Curiosità
Primo piano

La Venezia dei Paesi Bassi, un Luogo da Favola

Di Valeria Bonora - 30 Aprile 2014

Stufi del traffico cittadino, degli ingorghi stradali, delle frenetiche corse per prendere l’autobus? Allora il paese giusto è Giethoorn un piccolo villaggio Olandese situato nella provincia dell’Overijssel chiamato la Venezia dei Paesi Bassi o Venezia verde per i circa 7,5 km di canali che lo attraversano.

Giethoorn fu fondata intorno al 1230 quando la setta dei Flagellanti, fuggiti dalle persecuzioni religiose e provenienti dalle regioni del mediterraneo vi si stabilirono. Vi trovarono una moltitudine di corna di capre selvatiche rinvenuti nelle torbiere della regione che, probabilmente, morirono nella grande alluvione di S. Elisabetta nel 1170, da qui il nome dell’insediamento Geytenhorn che letteralmente significa corno di capra, più tardi divenne Geythorn e ora si chiama Giethoorn.

Se si vuole viaggiare lo si deve fare attraverso i canali e ponti (se ne contano più di 176), le imbarcazioni sono chiamate “whisper-boats” perché sono azionati da un motore elettrico silenzioso, in modo che praticamente non disturbino la pace e la tranquillità di questo piccolo villaggio che conta circa 2.600 anime.

I canali sono profondi cira un metro e furono scavati per trasportare la torba fuori dal villaggio, lo scavo della torba ha portato ad avere molti laghetti chiamati Wieden.

Molte case sono state costruite su isole e sono raggiungibili solo attraversando i ponti di legno. La maggior parte delle case ha tetti di paglia, le zone paludose forniscono parecchie canne per la lavorazione. In passato solo le persone ricche avevano i tetti di tegole, perchè erano molto più costose che la canna, ora invece è il contrario: avere un tetto di paglia costa molti più soldi che coprirlo con delle tegole.

Questo villaggio è molto suggestivo da visitare, un tappeto erboso ricamato di canali, senza traffico nè frenesia, con il sole che brilla nell’acqua e le nebbia che avvolge i ponti, il tutto immerso nel mezzo di un parco naturale, costellato di torbiere acquitrinose e chiamato De Wieden e che si trova a soli 120 chilometri da Amsterdam.


✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!
 





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)