Animalismo

I Gatti Ci Riconoscono Come un Felino

Di Marina Cau - 22 Gennaio 2014

Tempo fa mi ritrovai a parlare dei miei gatti (ne ho 7 tutti trovatelli) con la mia veterinaria, una persona gentile e amabile che sa fare il suo lavoro in modo impeccabile. Maristella, Mari per gli amici, mi disse che i nostri gatti ci vedono come se fossimo la loro mamma: ci prendiamo cura di loro, li accudiamo, diamo loro da mangiare… quando la mamma non è più con loro siamo noi a fare la mamma.

photo by Alvimann at morgueFile.com


Avete mai visto un gatto “fare il pane” ( apre e chiude le zampine proprio come se stesse impastando) quando lo avete sulle gambe e magari con un lembo della vostra maglietta in bocca? I micini durante la suzione lo fanno per stimolare la mamma a produrre più latte, e lo fanno invece con noi per “stimolarci” a dar loro più coccole.
Ora, secondo uno studio condotto dal biologo inglese John Bradshow, i gatti ci riconoscono come se fossimo dei loro simili, solo un pò più grossi.

Il dottor Bradshow, nel suo libro “Cat Sense” , racconta cosa, secondo lui, succede nella mente di un felino quando interagiamo con lui. Questo studio, durato 30 anni, ha come punto di partenza il fatto che i gatti, a differenza dei cani, sono animali con uno spirito selvatico. I cani, invece, sono stati addestrati dall’uomo e proprio per questo ci riconoscono come il capo branco.

Il New York Times ha recensito così il volume:

Il risultato di questa differenza è che i gatti interagiscono con le persone, facendo riferimento ai comportamenti sociali che conoscono in natura. Così le fusa indicano alla mamma di restare e continuare a dar loro da mangiare e le massaggiano la pancia per prendere il latte. Allo stesso modo, strofinarsi è un gesto tipico che hanno i gatti piccoli verso quelli più grandi per esprimere amicizia. Quando si comportano così con gli esseri umani, lo fanno perché li considerano gatti più grandi che sostituiscono la mamma. Ad esempio tenere la coda in su è il classico modo per salutarsi ed “è probabilmente il modo più chiaro con cui mostrano il loro affetto verso di voi“.
 

La cosa certa è che i nostri gatti ci vogliono bene, in modo felino naturalmente, e non è detto che sia peggiore del modo umano, anzi! Sono creature affascinanti e misteriose che catturano la nostra fantasia e il nostro affetto come farebbe un bambino.
[Fonte: www.nytimes.com]
✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter
 





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)