Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Aidaa

Tag: Aidaa

A San Valentino crescono gli abbandoni di animali

0

Dati che devono far riflettere: oltre il 70% degli animali che vengono regalati il giorno di San Valentino finiscono per essere abbandonati. 

E’ ciò che dichiara l’Aidaa (l’Associazione italiana difesa animali ed ambiente) che invita tutti a ”non regalare cani, ne’ altri animali a san Valentino se non a persone che veramente li desiderano’‘. Il rischio è che i cani o i gatti regalati per questa ricorrenza finiscano per strada o nei canili.

Cane abbandonato, ecco cosa fare

2

cane-abbandonato

Purtroppo nei mesi estivi c’è il rischio di imbattersi in spiacevolissimi incontri. Questi incontri devono essere gestiti con molta cautela e tanta attenzione.

Stiamo parlando di incontri che si possono fare con cani abbandonati, impauriti e che avvengono spesso e volentieri su strade a volte molto trafficate.

L’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) ci fornisce 10 linee guida da seguire nel caso dovessimo imbatterci in uno di questi sfortunelli animali.

Questo decalogo deve essere seguito alla lettera, per non imbattersi in errori grossolani o, peggio, far del male all’animale.

cane-abbandonato1

Microchip obbligatorio anche per i gatti

0

Finalmente qualcosa di utile anche per i felini, la microchippatura è un dovere di tutti i padroni dei cani in modo che l’anagrafe canina possa controllare la distribuzione dei randagi sul territorio, inoltre è utilissima in caso di smarrimento o furto. Il microchip ha sostituito la vecchia abitudine del tatuaggio ed è anche un deterrente per quei “padroni” che potrebbero macchiarsi di reati sugli animali, come l’abbandono o peggio…

Brindisi: gatti avvelenati all’asilo

0
E siamo di nuovo qui a raccontare di fatti incresciosi che colpiscono le bestiole indifese. Questa volta il fatto accade a Brindisi inPuglia, splendida cittadina ma con una donna davvero pessima ad abitarvici.

Questa signora brindisina è stata denunciata per aver avvelenato i gatti presenti in una delle scuole della città, così come riportato dai volontari dell’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente).

Nei pressi della Scuola Materna Pubblica del rione Casale, risiede da tempo una colonia felina regolarizzata e tutelata da AIDAA.

E sembra che questa signora, già dallo scorso Marzo, si avvicinasse alle mura dell’asilo per lasciare bocconi avvelenati per i gattini.

Come affrontare il caldo con gli amici a quattro zampe

1

E’ arrivato un gran caldo in questi giorni, sembra che siano i giorni di primavera più calda da 200 anni a questa parte. Le temperature salgono  fino ai 30 gradi e i nostri amici animali soffrono quanto noi se non di più (ricordatevi che loro hanno una bella pelliccia a ricoprirli) e come ogni anno Aidaa (Associazione Italiana Difesa  Animali e Ambiente) propone un decalogo di suggerimenti per evitare guai e problemi alla salute di gatti, cani ma anche dei coniglietti e dei pesciolini di casa, regole che seguite alla lettera aiuteranno anche loro a vivere meglio queste giornate torride.

Parchi rinnovabili: la protesta degli animalisti

1

I parchi rinnovabili destinati a creare energia sostenibile (fotovoltaica ed eolica) sono accusati dagli animalisti di provocare la morte di migliaia di animali.

Come è possibile che una pratica così ecologica da un lato sia così devastante dall’altro?

Perchè questi parchi vengono costruiti principalmente su terreni agricoli e su spazi verdi e di conseguenza flora e fauna ne risultano disturbate.

Maltrattamenti animali: no alla denuncia via sms

0

L’associazione Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) ha parlato di recente di un nuovo servizio attraverso cui è possibile segnalare situazioni di maltrattamento via sms: sarà poi l’associazione stessa a verificare il fatto e a inoltrarlo alle forze dell’ordine.

In seguito a questo annuncio le associazioni animaliste ENPA, LAV, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Le.I.D.A.A., OIPA e Save the dogs si sono dichiarate contrarie a questa iniziativa: in questo modo, infatti, si deresponsalizzano i cittadini che non si espongono in prima persona!