La famiglia che non produce rifiuti (o quasi)

Abbiamo ipotizzato di recente il caso di una famiglia che mangia solo cibi indispensabili.

Potete leggere l’articolo al seguente link (http://www.eticamente.net/5176/la-famiglia-che-mangia-solo-cibi-indispensabili.html). Ora vogliamo parlarvi di un’altra famiglia, molto attenta all’ambiente e consapevole che il proprio comportamento quotidiano può influire non poco sul benessere del pianeta.

Vogliamo parlarvi della famiglia che non produce rifiuti, o meglio di quelle persone che cercano di creare meno rifiuti possibili. Caso ipotetico o realtà? A questa domanda dovete rispondere voi alla fine dell’articolo…

In questa casa di questa ipotetica famiglia viene praticato il più possibile il riutilizzo: fazzoletti, tovaglioli e tovaglie di stoffa, pannolini lavabili, stracci per pulire e spolverare e via dicendo. L’usa e getta è bandito! 

Ma è davvero possibile ciò? Nella maggioranza dei casi sì. Poi vi sono situazioni in cui anche questa famiglia deve ricorrere all’usa e getta ma lo fa in modo etico come la carta igienica riciclata.

La spesa settimanale viene accuratamente scelta anche in baso agli imballaggi: si preferisce tutto ciò che è possibile acquistare alla spina (detersivi e quant’altro) e prodotti con il minimo ed indispensabile imballaggio (che magari viene riutilizzato per altro) e se possibile anche riciclabile.

Le cose che vengono rotte si aggiustano e se giungono davvero alla fine della loro funzionalità la nostra famiglia ipotetica cerca di trasformare quell’oggetto in altro. Vi sono tantissimi esempi di riciclo creativo: una cassetta della frutta può essere dipinta e diventare una cuccia per il gatto oppure un pratico mobiletto con le ruote. In rete si trovano molteplici idee a riguardo.

Non viene comprato nulla di superfluo.

In questa famiglia, così, i rifiuti sono davvero il minino indispensabile e sono destinati alla raccolta differenziata.

Abbiamo voluto parlarvi di questo stile di vita particolare per farvi riflettere sul fatto che i rifiuti devono essere un’eccezione e non un’abitudine e che l’inquinamento provocato da essi dipende in gran parte dalla scelta quotidiana di ogni famiglia.

Abbiamo il diritto di difendere il pianeta anche con questi piccoli ma importanti gesti che possono apparire faticosi ed impegnativi ma che se entrano nella nostra quotidianità diventano pian piano delle sane e necessarie abitudini.

 

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 08/10/2012
Categoria/e: Ambiente, Primo piano, Scelte Quotidiane, Soluzioni Ecologiche.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655