Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Sigarette elettroniche

Tag: sigarette elettroniche

Ti sei mai chiesto cosa pensa tuo figlio quando fumi?

0

Fumare fa male, ormai è una conoscenza che ognuno di noi sa, fumatori compresi. Nonostante questa consapevolezza però non si riesce a smettere di fumare. Ma vi siete mai chiesti cosa pensano i vostri figli quando vi vedono fumare?

Probabilmente non avete mai fatto loro direttamente questa domanda, forse per la paura della risposta, forse per non metterli in imbarazzo. Ci ha pensato allora la Iena Matteo Viviani a intervistare alcuni bambini, figli di fumatori abituali. Nell’intervista i genitori erano nella stanza accanto e hanno ascoltato il pensiero dei propri figli su questa loro abitudine: le risposte date dai bambini hanno di sicuro toccato il sentire dei loro papà e delle loro mamme e magari hanno anche attivato in loro la voglia di smettere.

Sigarette elettroniche: la pubblicità ingannevole di Emanule Filiberto di Savoia

0

Le sigarette elettroniche sono al centro di un acceso dibattito: fanno male oppure no? E’ giusto utilizzarle nei luoghi pubblici? Da che età possono essere usate?

Le risposte a queste domande tardano ad arrivare. Eppure c’è chi non ha voglia di attendere informazioni più precise e chiare e ha deciso ugualmente di pubblicizzarle per indurre il consumatore ad acquistarle.

Si tratta dell’azienda che produce le sigarette di FumoOk. Lo spot di cui ora vi parleremo è stato denunciato da Altroconsumo all’Autorità garante della concorrenza e del mercato per pubblicità ingannevole.

Sigarette elettroniche vietate nei locali pubblici

3

Abbiamo parlato delle sigarette elettroniche più volte. Leggete l’articolo Sigarette elettroniche al centro di un acceso dibattito

Non esistono ad oggi evidenze scientifiche riguardo gli effetti che queste sigarette possono avere sulla salute umana e di conseguenza alcuni si chiedono se è giusto permetterne l’uso anche nei locali pubblici.

Il comune di Vallo della Lucania in provincia di Salerno ha deciso di prendere una posizione in merito e ha vietato l’uso delle sigarette elettroniche nei locali pubblici: non si potrà più utilizzarle in ristoranti, nei bar e nei circoli privati.

Sigarette elettroniche: il “Vietato fumare” vale anche per loro

1

Si torna a parlare ancora di sigarette elettroniche. Di recente Eticamente ha scritto alcuni articoli a riguardo poichè tutto ciò che gira intorno a questa tematica è abbastanza confuso e poco chiaro. Leggete Sigarette elettroniche al centro di un acceso dibattito e Sigarette elettroniche: bocciate!

Oggi vi vogliamo parlare dei divieti che stanno iniziando a diffondersi riguardo questa tipologia di sigarette.

La famosa dicitura “Vietato fumare” vale anche per il fumo tecnologico? Per Alitalia, Trenitalia e Trenord (le ferrovie regionali lombarde) la risposta è sì.

Sigarette elettroniche: bocciate!

5

Si parla ancora di sigarette elettroniche. Poco tempo fa Eticamente ha scritto un articolo in merito che potete leggere a questo link -> Sigarette Elettroniche al Centro di un acceso dibattito

Ora arriva un parere da parte dell’Istituto superiore di sanità. Nelle 20 pagine del documento queste sigarette vengono criticate e a tal proposito si legge: “le sigarette elettroniche con nicotina sollevano preoccupazioni per la salute pubblica. Potrebbero rappresentare un rischio di iniziazione al fumo convenzionale a base di tabacco e di potenziale dipendenza. Rischio notevole soprattutto per i giovani considerando la facilità di reperimento su Internet”.

Sigarette elettroniche al centro di un acceso dibattito

0

Fino a poco tempo fa la sigaretta elettronica era considerata un prodotto “strano”. Ora il suo utilizzo è sempre più diffuso.

Ma come funziona e perchè viene utilizzata? E’ nata per sostituire la sigaretta vera e propria: non rilascia catrame e nemmeno monossido di carbonio. La miscela respirata è composta da vapore acqueo, nicotina e glicerolo. Viene utilizzata allo scopo di smettere di fumare o comunque per fumare meno e in modo meno dannoso.

Sono 200 gli operatori economici in Italia nel settore, 20 i negozi specializzati che aprono ogni settimana, un giro d’affari di 100 milioni di euro.