“Sii te stesso. Tutto il resto è già stato preso” ~ Oscar Wilde

Essere delle persone veramente autentiche non è una cosa facile, ma sicuramente è facilissimo riconoscerle, sono quelle perone con le quali fa piacere stare insieme, che quando le incontri stai subito meglio, hanno un atteggiamento positivo ed energico, sono coloro che hanno imparato a vivere pienamente attraverso l’ascolto della propria anima.

Persone Veramente Autentiche

Quando siamo in compagnia di una persona autentica riusciamo a essere noi stessi questo perché ci sentiamo liberi da ogni pregiudizio, sono persone che riescono ad essere schiette e sincere e ci portano ad esserlo altrettanto e il benessere psicologico che ne deriva è terapeutico, questo viene confermato dagli studi di alcuni ricercatori di Harvard, della Columbia e della Northwestern, i quali hanno scoperto che quando non si è autentici si vive in uno stato di malessere amplificato solitamente associato all’immoralità; non essere fedeli a se stessi logora e fa vivere in costante ansia e desiderio di purificazione.

“Non avevo idea che essere la vera me stessa potesse arricchirmi così. Se lo avessi saputo, lo avrei fatto molto prima”
 ~ Oprah Winfrey

Ma come si riconoscono e come si fa a diventare delle persone veramente autentiche?

Ci sono alcune caratteristiche che spiccano quando si è in compagnia delle persone veramente autentiche, vediamo quali sono.

  1. Esprimono la loro opinione senza paura, sanno che è importante farlo e lo fanno cercando di non danneggiare gli altri, però non mentono e accettano le conseguenze delle loro azioni, in sostanza non amano il “quieto vivere” per comportarsi secondo delle linee guida che non siano le loro.
  2. Sono sempre fedeli a se stesse e si rispettano troppo per tollerare i maltrattamenti e l’ostilità altrui, e per questo non cercano mai di cambiare gli altri.
  3. Sono molto sicure di sé perché non hanno nulla da nascondere, quello che vedi è quello che è.
  4. Amano i discorsi impegnati e non i pettegolezzi, scelgono di parlare solo di cose importanti e che possano dare un valore aggiunto.
  5. Fanno le cose quando e come gli va di farle, e non perché devono o perché la società impone determinati dogmi.
  6. Non giudicano, vi consigliano ma vi lasciano fare la vostra scelta senza dire poi il fatidico “te lo avevo detto“.
  7. Non si lamentano perché sono in grado di capire di essere gli unici responsabili della loro vita, quindi lamentarsi non serve.
  8. Trovano sempre il lato positivo di ogni situazione anche quando le cose non vanno come vogliono.
  9. Non cercano di piacere per forza, quindi non cambieranno mai per condizionare l’opinione altrui, essendo sempre fedeli a se stesse accettano che anche gli altri lo siano con le loro impressioni anche se queste non dovessero essere positive nei loro confronti.
  10. Sanno valorizzare i loro pregi e i loro difetti concentrandosi sulla conoscenza profonda di se stessi.
  11. I loro consigli sono sempre dettati dall’esperienza o da quello che loro farebbero in quella determinata situazione, non danno un consiglio così tanto per fare, ma ci riflettono sopra e cercano di essere realiste.
  12. Amano prendersi cura di loro stesse, sia a livello fisico che mentale; quindi curano molto l’aspetto, la forma fisica ma anche la loro cultura.
  13. Le persone veramente autentiche sono ottime ascoltatrici, prestano attenzione alle conversazioni, perché sono realmente interessate negli altri e vogliono conoscerli.
  14. Non hanno paura di fallire, sanno che fallire fa parte dell’accrescimento e conduce all’apprendimento.
  15. Accettano la vulnerabilità e le emozioni, sono in grado di mostrarle, non hanno paura di farlo perché sanno che ogni esperienza include una lezione di vita.

Persone Veramente Autentiche

E cosa c’è di meglio di una poesia per capire quali siano le persone che ci dovrebbero realmente piacere?

GENTE CHE MI PIACE
(di Mario Benedetti (14.9.1920 – 17.5.2009) – scrittore, poeta e saggista uruguaiano)

Mi piace la gente che vibra,
che non devi continuamente sollecitare
e alla quale non c’è bisogno di dire cosa fare
perchè sa quello che bisogna fare e lo fa.

Mi piace la gente che sa misurare
le conseguenze delle proprie azioni,
la gente che non lascia le soluzioni al caso.

Mi piace la gente giusta e rigorosa,
sia con gli altri che con se stessa,
purché non perda di vista che siamo umani
e che possiamo sbagliare
Mi piace la gente che pensa
che il lavoro collettivo, fra amici,
è più produttivo dei caotici sforzi individuali.

Mi piace la gente che conosce
l’importanza dell’allegria.

Mi piace la gente sincera e franca,
capace di opporsi con argomenti sereni e ragionevoli.

Mi piace la gente di buon senso,
quella che non manda giù tutto,
quella che non si vergogna di riconoscere
che non sa qualcosa o si è sbagliata.
Mi piace la gente che, nell’accettare i suoi errori,
si sforza genuinamente di non ripeterli.

Mi piace la gente capace di criticarmi
costruttivamente e a viso aperto:
questi li chiamo “i miei amici”.

Mi piace la gente fedele e caparbia,
che non si scoraggia quando si tratta
di perseguire traguardi e idee.

Mi piace la gente che lavora per dei risultati.

Con gente come questa mi impegno a qualsiasi impresa,
giacché per il solo fatto di averla al mio fianco
mi considero ben ricompensato.

Articolo scritto da Valeria Bonora – valeria2174.wix.com