Allevamenti
Animalismo
Anteprima
Sfruttamento

Il maiale è uno degli animali più intelligenti del mondo

Di Elena Bernabè - 11 Febbraio 2012


Lo studioso austriaco Johannes Baumgartner rivela attraverso i suoi studi una verità importante su cui tutti dovremo un pò riflettere.
Egli ha spiegato che i maiali hanno grandi abilità cognitive, paragonabili forse a nessun’altra specie animale. Dal punto di vista emotivo provano paura e gelosia, sono competitivi e hanno un grande senso della famiglia. Mediante il loro grufolare comunicano gioia, stress, paura o dolore.
La loro capacità di adattamento a luoghi e situazioni diverse è formidabile e riescono addirittura a pensare in modo strategico e a comprendere matematicamente (distinguono il tanto dal poco… abilità davvero evoluta!).
Riguardo a queste affermazioni si legge sulla Repubblica.it: “Baumgartner invita a riflettere: li mangiamo, ma dovremmo – se non sentirci cannibali – pensare a quanto ci sono simili e farli vivere in modo umano, non con l’allevamento in batteria”.
A tal proposito sapete come vengono allevati e macellati questi animali?
La loro vita è a dir poco penosa. Nei capannoni vengono fatti ingrassare talmente tanto da non potersi quasi muovere. Non possono scavare, esplorare il terreno, muoversi liberamente… sono letteralmente imprigionati! La scrofa che partorisce, poi, viene isolata in una gabbia di ferro tutta sua che la fascia completamente e che non le permette nemmeno di cambiare posizione.
A tal proposito si legge su Wikipedia: “Negli allevamenti, per evitare che la scrofa schiacci inavvertitamente i piccoli, essa viene fatta partorire ed allevare la prole in una gabbia che la contiene appena e nella quale non può muoversi liberamente. In natura questo non avviene, poiché i maiali selvatici costruiscono dei giacigli di rami e foglie, che consentono ai piccoli di spostarsi rapidamente, cosa che invece non possono fare sul cemento“.
Il momento della macellazione è davvero violento: i maiali vengono storditi mediante una forte scarica elettrica alla testa oppure sgozzati.
Forse dovremo fare, e lo dovremo fare in fretta, un bel ripensamento sul modo di trattare questi animali! Voi cosa ne pensate?





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)