alternative alla Nutella

Ormai tutti lo sanno che nella Nutella l’ingrediente principale non è nè il coccolato nè le nocciole, ma l’olio di palma; che sia buona, invitante, e che nessuno sia mai morto per averla mangiata questo nessuno lo discute (anche se basta una piccola ricerca per capire quante morti in realtà ci siano dietro la produzione dell’olio di palma).

Detto questo sappiamo veramente cosa mettiamo sul pane, o meglio sul cucchiaino, quando mangiamo la Nutella? Purtroppo c’è poco da dire, l’elenco ingredienti è davvero banale, tanto, anzi tantissimo zucchero, olio di palma e nocciole del Piemonte… Eh si Ferrero usa il meglio… peccato che sia un ingrediente su tre e non quello con percentuale maggiore anzi, solo il 13%; da non dimenticare il cacao magro in polvere ma in 100 gr di prodotto ce n’è solo 7,4 grammi, possiamo stare tranquilli, il cioccolato della Nutella non ci farà infiammare il fegato!

Ovviamente la caratteristica principale della Nutella è l’olio di palma che grazie ad uno strumento abbastanza elaborato, riesce ad estrapolare il grasso dall’olio di palma ed utilizzarlo al posto del burro di cacao, un ingrediente molto più pregiato ma anche più costoso; un altro punto a sfavore della crema più famosa è l’aroma che è vanillina, da non confondersi con la vaniglia. Ad un occhio poco esperto potrebbe apparire la stessa cosa, ma attenzione perché la vanillina è un aroma sintetico, molto meno pregiato della vaniglia prodotta dalle splendide orchidee brasiliane; anche in questo caso Nutella delude i suoi consumatori propinandogli roba artificiale e non naturale.

Ma ci sono alternative alla Nutella?

Purtroppo il palato dei milioni di fan della crema alla nocciola per eccellenza è ormai assuefatto a questo olio zuccherato, ma provare una crema alle nocciole e cioccolato potrebbe essere una sorpresa inaspettata.

A fare un elenco delle creme di nocciola alternative alla Nutella, presenti sul mercato è “il fatto alimentare” che in un articolo ben dettagliato raccoglie le marche di creme che sono decisamente migliori in quanto ad ingredienti e sapori.

Trovate l’elenco a questo link -> www.ilfattoalimentare.it/nutella-palma.html

Ora non vi resta che investire un po’ di più, eh si una qualità maggiore equivale ad un costo maggiore, e provare a spalmare sul pane, o come faccio io usando il dito direttamente ( 😉 ) e constatare le differenze tra le varie creme in commercio.

Se volete approfondire il discorso sull’olio di palma e firmare la petizione per far si che non venga più utilizzato potete leggere: Olio di palma: la petizione per dire BASTA!