Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Radiazioni

Tag: radiazioni

Hiroshima e Nagasaki: Per NON Dimenticare

0
ombra atomica

Erano le 08:14 e 45 secondi, quando l’Enola Gay sganciò “Little Boy“…

La bomba doveva scoppiare alla quota di 600 metri dal suolo, dopo 43 secondi di caduta libera mentre l’aereo, un B-52 a 4 motori ad elica, faceva un’inversione di 178° alla massima velocità consentita. Little boy all’uranio 235provocò uno scoppio equivalente a 13 chilotoni, uccidendo sul colpo tra le 70 000 e le 80 000 persone  e radendo al suolo circa il 90% degli edifici insieme ai 51 i templi della città di Hiroshima.

Insieme all’Enola Gay volavano altri 2 bombardieri The Great Artiste e il Necessary Evil, l’ultimo chiamato “Male necessario” aveva la funzione di documentare con le foto gli effetti della bomba atomica.

Relazione tra Cellulari e Tumori Confermata da una Nuova Ricerca [Video]

2

«Quando un mio amico, un giorno, mi ha segnalato come sul libretto d’istruzioni del mio cellulare c’era scritto di tenerlo a un centimetro e mezzo dal corpo, non ci volevo credere. Sono andato a controllare ed ho visto che era effettivamente così. Da lì la curiosità ha preso il sopravvento ed ho cominciato a verificare se era una precauzione che riguardava esclusivamente il mio cellulare o se era un problema diffuso. Ho scoperto che, per esempio, modelli di smartphone appetibili e presenti sul mercato, avevano stampato sul libretto di istruzioni di tenerli addirittura a due centimetri e mezzo dal corpo. Per avere un’idea di quanti siano due centimetri e mezzo, vi dico che corrispondono alla costola del mio libro che è di 350 pagine. Chiaramente nessuno sano di mente terrebbe il proprio cellulare a questa distanza e il problema è proprio che nessuno lo fa e che – cosa più importante – nessuno lo sa!».

Dai ravanelli con le dita al mais con due teste: ecco gli ortaggi radioattivi di Fukushima [Foto]

1

E’ impressionante come gli effetti delle radiazioni sugli organismi viventi possano creare deformità, e non avviene solo nell’uomo o negli animali, ma anche negli ortaggi o nella frutta!!

A due anni dalla fuoriuscita di radiazioni dalla centrale di Fukushima Daiichi provocato dallo tsunami dell’11 marzo 2011, un blogger giapponese ha raccolto sul sito igmur.com delle foto di vegetali davvero inquietanti!

Da ravanelli a forma di mano a mais con due teste, da ciliege multiple a mandarini bicolor, da albicocche gemelle a cavoli giganteschi… insomma una carrellata che vista così potrebbe anche far sorridere ma se pensiamo che sono gli effetti delle radiazioni direi che fanno accapponare la pelle!

I Figli di Černobyl [video]

0

Mancano 20 giorni all’anniversario dell’esplosione del reattore n°4 di Černobyl. Sono passati 27 anni ma non per questo dobbiamo dimenticare.

 

Era il 26 aprile 1986 alle ore 1:23:00 circa, la centrale nucleare era la V.I. Lenin, situata in Ucraina settentrionale. L’incendio proseguì per 10 giorni: i gas e le polveri sottili vennero trasportati attraverso le correnti d’aria nella maggior parte dei paesi dell’Europa Centrale e del Mediterraneo, ricadendo al suolo con le intense precipitazioni dei mesi di aprile e maggio. Dalla centrale nucleare fuoriuscirono 50 tonnellate di materiale radioattivo (equivalenti all’esplosione di 10 bombe atomiche) che coinvolsero 5 milioni di persone e 5 mila villaggi.

Nucleare, tracce di iodio 131 in alcuni Paesi europei

0

L’ Ispra ha sllecitato ai laboratori delle Agenzie regionali e provinciali una verifica dei dati  della rilevazione di Iodio 131 nell’ambiente.

La sollecitazione è arrivata dopo la notizia che l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica delle Nazioni Unite (IAEA) di Vienna ha reso noto che l’Autorita’ di sicurezza nucleare della Repubblica Ceca ha rilevat l’ aumento della presenza in aria di Iodio 131, così com’è successo in altri Paesi europei. Nel comunicato la IAEA sottolinea che si tratta di livelli molto bassi tanto da non essere rischiosi per la salute.