare una certa attenzione se vogliamo vivere bene; ecco perché la Forest-Therapy è una valida pratica per rigenerarsi e preservare la nostra salute. E visto che è adatta anche ai bambini, tutta la famiglia può approfittare dei suoi numerosi benefici.

Quali sono i benefici della Forest-Therapy

La Forest-Therapy non è una semplice passeggiata nei boschi, è un reale bagno sensoriale, fatto seguendo un determinato protocollo che nel corso degli anni ha portato numerosi benefici nella vita delle persone a tal punto da essere materia di studio. Infatti, studi scientifici hanno confermato gli effetti positivi che la Forest-Therapy ha sull’equilibrio psico-fisico delle persone, grazie anche all’emissione dei monoterpeni, degli oli essenziali ed essenze aromatiche rilasciate dagli alberi che hanno uno spiccato effetto terapeutico.

Ecco alcuni effetti positivi della Forest-Therapy:

Miglioramento del funzionamento del sistema immunitario, con un aumento del conteggio delle cellule Natural Killer (NK) del corpo.
Riduzione della pressione sanguigna
Riduzione dello stress
• Miglioramento dell’umore
• Aumento della capacità di concentrazione, anche nei bambini con ADHD
• Accelerazione del recupero in seguito ad un intervento chirurgico o una malattia
• Aumento del livello di energia
Miglioramento del sonno

Il protocollo della Forest-Therapy si basa sull’attenzione consapevole

La Forest-Therapy è un bagno sensoriale durante il quale siamo invitati a vivere la foresta attraverso i 5 sensi per promuovere un profondo senso di relax. Concentrandoci sulle nostre sensazioni e lasciando andare i pensieri, sempre con un atteggiamento benevolo e di non-giudizio nei nostri confronti, ci daremo la possibilità di vivere il presente nella sua totalità, senza fretta, dandoci il permesso di assaporare il tempo, attimo dopo attimo.

Si tratta di vivere il presente con gentilezza e comprensione verso di sé, di essere presenti nell’ascoltare i suoni della natura, nel sentire i profumi della foresta, nel prestare attenzione ai segnali del nostro corpo. Non si tratta solo di sentire un profumo vago che “sa di natura” ma di percepire con attenzione tutto ciò che ci circonda: l’odore del muschio, della resina dei pini, della terra, il fruscio del vento tra le foglie e nello stesso tempo, percepire il cinguettio degli uccellini.

E nel mentre, si osserva con pazienza come stiamo vivendo questo momento, cosa sentiamo dentro di noi, come stiamo reagendo. Ci diamo la possibilità di placcare il chiacchiericcio mentale per dare spazio alla nostra vera voce interiore.

Essere consapevole delle proprie sensazioni, viversi nel corpo senza fretta né giudizio ma con gentilezza e comprensione, ci aiuta a capire l’importanza di tutte quelle piccole cose che in realtà sono molto più importanti di quello che pensiamo, come respirare per esempio.

Se come me vivi in una città inquinata, dopo solo alcuni respiri consapevoli sotto gli alberi sentirai che l’aria è diversa, come se avesse un altro sapore: è più dolce, rotonda, gradevole. Respirare diventerà allora un piacere e non più un mero automatismo. Diventerà un attività che ti nutrirà profondamente il corpo e l’anima.

E grazie ad una pratica costante, potrai sperimentare questo nella tua vita di tutti i giorni:

Intuizione più profonda e chiara
• Maggiore comunicazione con la terra e la natura in generale
Aumento della libido e della forza vitale
• Maggiore consapevolezza nella vita emozionale
• Miglioramento dei rapporti interpersonali
Aumento generale del senso di felicità

La Forest-Therapy è una pratica semplice, alla portata di grandi e piccini, e che può fare la differenza quando ci si sente sommersi dallo stress e dalle preoccupazioni della quotidianità. Lì, in mezzo agli alberi, possiamo tornare a respirare, a sentirci vivi, attimo dopo attimo, senza fretta, senza dover correre, senza dover dimostrare nulla a nessuno. Lì, in mezzo al verde, possiamo essere noi stessi, senza giudizio. Possiamo tornare a godere della vita nella sua meravigliosa semplicità.

“Questa vita è tua. Prendi il potere di scegliere ciò che vuoi fare e fallo bene. Prendi il potere di amare ciò che vuoi nella vita e nell’amore onestamente. Prendi il potere di camminare nella foresta e di essere parte della natura. Prendi il potere di controllare la tua vita. Nessun altro può farlo per te. Prendi il potere di rendere la tua vita felice.”
(Susan Polis Schutz)

Sandra “Eshewa” Saporito
Autrice e operatrice in Discipline Bio-Naturali
www.risorsedellanima.it