Sei in Salute

Nitrati e Nitriti: Additivi Alimentari, Cosa Sono e i Rischi per la Salute

Largamente utilizzati nell’industria alimentare per migliorare le caratteristiche organolettiche dei cibi e per preservarli da contaminazioni microbiche, gli additivi sono perlopiù innocui. Alcuni di loro possono subire però modificazioni nell’organismo o durante la cottura, trasformandosi in sostanze nocive. Tra questi vi sono i nitrati e nitriti, utilizzati soprattutto nella conservazione di carne e insaccati e soggetti a modificazioni chimiche che possono convertirli in N-nitrosammine, molecole potenzialmente cancerogene.

Eccesso di Fruttosio: Pericolo per il Fegato dei Bambini

Troppo fruttosio è nocivo per il fegato dei bambini. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’area di malattie epato-metaboliche dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, l’abuso sistematico di questo monosaccaride aggiunto a cibi e bevande comporta danni per la salute dei più piccoli, poiché «le quantità assunte quotidianamente in eccesso accrescono di una volta e mezza il rischio di sviluppare malattie epatiche gravi».

La ricerca è durata quattro anni e i suoi risultati sono stati pubblicati sul Journal of Epatology. Dal 2012 al 2016, ben 217 bambini e ragazzi sovrappeso o obesi affetti da fegato grasso sono finiti sotto la lente degli specialisti: gli esami effettuati hanno rilevato livelli eccessivi di acido urico in circolo in metà dei soggetti.

Guida alle Allergie Alimentari

Definita come reazione immunologica avversa ad un alimento o ad un suo componente, le allergie alimentari sono una malattia con costi sanitari rilevanti ed elevato impatto sulla qualità di vita, che solo in Italia colpisce 1.800.000 persone.

Secondo i dati scientifici più recenti interessa circa il 2-4% della popolazione generale, con maggiore incidenza nell’età pediatrica, visto che riguarda il 6-8% dei lattanti e il 3-5% dei bambini fino agli 8 anni. Nel caso di questa patologia le reazioni immediate o ritardate più o meno gravi, che in casi estremi possono condurre perfino alla morte, non sono provocate da sostanze tossiche o agenti infettivi, ma da componenti alimentari proteici (allergeni) generalmente innocui. Stiamo dunque parlando di una malattia legata a una produzione di anticorpi (immunoglobine E -IgE) o a risposte cellulo-mediate nei confronti di proteine alimentari, da parte di soggetti geneticamente predisposti.

Prevenzione Del Diabete – La Frutta è Pericolosa o No?

Sappiamo che chi  ha già il diabete deve stare attento alla frutta, e per ora diamo pure per scontato sia vero.
Se uno il diabete non ce l’ha però, quanto è importante la frutta per prevenirlo? E quanta frutta in caso?
Cosa avevano in comune le persone testate per decenni negli studi scientifici e che non hanno sviluppato il diabete? Secondo voi mangiavano più o meno frutta degli altri?

Partiamo in quarta sentendo l’autorevole opinione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Intestino: il Custode del Nostro Benessere

«Tutte le malattie hanno origine nell’intestino».

Antica citazione quanto mai attuale quella di Ippocrate, poiché questo organo a forma di tubo e ripiegato all’interno dell’addome svolge un ruolo cruciale per il mantenimento di una perfetta salute fisica e psichica.

Quale tratto del canale alimentare che segue allo stomaco e sbocca all’esterno con l’orifizio anale, l’intestino risulta fondamentale per il completamento della digestione, l’assorbimento dei nutrienti, l’eliminazione delle sostanze di scarto, il funzionamento del sistema immunitario e la difesa dell’organismo da batteri o altri elementi nocivi provenienti dall’esterno; diviso in due porzioni principali (intestino tenue, che presiede al compimento delle funzioni digestive avviate nello stomaco e all’assorbimento dei nutrienti, e intestino crasso, deputato invece ad assorbire l’acqua e i sali minerali che si trovano nella parte indigeribile degli alimenti e a espellere il cibo non digerito sotto forma di feci), questo prezioso organo ospita un vero tesoro, il microbiota, che costituisce il principale alleato per la nostra salute.

