“Avere sbalzi di umore è bellissimo. È uno schifo. È bellissimo. Basta, odio tutti. No, non è vero, vi amo.”
(Anonimo)

Cosa sono gli sbalzi di umore e da dove vengono

reprimere le emozioni

Gli sbalzi di umore sono dei cambiamenti dello stato d’animo; possono essere ricorrenti (come quelli vissuti durante il periodo premestruale), passeggeri (in risposta ad uno stimolo esterno) oppure persistenti (come gli stati d’ansia, per esempio).

Questi cambiamenti improvvisi possono farci sentire sulle montagne russe e mettere a dura prova le relazioni interpersonali, soprattutto nella coppia, dove il partner potrebbe non sapere come gestire la situazione.

Dietro a questi sbalzi di umore, ci possono essere molte cause:

Sbalzi ormonali
Squilibri nutrizionali
Spossatezza, insonnia, stress
Assunzione di sostanze che alterano l’umore (alcol, farmaci, droghe)
Problemi psicologici o neurologici (disturbo bipolare, borderline, morbo di Alzheimer,…)
Altre malattie (fibromialgia, acidosi metabolica, tumori ipofisari, ecc.)

Non sempre quindi si ha a che fare con una persona di carattere lunatico ma bensì con qualcuno che non sta bene e che rischia di rovinarsi l’esistenza se non impara a risolvere il problema di fondo e/o gestire i suoi stati d’animo.

“Sarà sempre così? Questa impossibilità di trovare la certezza di uno stato d’animo, di una fase, di un umore, mai. Siamo tutti seduti su delle altalene.”
(Anaïs Nin)

L’umore altalenante che fa impazzire

inganno

Quando si parla di sbalzi di umore, si pensa spesso a quelli negativi: tristezza, rabbia, ansia, ma non sempre si va giù, anzi! A volte capita di avere dei momenti di risate folli ed incontrollabili, degli schizzi di entusiasmo che sembrano infuocare il cielo, si può avere dei momenti di pura epifania senza motivo.

Ecco perché si ha l’impressione di stare continuamente sull’altalena: si va giù, poi su e poi di nuovo giù,… E non si riesce a scendere. Infatti, sembra di non avere il controllo delle proprie emozioni, si vorrebbe fare qualcosa, o almeno vivere e “viversi” con più tranquillità ma è come se la consolle delle emozioni fosse impazzita.

Soffrire di sbalzi d’umore improvvisi e senza motivi significa passare dal riso alle lacrime, e poi alle urla, in un tempo insufficiente all’interlocutore per rendersi conto di ciò che sta succedendo. Da dentro, sembra di non avere il controllo di sé e dei propri pensieri; da fuori, sembra di avere a che fare con una persona imprevedibile. Ma questo disagio che si proietta all’esterno è prima di tutto un problema interiore.

Il circolo vizioso degli sbalzi d’umore dovuti alle cattive abitudini

Cose da Tenere Segrete

Avrai già sentito parlare di disturbi psicosomatici: sono quelli causati dalla mente e dalle emozioni che affiorano poi al livello organico. Il guaio è quando, oltre alla mente che fa scherzi alquanto non graditi, ci si mette pure il corpo ad influire sugli stati d’animo.

→ Leggi anche: Psicosomatica. Quando la mente parla attraverso il corpo

Un’alimentazione scorretta, una scarsa qualità e/o quantità di sonno, una respirazione insufficiente, una cattiva idratazione, possono influire sull’umore. Avrai sicuramente notato che durante la dieta il tono dell’umore ha tendenza a peggiorare, oppure quando dormi troppo poco hai tendenza a vedere tutto grigio e tetro. Pure chi soffre di irregolarità intestinale sa che non è facile stare allegri quando il corpo non fa il suo dovere.

Ecco perché quando si soffre di sbalzi di umore, è interessante osservare il proprio stile di vita e correggere le abitudini che potrebbero rendere il problema dell’umore ancora più pesante.

Questo portare l’attenzione sul corpo ha un doppio vantaggio:

1. Un corpo sano permette alla mente di essere più forte: se gli sbalzi d’umore sono da imputare ad un igiene di vita errata, ripristinare un stile di vita più sano ti aiuterà a stare meglio in poco tempo. Nel caso in cui il problema fosse di origine psicologica, un corpo sano incentiverà la cura data dallo psicologo/medico/psichiatra.
2. Mantenendo un corpo sano, eviterai di entrare in un circolo vizioso dove le cattive abitudini portano a sbalzi di umore ed emozioni pesanti, che porterebbero a problemi di tipo psicosomatico, che peggiorerebbero lo stato di salute, che peggiorerebbero lo stato d’animo… (che al mercato mio padre comprò).

Come gestire gli sbalzi di umore

Cose non Dette

Gli sbalzi di umore diventeranno sempre più forti se tenterai di annullarli giocando sugli estremi (qui, la matematica non funziona). Se sei triste, non serve sforzarti di sentirti allegro: è una forzatura che può peggiorare le cose. Vuoi un esempio? Immagina di essere su tutte le furie e qualcuno ti dice di stare calmo/a o ti suggerisce di berti una camomilla…

“Nascondere il malumore, o altro sentimento qualsiasi, senza vincerlo, talvolta è peggio che sfogarlo.”
(Niccolò Tommaseo)

Ciò che ti può aiutarti è stare nel presente, essere totalmente consapevole di ciò che stai vivendo. In poche parole, fermati e osserva i tuoi pensieri. Tu puoi osservarli perché non sei i tuoi pensieri e non sei nemmeno i tuoi sbalzi di umore, ed è questa consapevolezza che può aiutarti a fare un passo indietro. Ciò che ti suggerisco di fare è “grattare la vernice” per capire cosa c’è realmente sotto.

E nel frattempo, ricordati di respirare perché:

1. Ti aiuta a restare consapevole e ancorato nel presente
2. Ti aiuta a contrastare l’effetto ossidativo che le emozioni pesanti potrebbero avere sul tuo organismo.

E nel frattempo, puoi avvertire il tuo partner che è in arrivo una tempesta e per questo motivo hai bisogno di un po’ di spazio e di solitudine per fare il punto della situazione.

 

Sandra “Eshewa” Saporito
Autrice e shamanic storyteller
www.risorsedellanima.it