Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Massacro

Tag: massacro

Il massacro degli agnelli si avvicina…

0

Come ogni anno quando si avvicina la Pasqua non si può non pensare all’imminente massacro degli agnelli.

Cosa fare per ostacolare questa violenta e primitiva abitudine?

Abbiamo pensato semplicemente di raccontarvi come avviene la macellazione di un agnello: forse la consapevolezza di cosa si nasconde dietro al consumo di carne può condurci tutti a riflettere.

Innanzitutto c’è da dire che le pecore sono animali intelligenti ed affettuose ma il modo crudele con cui l’uomo terrorizza questi animali li fa vivere nell’angoscia e nel timore e non si mostrano per quello che sono realmente. Gli agnelli sono per natura dei cuccioli vivaci e giocherelloni: vengono però separati dalla propria madre precocemente a circa 1 mese di vita.

Etiopia: tribù massacrate per una diga. Anche l’Italia è coinvolta

0

ll 28 dicembre 2012, 147 membri della tribù dei Suri (molti dei quali donne e bambini) sono stati massacrati dai soldati governativi etiopi, che volevano sfrattarli dai loro terreni.

Proprio sul loro territorio è prevista la costruzione di una diga (denominata GIBE III) sul fiume Omo. La italiana Salini S.P.A. è coinvolta nella costruzione di questo progetto.

Da tempo il governo etiope allontana violentemente, anche per mezzo dell’uccisione, le popolazioni primitive che ostacolano progetti di sviluppo di diverse multinazionali occidentali.

Una lettera alla chiesa per evitare un massacro

3
Si avvicina la Pasqua e con questa festività, che dovrebbe simboleggiare rinascita e felicità, ci accingiamo ad assaporare gustosi cosciotti di agnello al forno con patate. Già. Peccato che per soddisfare la nostra voglia di carne tenera e delicata milioni di agnellini di pochi giorni vengano portati via alle loro mamme, appesi e sgozzati e questo è quello che ne rimane. 

L’ex ministro per i Beni culturali Sandro Bondi e la sua compagna la deputata del Pdl Manuela Repetti, oltre ad annunciare le loro nozze in autunno hanno deciso di scrivere una lettera a “quattro mani” alla chiesa, chiedendo che la stessa interrompa questo massacro.