Addio al pioniere dell’ambientalismo Barry Commoner

Barry Commoner, all’età di 95 anni, ha lasciato questo mondo a cui tanto teneva, il fondatore dell’ecologia moderna, Barry Commoner, è morto a New York il 1° ottobre.  Lui era un biologo americano considerato uno dei pionieri del movimenti ambientalista e fu uno dei primi ad occuparsi dei possibili danni provocati dal fallout radioattivo, detto anche ritenuta radioattiva. Ovvero il materiale che viene coinvolto in un’esplosione radioattiva e che, contaminato, ricade a terra sotto forma di pulviscolo e cenere.

Commoner dopo il secondo dopo-guerra è stato il leader di una generazione formata da scienziati-attivisti, che vedeva nel boom economico americano anche conseguenze nocive per l’ambiente e per le persone.

Barry Commoner fu uno dei primi a smuovere il dibattito negli Stati Uniti sul diritto dell’opinione pubblica di comprendere i rischi e prendere decisioni in materia di ambiente.

Alla fine del 1950 iniziò uno studio sui denti da latte che portò il governo ad interrompere i test nucleari che erano in corso in quegli anni. Tutto questo grazie all’influenza dell’opinione pubblica, che valutò i test fatti e i risultati ottenuti dallo scienziato, attraverso la valutazione dei livelli di stronzio-90 nei denti dei neonati fu evidenziato che i bambini stavano assorbendo il fallout radioattivo delle bombe nucleari.

Il suo lavoro sugli effetti globali del fallout radioattivo contribuirono all’adozione del Trattato per il bando degli esperimenti nucleari del 1963.

Nel 1970 il  Time gli dedicò una copertina definendolo “Il Paul Revere dell’ecologia”.

Negli anni ha scritto numerosi libri tra cui “Fare pace con il Pianeta” e “Scienza e sopravvivenza”, ma il suo volume più famoso è il “Cerchio da chiudere”  nel quale aveva indicato le quattro leggi dell’ecologia: ”Ogni cosa e connessa con ogni altra; ogni cosa deve finire da qualche parte; la natura è l’unica a sapere il fatto suo; non si distribuiscono pasti gratuiti”, nel senso che le risorse della Terra sono limitate e bisogna contenere gli sprechi.

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUI e poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

 

 

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 04/10/2012
Categoria/e: Ambiente, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655