Primo piano
Rassegna Etica

Acqua in sogno: cosa significa e come cambia l'interpretazione

Di Laura De Rosa - 8 Luglio 2016

L’acqua è un elemento molto importante a livello universale ed è carica di significati simbolici. Non è difficile capire il perché di tanta rilevanza visto che senza di essa non saremmo qui e così il pianeta stesso. L’acqua è vita ma è anche distruzione perché come ogni cosa, e ogni elemento, ha un’accezione positiva e una negativa. Pensiamo per esempio all’acqua purificatrice utilizzata in ambito rituale, e al tempo stesso all’acqua che divora e procura morte del diluvio universale. Associata spesso all’inconscio, quando compare in sogno può riferirsi talvolta a ciò che accade a livello inconsapevole. Che siano cose belle o brutte dipenderà dalle sensazioni provate e dal contesto onirico, ma anche da come l’acqua si presenta. L’acqua cristallina è diversa dall’acqua torbida perché nel primo caso è correlata a emozioni/ricordi/aspetti inconsci limpidi, che possono portare benessere. Nel secondo caso è più facile che simboleggi situazioni di disagio oppure emozioni che non riusciamo a capire e a gestire.

Nuotare in sogno

nuotare-in-sogno

Anche nuotare, per esempio, nell’acqua di una piscina è ben diverso dal nuotare in mare aperto. La piscina è infatti ben delimitata, il mare al contrario si spinge oltre e quindi può connetterci con parti più profonde. Il modo stesso di nuotare, per esempio senza fatica, controcorrente, con semplicità, fornisce informazioni su come ci muoviamo nella vita, in relazione all’ambito cui il sogno fa riferimento. Immergersi nell’acqua solitamente si riferisce alla necessità di guardarsi dentro, di penetrare nel proprio inconscio. Annegare può simboleggiare la paura di essere risucchiati dalle emozioni. Sognare di emergere dall’acqua si dice simboleggi la nascita in senso metaforico, quindi riferita anche a idee, progetti.

Acqua che purifica

purificarsi-con-acqua

Come premesso, l’acqua viene spesso usata in ambito rituale per effettuare purificazioni, basti pensare al Battesimo, ai bagni nel Gange e via dicendo. Ecco che in questa accezione, se compare in sogno, si riferisce al bisogno di purificarsi e, quindi, lavare via qualcosa che non va più bene per la nostra crescita. Potrebbero essere atteggiamenti, modi di fare, abitudini che non sono più necessarie e che, anzi, se mantenute possono rivelarsi controproducenti.

Quando l’acqua compare ghiacciata, è probabile che indichi un blocco emotivo o comunque un’incapacità di sciogliere/vivere/accettare determinate emozioni inconsce. L’acqua corrente, pulita, simboleggia la vita che scorre mentre acqua che viene dal cielo, come nel caso della pioggia, potrebbe riferirsi ad aspetti spirituali ma anche, se vissuta con paura come nel caso del diluvio, al timore di essere travolti da emozioni tristi o opprimenti.

Un altro sogno ricorrente che vede l’acqua protagonista è quello in cui la si beve: anche qui è importante valutare le sensazioni provate. Perché se l’acqua bevuta è rigenerante, può riferirsi al bisogno di far scorrere dentro di sé la vita e il sogno, a suo modo, potrebbe contribuire a soddisfarlo. D’altra parte l’acqua è legata all’energia materna e questo perché il feto vive i 9 mesi avvolto dal liquido amniotico.

Anche Freud la ricollega al corpo materno, al grembo e ai genitali della madre e ritiene che stimoli urinari e sessuali possano essere all’origine di sogni con acqua. Jung vede nell’acqua il simbolo stesso dell’inconscio e quando è estesa, come nel caso del mare, dell’inconscio collettivo. Quando si sognano grandi masse d’acqua devastanti o che destano paura, il sogno potrebbe indicare un conflitto di tipo inconscio. Essendo collegata alla parte materna, viene anche considerata simbolo del femminile e per questo si dice che averne timore potrebbe indicare un uguale timore per la propria parte femminile, la cosiddetta Anima di Jung.





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)