Ambiente
Primo piano

Porto Marghera: finalmente il via alla green economy

Di Marina Cau - 17 Ottobre 2013

La green economy si sta rivelando la strategia del futuro nel campo dei combustibili e non solo: a Porto Marghera si intraprenderà questa strada grazie alle 12 autorizzazioni ottenute in questi giorni.
“I progetti- come ha spiegato il ministro Orlando– sono in fase di analisi in queste ore da parte della conferenza dei servizi” ed ha indicato, tra gli altri, quelli di Sapio produzioni, Eni raffineria, Fincantieri, Mediopiave Marghera (destinata alla produzione di biocombustibili) e Autorità portuale di Venezia.
“L’obbiettivo è quello di far ripartire la produzione sotto un’ottica di bio sostenibilità e più attenzione sul fronte ambientale, con l’idea di una chimica rinnovata, e compatibile con l’ambiente.

«Semplificazione – ha spiegato ancora il ministro – non significa riduzione dell’attenzione sul fronte ambientale, ma tempi più snelli. I progetti che verranno approvati oggi non lo saranno sulla base di un vaglio meno rigido, ma sulla base dei pareri di Ispra e Arpav con gli stessi criteri di valutazione abituali, semplicemente con procedure più agevolate. Con la firma di aprile, erano stati approvati trenta progetti di importanza e interesse industriale, compresi i dodici odierni, ma ci voleva anche chi li seguisse e, in questi mesi abbiamo avuto problemi di vacatio, oltre al fatto che si tratta di una delle aree industriali più inquinate d’Europa e quindi anche i migliori protocolli non potevano risolvere tutto, anche se, senza questo impulso, non potevamo fare questo lavoro». Tra i trenta progetti, sono stati scelti «quelli più maturi, con il maggior lavori di approfondimento».

A piccoli passi riusciremo a far guarire il nostro Mondo, visto che è l’unico che abbiamo teniamocelo da conto

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)