Ambiente
Anteprima
Risparmio Energetico
Soluzioni Ecologiche

Lampadine a basso consumo: sono nocive?

Di Elena Bernabè - 17 Settembre 2012

Dal 1° settembre le vecchie lampadine sono andate in pensione e sono state sostituite da quelle a basso consumo. Ma sono davvero amiche dell’ambiente e dell’uomo quelle nuove?
A questo riguardo ci sono dei pareri contrastanti: c’è chi sostiene la completa positività di queste lampadine a basso consumo energetico e chi invece un pò le critica.
Il problema più importante è il mercurio contenuto nelle nuove lampadine a neon e fluorescenza: può arrivare a 5 mg e questo vuol dire essere considerate, una volta concluso il loro utilizzo, rifiuti pericolosi.
Il mercurio è un problema per due motivi: in caso di rottura delle lampadine può entrare in contatto con l’uomo e quindi essere molto nocivo (è un metallo pesante fortemente tossico). E poi lo smaltimento di queste lampadine richiede un procedimento particolare pertanto non possono essere gettate nel vetro ma insieme ai rifiuti elettronici: la maggior parte delle persone non conosce però questo aspetto e le getta come le vecchie lampadine nei rifiuti normali.
Il consiglio che vi diamo è quello di riportare al rivenditore le lampadine usate oppure di recarvi negli opportuni centri di riciclaggio delle vostre città.
Altro problema non di poco conto è la pericolosità che potrebbero avere queste lampadine per la salute dell’uomo: a sostenerlo è uno studio della State University di New York di Stony Brook e pubblicato sulla rivista scientifica Photochemistry and Photobiology.
Secondo questa ricerca utilizzando questa tipologia di lampadine si può andare incontro a gravi danni per la pelle (fino all’insorgenza di alcuni tipi di tumore) a causa dei raggi ultravioletti di tipo C e A emessi dalle lampadine stesse.
Proprio per questo motivo si sconsiglia l’uso ravvicinato: no a lampade da scrivania o da tavolo e tanto meno sui comodini vicino al letto.
Con le vecchie lampadine si consumava di più ma non sussistevano tutti questi pericoli: era così necessario sostituirle con le nuove?
 





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)