10393977_791627730859437_3529599701082659905_n

❝Non c’è piede troppo piccolo che non può lasciare un impronta in questo mondo❞

Questa è la storia di un piedino piccolo, quello di Shane Michael Haley che è nato il 09 Ottobre 2014 alle ore 2 e 25 di mattina e che è morto sempre  il 9 Ottobre alle 6 e un quarto. Il suo cuore ha vissuto solo 3 ore e 55 minuti, ma seppur breve la sua vita è stata piena d’amore, tra le braccia di coloro che più lo amavano al mondo, la sua mamma Jenna e il suo papà Dan.

Anencefalia

Shane Michael Haley è nato con una gravissima malformazione chiamata anencefalia, già riscontrata nel terzo mese di gravidanza, che porta il neonato a nascere privo totalmente o parzialmente della volta cranica e dell’encefalo; nella maggior parte dei casi i neonati non sopravvivono al parto mentre alcuni vivono anche uno o due giorni.

La scelta di Jenna e Dan è stata una scelta difficile, ma hanno comunque voluto affrontare la nascita del loro primo figlio, vivere ogni istante possibile insieme a lui e regalargli, sulla pagina Facebook Prayers for Shane, un diario con tutti i momenti trascorsi prima e dopo la sua venuta la mondo, le foto dei viaggi dove i due genitori hanno portato orgogliosi il loro bambino e le feste al quale lo hanno fatto partecipare.

Shane Michael Haley

Jenna e Dan hanno anche documentato l’inizio del travaglio e la nascita, ma soprattutto le poche ore d’amore trascorse insieme, in quelle ore dove loro tre erano una famiglia, dove loro avevano tutto quello di cui  avevano bisogno: l’Amore.

Dire se la scelta di questi due genitori sia giusta o sbagliata non sta a noi giudicarlo, ogni persona “sente” quello che è giusto fare nel proprio cuore. Credere in una qualsiasi religione, o essere atei non fa la differenza, non c’è una versione giusta e una sbagliata per quella creaturina il cui cuore ha battuto tra le braccia della sua mamma piene d’affetto per lui.

E’ stata una scelta. 

Anencefalia

Il piccolo Shane Michael Haley è stato battezzato e lo hanno lasciato addormentare serenamente accompagnandolo nel suo ultimo viaggio cullato tra le braccia delle due persone che lo hanno amato più di ogni altro.

Il post del papà è molto toccante e oltre a ringraziare le persone che sono state vicine alla sua famiglia vuole anche dimostrare quanto per loro sia stato importante stringere Shane al cuore:

“Shane ha trascorso tutta la sua vita tra le braccia di persone che lo amavano incondizionatamente e non credo che si potrebbe chiedere cosa più bella”

Shane Michael Haley

Anche il piccolo Grayson James Walker venne al mondo con una grave anencefalia e fu amato tantissimo nei suoi momenti di vita, ora sono due angioletti che dall’alto riempiono i cuori dei loro genitori.