Archimede per togliere il globo terrestre dal suo posto e trasportarlo altrove non chiedeva che un punto saldo e immobile, parimenti, anche io potrò concepire alte speranze, se avrò tanta fortuna da scoprire una cosa sola che sia certa e indubitabile” Cartesio

Spesso i dubbi vengono etichettati in modo negativo. Fior fiore di tecniche promettono di restituirci sicurezza in noi stessi eliminando i dubbi che frenano il nostro progresso. Ma siamo certi siano nostri nemici?

Se l’idea di spingerci oltre le verità assodate, oltre i limiti prestabiliti da altri, non ci attira, allora i dubbi potrebbero risultare, in effetti, fastidiosi, scomodi, infidi. Se al contrario desideriamo guardare oltre le apparenze, ecco che i dubbi diventano nostri alleati.

Per quanto spaventoso possa sembrare, dubitare fa bene. Ed è fondamentale per crescere. Non mi riferisco ai dubbi che bloccano completamente l’individuo impedendogli di fare qualunque passo avanti, perché ritengo che in ogni cosa occorra equilibrio. Ma ai dubbi che rimettono in discussione le nostre certezze e le comodità, interiori o esteriori, che ci limitano tramutandosi in prigioni dorate.

dubitare

Per chiarire il concetto porto un esempio personale: anni fa per la prima volta nella mia vita iniziai un lavoro che mi piaceva davvero. A quel tempo ero convinta di aver trovato la mia strada; col senno di poi mi accorsi che era solo l’inizio. Una prima tappa di un percorso molto più articolato, per certi versi difficile, ma più avvincente. Lo compresi strada facendo grazie ai dubbi. Se non avessero fatto capolino, mi sarei accontentata di quel primo lavoro, auto-convincendomi per timore di spingermi oltre, che fosse per la vita, che bastasse.

I dubbi ci spingono a superare noi stessi, a scoprirci e riscoprirci più e più volte. E’ un processo che richiede coraggio ma è molto più interessante del benessere fine a se stesso. Le certezze ci fanno sentire al sicuro ma ci limitano al tempo stesso, bloccandoci quanto i dubbi ossessivi.

Eppure le preferiamo.

Penso che alcuni guru abbiano tanto successo perché, al di là del carisma personale, intercettano il bisogno di molte persone di essere rassicurate, offrendo soluzioni pratiche e apparentemente efficaci ai dilemmi esistenziali di ognuno. Giocano, a volte forse in modo inconsapevole, sulla nostra paura di stare male, di essere infelici, di sentirci persi. E così spopolano le ricette per il benessere sfornate in pacchetti salva-vita, come se essa si riducesse a così poco.

Dubitare

Quando penso che un personaggio come Socrate affermava di sapere di non sapere, mi chiedo come sia possibile dubitare ancora dell’importanza dei dubbi. Ma qui non mi riferisco ai dubbi scettici e assoluti, bensì a quelli “costruttivi”. Dubbi che aiutano a rimettere in discussione le nostre pseudo-verità, dubbi senza i quali la scienza e tante altre discipline non sarebbero arrivate ai risultati di oggi. Perché senza Dubbio i ricercatori si sarebbero accontentati delle scoperte del passato.

Le Verità assolute tendono a renderci estremisti, ma anche sterili, senza contare che in loro nome ci sentiamo legittimati a commettere cose atroci. Quando si dubita in modo costruttivo, si è più attenti perché consapevoli che non esistono verità assolute e che qualcosa è verità fintantoché qualcuno non dimostra il contrario. Personalmente ritengo che le certezze ci aiutino a vivere meglio, ci offrano un po’ di indispensabile riposo, ma che sia merito dei dubbi se cresciamo. La disponibilità ad imparare di continuo, a rimettere in discussione se necessario le certezze cui siamo giunti, è indispensabile. Può far paura in un primo momento perché l’ignoto è come il buio, si cammina a tentoni, ma le scoperte spesso sono incredibili.

Citazioni sui dubbi di vari autori

importanza-dei-dubbi

“… perché non potrei dubitare, se non ci fosse una verità che appunto al dubbio si sottrae”. Agostino

Contro l’etica della verità significa a favore di un’etica del dubbio. Al di là delle apparenze, il dubbio non è affatto il contrario della verità. In un certo senso, ne è la ri-affermazione. È incontestabile che solo chi crede nella verità può dubitare, anzi: dubitarne. ” Gustavo Zagrebelsky

– “Il dubbio cresce con la conoscenza“. Goethe

– “Chi dubita di tutto, forse ha capito tutto. Chi non dubita di nulla è capace di tutto. Chi non dubita mai di niente non ha capito niente. Dubito sempre di chi non dubita di niente.” Roberto Gervaso

– “Se vuoi diventare un vero cercatore della verità, almeno una volta nella tua vita devi dubitare, il più profondamente possibile, di tutte le cose.” René Descartes

– “La verità non vuol altro dio all’infuori di sé. – La fede nella verità comincia con il dubbio in tutte le «verità» credute sino a quel momento.” Friedrich Nietzsche

– “Sia ringraziato il dubbio perché | mai fa fermar | e ci costringe sempre tutto a ricambiar. | Il mondo ch’è cambiato | dobbiamo ricambiarlo | e quello che sta fermo | rifiutarlo.” Paolo Pietrangeli

– “Ci sono due specie di sciocchi: quelli che non dubitano di niente e quelli che dubitano di tutto.” Charles Joseph de Ligne

Laura De Rosa
yinyangtherapy.it