Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Disastro ambientale

Tag: disastro ambientale

Rischio ambientale in Alaska: piattaforma petrolifera arenata

0

Una piattaforma per trivellazioni petrolifere si è incagliata ieri nel golfo dell’Alaska vicino alle coste di un’isola disabitata chiamata Sitkalidak. A causa del mare in tempesta di questi giorni si sono rotti i cavi di traino che la univano ad un rimorchiatore e così ha iniziato ad andare alla deriva.

Si tratta della Kulluk della Shell e a bordo si trova un carico di quasi 600 mila litri tra carburanti e oli. Il rischio che si teme è il disastro ambientale. Le squadre di emergenza della Guardia Costiera americana sono infatti pronte ad agire ma non possono intervenire a causa del mare in tempesta: un ostacolo che fa temere il peggio.

Costa Concordia: primo serbatoio di poppa svuotato

0

Continuiamo a seguire la vicenda della nave da crociera naufragata vicino all’Isola del Giglio. Prima la tragedia dei morti e dei dispersi, ora rimane il rischio del disastro ambientale.

La nave è ancora lì: gigantesca, deserta, rovesciata. Fortunatamente, grazie soprattutto al tempo non avverso, le operazioni di svuotamento dei serbatoi sono iniziate e continuano a buon ritmo.

Ricordiamo che il rischio di fuoriuscita dai serbatoi del carburante è ancora elevato e ciò provocherebbe di sicuro un danno ambientale catastrofico: le acque marine ed i suoi abitanti ne risentirebbero non poco!

Concordia: lista delle sostanze inquinanti a bordo

0

Il rischio per un probabile disastro ambientale causato dalla dispersione in acqua di sostanze inquinanti della nave da crociera naufragata, è ancora alto.

Di recente è stato fornito l’elenco dettagliato dei materiali e delle sostanze presenti sulla nave. Abbiamo ritenuto utile riportarlo poichè non si tratta unicamente di carburante inquinante ma di altre sostanze tossiche e nocive. Inoltre ci sembrava interessante conoscere cosa c’è effettivamente a bordo di una nave di queste proporzioni.

Eccovi l’elenco:

– 1.351 metri cubi di acque grigie e nere

– 3.504 metri cubi di acqua di mare nelle casse zavorra

– circa 41 metri cubi di oli lubrificanti

Naufragio Isola del Giglio:rischio disastro ambientale

0

L’incidente è avvenuto venerdì sera: la nave da crociera Costa si è incagliata davanti all’Isola del Giglio. Purtroppo ci sono stati morti e feriti e tuttora ancora dispersi.

Ma ad aggiungersi a questa tragedia c’è anche un altro fattore: cresce di ora in ora la preoccupazione per un possibile disastro ambientale!

Il carburante della nave, infatti, rischia di fuoriuscire e di provocare danni enormi:  parliamo di ben 2400 tonnellate di gasolio! Il rischio è purtroppo abbastanza elevato poichè la nave si è inclinata da un lato in seguito all’incidente.

Marea Nera: si teme per il cargo incagliato al largo della Nuova Zelanda

0
cargo_rena

cargo_renaCapita spesso, quasi troppo spesso, e adesso è capitato nuovamente, in Nuova Zelanda. Al largo della bay of Plenty si è incastrata due giorni fa e adesso minaccia un disastro ambientale di vaste proporzioni. Si tratta della nave cargo Rena, registrata in Liberia ma di proprietà dell’armatore Greco Costamare Inc., è lunga bel 236 metri e trasporta ben 2.100 container ed ha nella stiva circa 1.700 tonnellate di carburante, che se iniziassero a fuoriuscire potrebbero creare un disastro ambientale di proporzioni enormi, anche se c’è la concreta possibilità di evitarlo. Infatti ecco la dichiarazione in merito del Ministro dei Trasporti del Governo Neozelandese Nick Smith “potrebbe diventare la peggiore catastrofe ecologica marittima degli ultimi decenni in Nuova Zelanda“.