Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Pesci

Tag: pesci

Calamarata senza calamari? Come dare ai piatti il sapore di mare anche senza pesce!

0

Se per motivi etici o salutistici avete deciso di non consumare più pesci, ma vi manca il “sapore di mare“, i prossimi consigli fanno per voi!
Prima di tutto:  da dove viene quel buon sapore di mare?
Di certo, ne converrete, non può venire da dei pesci morti in decomposizione e pieni di  una proteina chiamata “putrescina” (un nome, un programma).
Cosa dà allora a certi piatti il sapore “di pesce”?
L’abbiamo chiesto alla ciurma vegana dell’ ARCA DI EVA e questi sono i consigli  che ci hanno dato per voi!

Pesci: le Caratteristiche del Segno Zodiacale

0

I Pesci sono l’ultimo segno zodiacale, governato da Nettuno. Il loro elemento è l’acqua e il colore associato il verde. Compiono gli anni nel periodo compreso tra il 19 febbraio e il 20 marzo. In quanto ultimo segno dello Zodiaco hanno un ruolo peculiare, fra cui il compito di portare disordine, preparando il terreno a un nuovo ciclo.

Il Caos che precede il Cosmos.

Come l’acqua di un fiume possono risultare limpidi o torbidi, a seconda del momento, e anche la natura di questo periodo dell’anno lo conferma alternando gelo ai primi delicati raggi di sole che lasciano intravedere l’arrivo della bella stagione.

Anche il pesce sente dolore. Ma a noi non importa!

0

pesce-pescato

Ci occupiamo in questo articolo di un tema che troppo spesso è dimenticato, perfino tra i vegetariani e gli animalisti
I pesci, poveri esseri che spesso non sono nemmeno considerati “animali”, e occupano uno dei gradini più bassi nella scala dell’umana compassione.
La prova di tale bassa considerazione è che non si dice mai “i pesci”, ma “il pesce”. Un nome collettivo, che li priva della loro individualità.
Per giustificarne il consumo, rifacendosi ad una vaga descrizione fornita da Wikipedia, alcuni non hanno neppure il coraggio di chiamare “carne” i loro tessuti. Forse per nascondere un senso di colpa che deriva dall’osservanza Cristiana del non mangiar carne al venerdì. Se il pesce non è carne, il devoto ne può dunque mangiare tranquillamente; beato lui!

Sparito il 99% della plastica nei mari: è stata mangiata dai pesci?

0

Sparito il 99% della plastica e dei rifiuti nei mari: è stata mangiata dai pesci?

Il 99% dei rifiuti di plastica nei mari è sparito, che fine ha fatto?

La plastica e i rifiuti che ogni anno finiscono nei mari, negli oceani, è a dir poco impressionante: si stima che siano intorno alle 300.000 tonnellate l’anno, vale a dire lo 0,1% circa dei rifiuti totali di plastica che produciamo ogni anno nel mondo, che sono ben 300 milioni di tonnellate. E questo a partire dal 1970.

La plastica più diffusa nei mari? Il polietilene e polipropilene, cioè quella che usiamo tutti i giorni come contenitore per bevande e cibo, e quella dei giocattoli.

Si chiama Wiebe, il cane amico delle carpe koi

0

La storia che vi stiamo per raccontare è davvero molto bella e toccante e riguarda un legame speciale che si è instaurato tra un cane ed un gruppo di carpe koi che vivono in un laghetto in Olanda.

Si chiama Wiebe, è un Pastore Olandese e le ama così tanto al punto che le “bacia” anche. Stando a ciò che racconta la sua amica umana, Dorri Eijsermans, il bellissimo e dolcissimo Wiebe sin da quando era un tenero cucciolo si era subito affezionato al gruppetto di pesci.

Lo Spettacolare Video della Migrazione dei Delfini ripreso da un Drone

0

Per quanto riguarda la migrazione dei delfini, un simile evento si è verificato esattamente un anno fa nella stessa zona. E lo stesso l’anno precedente ancora.
La ricorrenza dell’episodio a 12 mesi di distanza, e la coincidenza di luogo fanno pensare che si tratti di un pattern migratorio ricorrente.

Il Capitano Dave Anderson ha girato a Dana Point, in California, uno dei video più belli che si possano vedere, cinque minuti di riprese fatte dal suo gommone attraverso un drone con telecamera ad alta definizione costato ben 1.700 dollari.

40 Photobombing “Animaleschi” Imperdibili [Photogallery]

0

Sicuramente avrete delle foto in cui qualcuno si mette in mezzo o davanti o ancora vi fa le classiche “corna” da dietro col solo scopo di rovinarvi la foto… le abbiamo tutti… e non solo quelle di scuola. Ecco per questo tipo di foto “rovinate” dagli amici, esiste ora un nome: photobombing.

Questo termine è nato in America nel 2008 ma solo oggi con il grande sviluppo di internet e la smania di condivisione delle foto, è entrato nel linguaggio diciamo “comune“, il termine in se deriva dall’unione delle parole (photo) e bombardamento (bombing), e chi disturba le foto viene definito photobomber… e spesso viene usato anche per definire animali o altri oggetti, che si interpongono tra la macchina e il soggetto e ne rovinano l’esito.

Nell’Oceano non c’è più Vita

0

La notizia allarmante arriva da un australiano Ivan Macfadyen un marinaio triste che ha effettuato la traversata del Pacifico, un’impresa che aveva già effettuato dieci anni fa.

La differenza è stata sconcertante per Ivan, all’epoca nel Pacifico tra l’Australia e il Giappone bastava buttare una lenza per procurarsi il pranzo, ma questa volta niente da fare… in tutta la traversata solo due prede. Per non parlare dell’oceano tra il Giappone e la California: un deserto formato da acqua e rottami.

Ed è questo che Ivan Macfadyen, dopo 28 giorni di desolata navigazione nel Pacifico, ha raccontato al The Newcastle Herald e che lentamente sta facendo il giro del mondo.

Spot choc di Joaquin Phoenix: finge di annegare per mostrare come muore un pesce

0

E’ l’ultimo spot della PETA (People for the Ethical Treatment of Animals), un’organizzazione non-profit a sostegno dei diritti animali. Il protagonista di questo spot così tanto criticato è Joaquin Phoenix, l’attore di ‘The Master’.

Lo si vede sott’acqua e pian piano inizia a mancargli l’aria. Finge di annegare mentre una scritta appare e chiede agli spettatori di immedesimarsi in un pesce che viene pescato e tirato fuori dall’acqua (il suo habitat) e lasciato lì a boccheggiare fino all’inevitabile morte.

Emergenza ambientale in Liguria, si cercano volontari

0

Ormai è emergenza ambientale in Liguria. Qualcuno ha cercato di rubare del combustibile dal deposito per uso agricolo della Opam Oils spa, ma durante la manomissione degli impianti una valvola si è rotta causando un pericolosissimo sversamento da un serbatoio da 40 mila litri nel rio Carenda, ad Albenga, in località Campochiesa.

Purtroppo a farne le spese sono molti pesci, le tartarughe, germani reali e i comuni volatili che girano intorno al fiume. Per ora i vigili del fuoco, l’Arpa, la Guardia Costiera e Forestale stanno cercando di pompare il combustibile, ma si teme che il lavoro di bonifica delll’area durerà circa due mesi.