Ambiente
Primo piano

Salviamo le api: salviamo il pianeta! Firmate la petizione di Greenpeace

Di Elena Bernabè - 11 Giugno 2013

Le api stanno morendo e la colpa è dell’uomo. A causa dei pericolosi pesticidi utilizzati nell’agricoltura questi preziosi animali subiscono danni irreparabili: malformazioni, perdita di orientamento, morte.
Le api vengono a contatto con i pesticidi mediante il polline ed il nettare delle piante e si ammalano. L’uomo si sta autodistruggendo con le proprie mani: pensate che circa l’84% delle coltivazioni europee avviene grazie all’impollinazione degli insetti come le api e le farfalle. Se loro muoiono anche il nostro cibo muore.
I pesticidi più tossici e pericolosi appartengono a colossi come Bayer, Syngenta, BASF e altre aziende chimiche. Il primo passo per rimediare a questa tragedia imminente è proibire l’utilizzo di questi veleni.
Per farlo firmate tutti la petizione creata appositamente da Greenpeace cliccando qui.
[Fonte: salviamoleapi.org]
✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)