Come Affrontare l’Ansia

Non c’è emozione più devastante dell’ansia, almeno una volta nella vita tutti l’hanno provata e tutti possono dire di averla vissuta come una sensazione attanagliante, quasi un senso di soffocamento. Alcuni la descrivono come un buco nero all’altezza dello stomaco che sembra risucchiare ogni energia vitale, altri come un macigno pesantissimo sulle spalle che sembra schiacciare e impedire ogni movimento… in ogni caso non è una bella sensazione.

ansia

Di solito l’ansia arriva quando siamo sotto stress, quando ci sentiamo minacciati da qualcosa o qualcuno o quando neppure noi sappiamo trovarne il motivo, a volte arriva e basta senza una vera giustificazione, inconsciamente, all’improvviso… e spesso si traduce anche in veri e propri attacchi di panico.

Sonno bifasico: l’alternativa al dormire di notte per otto ore consecutive

Funzione biologica indispensabile, il sonno occupa un terzo dell’esistenza di ogni essere umano e permette il recupero delle energie fisiche e mentali, lo svolgimento delle normali funzioni immunitarie e metaboliche, la facilitazione delle funzioni motorie e il consolidamento della memoria. Oggi diamo per scontato che la soluzione migliore sia quella di dormire per otto ore di fila nel corso della notte, ma siamo sicuri che questo trend sia il più efficace e, soprattutto, sia stato il più ricorrente nella storia dell’umanità?

In Italia Troppi Antibiotici negli Allevamenti: Ecco Perchè è Pericoloso per l’Uomo

Un “lento tsunami” sta minando la salute a livello mondiale. La definizione di Margaret Chan, direttrice generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), si riferisce all’antibiotico-resistenza, un fenomeno causato in primis dagli allevamenti intensivi, che nella sola Unione europea provoca 25mila morti all’anno, con una spesa sanitaria di ben 1,5 miliardi di euro (dati del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie di Stoccolma).

Dolore Cervicale: L’origine Psicosomatica e i Rimedi Naturali

Rigidità del collo, senso di nausea, vertigini, mal di testa, formicolio e intorpidimento a livello delle spalle e delle braccia fino alle mani, problemi alla vista (offuscamento) e all’udito (ronzio), perdita dell’equilibrio e tachicardia: sono gli sgradevoli sintomi del dolore cervicale (o cervicalgia), che ogni anno affligge il 30-50% della popolazione, colpendo di più le donne e le persone di mezza età, soprattutto nelle ore mattutine. Le cause di questo problema sono varie e di differente natura, comprendendo sedentarietà e scarsa attività fisica, scorretta postura, sforzi eccessivi e fattori traumatici (colpo di frusta, lesioni ai muscoli e alle articolazioni del collo, colpi di freddo), malocclusione dentale, gengiviti e mancanza di un molare, patologie gastrointestinali (gastrite o disturbi a carico della cistifellea) e condizioni di stress psico-fisico.

Prendersi Cura dei Denti in Modo Naturale

«Per prevenire la carie, ci hanno insegnato a lavarci i denti due volte al giorno, a usare il filo interdentale e a fare controlli regolari dal dentista, eppure un numero sbalorditivo di cavità, corone, cure canalari e denti estratti testimonia dolorosamente che nella nostra igiene orale abbiamo omesso qualcosa. Nonostante la pletora di trattamenti al fluoro, di collutori e di promesse sulla salute della bocca, si sono visti più denti cariati nell’ultimo secolo che in quelli che lo hanno preceduto». Scrive così nel suo libro “Cura i tuoi denti in modo naturale” (Macro Edizioni, 2016) Nadine Artemis, aromacologa ed esperta di oli essenziali, oggi tra le personalità più influenti del mondo olistico nordamericano.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655