Decorare con i rami secchi, perché no? La primavera è alle porte ma c’è ancora tempo per una passeggiata a caccia di rametti secchi, sovrani indiscussi della natura in inverno. Basta guardarsi intorno per accorgersi della loro presenza discreta, alcuni penzolanti su alberi spogli, altri stesi a terra inerti. L’apparenza inganna, Madre Natura docet, coadiuvata dal design scandinavo. E’ infatti nel Nord Europa, in quelle gelide terre dove la natura la fa da padrona sotto molteplici forme, che i rami secchi hanno esordito nel mondo dell’arredamento. Spesso in compagnia di tronchi, cortecce e altri elementi decorativi rubati al bosco.

Se a Natale è un classico farli rivivere sotto forma di alberi fai da te, in vista della Pasqua, si vestono di ovetti, uccellini, gallinelle, declinati in un’ampia varietà di sfumature pastello. Un tripudio di rosa, azzurrino, turchese, verdino, giallo, per una casa dal tocco fiabesco al sapore di primavera. Basta poco per creare un albero pasquale degno degli esemplari nordici: un ramo delle dimensioni preferite, qualche addobbo a tema, uova decorate per l’occasione, pazienza e creatività in fase di preparazione.

decorare-con-i-rami-secchi-Pasqua

Ma i rami secchi, nella loro essenzialità, si prestano a infinite interpretazioni creative. Spruzzati di colore, risalteranno come elementi decorativi per vasi. Un’alternativa originale ai classici mazzi di fiori, da esporre su una mensola o da utilizzare come centrotavola, inseriti in vasetti di riciclo: dai barattoli di vetro alle (ex) teiere, dalle tazzine di caffè ai vecchi bicchieri.

decorare-con-i-rami-secchi

E che dire delle ghirlande fai da te? Rami pazientemente intrecciati a mano si trasformano in splendide decorazioni per la porta, da abbellire secondo le preferenze con fiori veri o realizzati artigianalmente. I rametti più adatti allo scopo sono quelli di edera, poiché particolarmente flessibili. E’ sufficiente piegarli a formare un cerchio delle dimensioni desiderate e procedere intrecciandoli, bloccandoli, se necessario, con fil di ferro. Dopodiché sarà la fantasia a dovervi guidare: delicati fiorellini in feltro o pannolenci, farfalle di carta, insetti variopinti, coniglietti di cotone, tante idee fai da te da copiare per rendere speciale la vostra ghirlanda.

decorare-con-i-rami-secchi-ghirlanda

Ma gli impieghi dei rami non si esauriscono sul fronte puramente decorativo, trovando spazio anche come elementi d’arredo piacevoli e funzionali. Ecco quindi che un semplice ramo si trasformerà in un appendiabiti in linea con la nuova filosofia eco-friendly. Sospeso al soffitto, sarà pronto a ospitare le vostre grucce, diventando un vero e proprio oggetto di design. In bagno assumerà facilmente le sembianze di un porta asciugamani e se intendete personalizzare un anonimo specchio, niente di più semplice che applicare i rametti secchi sul bordo. Con un solo ramo sarà possibile ottenere un originale stelo per lampada, portando la natura tra le pareti domestiche. Per un’atmosfera davvero wild, sospendete le tende del salotto a un ramo lasciato al naturale o dipinto di bianco, farà tanto casa nella prateria!

decorare-con-i-rami-secchi-Pasqua-appendino

Preferite un’alcova degna di una fiaba ambientata nel bosco? Abbellite il letto applicando sugli angoli, in posizione verticale, rami lunghi e spessi; biancheria dal sapore vagamente nordico con animaletti rubati alle foreste scandinave o nella classica fantasia a quadretti bianchi e rossi completeranno l’insieme. Mensole sostenute da deliziosi rametti ad angolo retto si inseriranno a meraviglia in questo magico contesto, degno corollario di una camera ispirata a Madre Natura.

decorare-con-i-rami-secchi-letto
Decorare con i rami secchi regala davvero molte soddisfazioni, a dimostrazione che la natura è una continua fonte di ispirazione, in ambito decorativo come nell’Interior Design.

Laura De Rosa

www.laforestaincantatadesign.com