Abbiamo ipotizzato una famiglia e la sua volontà di nutrirsi solo di cibi indispensabili. Ciò che non è utile per la sopravvivenza non viene assunto.

Vi siete mai chiesti quali sono i cibi necessari per l’uomo e quali invece quelli inutili e per lo più dannosi?

La nostra famiglia ipotetica ha deciso di bere solo acqua (possibilmente del rubinetto), succhi di frutta (possibilmente biologici e autoprodotti) e latti vegetali (biologici e se possibile autoprodotti anch’essi).. Altri tipi di bevande come bibite, vino o birra non vengono consumati.

Biscotti, dolci, merendine sono rifiutati da questa famiglia per l’alto contenuto di grassi e di additivi: viene preferito il pane integrale per la colazione, la merenda o l’accompagnamento al pasto. Talvolta il pane viene accompagnato da una marmellata biologica autoprodotta.

Il tè ed il caffè non sono importanti per l’uomo: anzi se assunti in dosi massicce si possono rivelare dannosi. Proprio per questo la nostra famiglia ha deciso di bere infusi di erbe. Dal punto di vista nutrizionale non sono importanti ma hanno vari poteri curativi e di rilassamento.

La cioccolata è permessa purchè biologica e proveniente dal commercio equo e solidale. Anche i dolci lo sono purchè autoprodotti e con ingredienti genuini.

Tutti i derivati animali (carne, pesce, latte, latticini e uova) vengono rifiutati. Al loro posto tanti legumi (possibilmente secchi e biologici) e derivati come il tofu.

Frutta e verdura in quantità (purchè biologica e possibilmente locale). Anche la frutta secca ed i semi sono ben graditi.

La nostra famiglia, poi, preferisce i cereali biologici.

Per condire solo olio extravergine d’oliva, aceto di mele sale marino integrale.

Per addolcire zucchero di canna integrale oppure malto di riso.

Questa particolare famiglia preferisce – come avete notato – cibi biologici, locali e autoprodotti. Ha rifiutato tutto ciò che non è indispensabile al proprio corpo e lo fa con gioia e con consapevolezza, senza considerare questa scelta un sacrificio oppure un’imposizione.

Abbiamo ipotizzato una famiglia strana e irresponsabile oppure consapevole ed informata?