Proteggere la casa dal freddo: qualche pratico e utile consiglio per un buon isolamento termico

Le temperature molto basse della stagione invernale mettono sempre a dura prova le nostre giornate, soprattutto quando per impegni di lavoro o vari ci troviamo a dover restare fuori casa.

Immagine da: www.rinnovabili.it

Quanto preferiremmo, invece, restarcene al calduccio tra le nostre mura domestiche, anche se talvolta trovare un ambiente sufficientemente caldo guardando bene anche al portafogli non è sempre cosa facile.

Ma risparmiare si può, bisogna semplicemente seguire dei piccoli accorgimenti che ci permetteranno di mantenere caldo il nostro ambiente senza dover per forza spendere delle cifre esorbitanti.

Qui di seguito ecco qualche pratico e utile consiglio da tenere in considerazione.

Primo su tutti è l’impianto di un buon isolamento termico, ovvero tutti quei sistemi e quelle operazioni costituenti gli sforzi atti a ridurre il flusso termico di calore scambiato tra due ambienti a temperature differenti.

ISOLAMENTO DELLE PARETI

Per l’isolamento delle pareti che danno all’esterno basta utilizzare dei pannelli in polistirene. Oltre ad essere molto economici, i pannelli in polistirene sono un ottimo isolante termico: non marciscono, non ammuffiscono, non contribuiscono alla formazione di batteri, non costituiscono un pericolo per l’igiene ambientale e non sono composti da sostanze che possono far male al nostro organismo.

ISOLAMENTO DEGLI INFISSI

Oltre all’isolamento delle pareti, una buona soluzione è anche l’isolamento degli infissi, che ci permettono di risparmiare sul riscaldamento riducendo gli spifferi, ma risultano anche molto efficaci, seguendo lo stesso principio, anche per il raffreddamento estivo. Un impianto di isolamento ad alta efficenza energetica, però, non è da definire economico. Insomma, se vi va di spendere una modica cifra per poi risparmiarne in secondo momento e godere dei suoi vantaggi sappiate che si una valida soluzione.

SOSTITUIRE GLI INFISSI CON LE TAPPARELLE

In alternativa, si possono sostituire gli infissi con delle tapparelle, meglio se di  color argento o bianco, poichè si tratta di colori che mantegono maggiormente il calore prodotto all’interno della casa. Le tapparelle sono senza dubbio più economiche.

VETRI DOPPI

Per non disperdere il calore prodotto all’interno della casa, un’altra buona soluzione è munirsi di vetri doppi, ovvero due vetri che sono distanziati tra loro: quanto più le lastre sono separate tra loro, maggiore sarà l’isolamento ottenuto. Per l’installazione potete tenere in considerazione due alternative: o sostituite i vecchi vetri con le nuove lastre o aggiungete una seconda intelaiatura a quella già esistente permettendo così di avere due finestre sovrapposte.

TENDE IMPERMEABILI ALLE FINESTRE

Le tende impermeabili, applicate alle finestre (meglio se dall’esterno), aiutano a ridurre gli spifferi.

SPUGNETTE ADESIVE DA APPLICARE ALLE FINESTRE

Un’alternativa alle tende imperbeabili alle finestre sono le spugnette adesive, che  si inseriscono facilmente grazie alla pellicola adesiva di cui sono dotate. Tali spugnette servono a evitare che l’aria fredda entri in casa. Sono molto economiche, ma anche la loro efficacia non è un granchè, per quanto possano comunque dare il loro contributo.

PARASPIFFERI

Una delle soluzione più tradizionali e antiche, chi non ne ha mai visto uno: i paraspifferi sono dei rotoli, perlopiù realizzati in stoffa e riempiti di sabbia, che, posizionati al margine inferiore delle porte esterne o delle finestre, consentono di limitare il passaggio di aria fredda. Oggi in commercio esistono anche dei paraspifferi più “tecnologici”, composti da un doppio rullo di materiale isolante e da infilare sotto la porta o finestra: due rulli rimangono posizionati uno all’interno ed uno all’esterno così da bloccare completamente il passaggio di spifferi.

FOGLI ISOLANTI PER TERMOSIFONI

Fogli in alluminio di nastro biadesivo che, posizionati dietro ai radiatori, isolano dal freddo e diffondono il calore emanato dai radiatori nell’ambiente, evitando la dispersione termica. Si trovano in commercio già provvisti di biadesivo per una facile applicazione.

ISOLAMENTO TERMITO DELLE TUBAZIONI

Isolamento termico delle tubazioni per il riscaldamento tramite coibentazione con apposite guaine termo isolanti.

Per facilitare la trasmissione del calore nell’ambiente, inoltre, bisogna anzitutto sfiatare a cadenze regolari le valvole dei termosifoni per ottimizzarne la resa, e poi bisogna evitare di coprire i termosifoni con tende e/o rivestimenti.

Insieme ai vari di isolamento che vi abbiamo elencato prima, un’altra cosa da tenere in considerazione per un buon riscaldamento domestico contenendo i costi sono propri le fonti di calore utilizzate.

Ne esistono parecchie, dalle più alle meno economiche, ma vediamo di valutarle per bene per capire quale possa fare al caso nostro.

CAMINO

Il camino, oltre a rappresentare qualcosa di bello e confortante da un punto di vista estetico, rappresenta un’ottima fonte di calore, in grado di riscaldare l’ambiente in pochissimi minuti. Tuttavia ci sono degli inconvenienti, come perdite d’aria nel muro: quando il camino non è in uso e viene lasciata aperta la serranda camino, infatti, questa favorisce l’ingresso di molta aria fredda in casa, aria che passa attraverso la canna fumaria. Bisogna dunque accertarsi che la serranda del camino sia abbassata quando questi non è in uso.

PRESE D’ARIA E RADIATORI

Al contrario del camino, le prese d’aria e i radiatori non rappresentano qualcosa di molto bello dal punto di vista estetico, ma risultano molto efficenti. Spostare i mobili o cercare di coprirli per dare un tocco estetico in più all’ambiente non serve a nulla, ma anzi non fa che ostacolare il flusso d’aria calda rendendo più complicamento il riscaldamento dell’ambiente domestico. Per rendere le prese d’aria e i radiatori più belli da un punto di vista estetico si potrebbe, per esempio, dipingerli dello stesso colore della parete o del pavimento.

VENTILATORI DA SOFFITTO

Il ventilatore a soffitto è una soluzione ottimale per quelli ambienti molto grandi che riscaldono la camera con stufe o convettori: tali ventilatori, infatti, spingono l’aria, che sale rimanendo intrappolata in alto, verso il basso lungo le pareti, così da riscaldare i grandi ambienti in modo più uniforme e omogeneo.

STUFE

Le stufe riscaldano uno spazio in pochi minuti, ma badate bene: possono essere molto pericolose e costose.

[Fonte www.tuttogreen.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Daniela Bella

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Daniela Bella il 04/02/2014
Categoria/e: Primo piano, Risparmio Energetico.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655