Come riciclare una vasca da bagno? Oggigiorno le tradizionali vasche sono state rimpiazzate da docce multifunzionali, complici i ritmi sempre più frenetici della nostra società, dove lentezza è spesso sinonimo di pigrizia, inoperosità, indolenza. Peccato, perché nulla come un bagno rilassante è in grado di restituire quella “pace dei sensi” di antica memoria, che tradotta in termini più attuali si definisce “relax”.

In nome dell’impazienza abbiamo estirpato le vasche da bagno dalle nostre abitazioni, rimuovendo ogni traccia della loro esistenza, probabilmente impauriti dal loro fascino mellifluo. Un fascino capace di indurci in tentazione, facendoci perdere tempo prezioso. Ce ne siamo sbarazzati gettandole in discarica o abbandonandole in angoli nascosti dei nostri giardini, al riparo da sguardi indiscreti. Solo i modelli extra-lusso hanno resistito al trascorrere del tempo, perché il mondo gira secondo logiche ben note e il valore economico spesso fa la differenza, (per assurdo) anche quando si tratta di vasche. Tutto questo per dirvi che un giorno, di certo, conquisteranno una meritata rivincita, fino allora dovremo accontentarci di rivisitarle con originalità. Divani, tavolini, fioriere, non c’è limite alla fantasia quando si tratta di riciclo creativo e anche le vasche, del tutto inaspettatamente, si prestano meravigliosamente allo scopo. Ecco tante idee originali per ridare loro nuova vita.

Divano

vasca-divano
Ti piacciono i divani vintage? Adori lo stile barocco? Con pazienza e un pizzico di manualità riuscirai a realizzare il tuo mobile di design a costo zero. Merito del riciclo creativo. Innanzitutto scova la vasca dei tuoi desideri, puliscila e carteggiala con la carta vetrata fino a rendere la superficie omogenea. Il tuo colore preferito è il blu oltreoceano? Preferisci il rosso porpora? Oppure il verde bosco? Scegli la vernice smaltata corrispondente e armati di pennello a setole larghe. La fase creativa ha inizio. Dipingi la vasca con cura, senza lasciare nulla al caso. Per competere con un mobile di design, il lavoro va eseguito con un surplus di precisione. Lascia inalterata la parte interna e sbizzarrisci la fantasia sui piedi, dipingendoli di un colore a contrasto. Manca solo il materasso. Fallo realizzare su misura, non troppo spesso, oppure cerca un modello che si adatti alle dimensioni della vasca. Cuscini in tinta abbelliranno lo schienale, conferendo all’insieme un tocco di morbida freschezza. Accomodati sul tuo divano di design!

Fioriera vintage

riciclo-vasca

Trasformare una vecchia vasca in una fioriera vintage non è mai stato così facile. Armati di carta vetrata, pennello a setole larghe, vernice smaltata, antiruggine. Carteggia le parti arrugginite con carta vetrata di grana medio-grossa. Procedi carteggiando il resto della vasca con carta vetrata di grana media, finché la superficie non risulterà omogenea. Applica l’antiruggine con il pennello, quindi passa almeno 2 mani di vernice smaltata del colore prescelto. Potresti optare per una sfumatura di verde oppure una tinta sgargiante. Volendo, potresti persino lasciare la vasca al naturale, l’effetto retrò è assicurato. Lasciala asciugare e procedi inserendo il terriccio al suo interno, dopo aver tappato lo scarico, da aprire all’occorrenza. Non ti resta che aggiungere le tue piante preferite. Crea angoli fioriti di colori diversi, l’effetto variopinto è scenografico. Altrimenti, riempila di piante verdi, sarà sobria ed essenziale.

Tavolino da salotto

come-riciclare-una-vasca
Procedi con la solita levigatura, quindi procurati una tavola di compensato larga quanto la vasca e lunga la metà della stessa. Applicala sopra la vasca fissandola con colla apposita, farà da superficie del tavolo fai da te. Nella metà vuota inserisci piante verdi rigogliose o elementi decorativi a piacere. Se preferisci, la tavola di compensato potrà ricoprire l’intera vasca, basterà realizzarla su misura.

Dispositivo per raffreddare le bevande

vasca-riciclo

E perché non trasformare la vecchia vasca in un dispositivo di raffreddamento? Abbelliscila con interventi su misura, ricorrendo come sempre a carta vetrata e vernice smaltata. Quindi aggiungi un mini motore elettrico per renderla funzionante. Chiedi al tuo rivenditore il modello più adatto allo scopo, effettua le dovute modifiche e in poche mosse sarà pronta per ospitare, al fresco, le tue bibite.

Laura De Rosa

www.laforestaincantatadesign.com