Sei in Salute

Chicza: dal Messico l’unico chewing-gum 100% biologico e biodegradabile

La maggior parte dei chewing-gum oggi in commercio sono prodotti industriali tutt’altro che sani e pericolosi per l’ambiente. Non ci rendiamo conto che mastichiamo plastica e moltiplichiamo i rifiuti, perché le nostre amate gomme sono composte per lo più da polimeri a base di petrolio, si degradano in un tempo non inferiore ai cinque anni e comportano costi pubblici notevoli per la loro rimozione. Una sana alternativa esiste: si chiama Chicza, è prodotta in Messico secondo criteri eco-solidali dai veri guardiani della foresta maya (i chicleros) e si presenta come l’unico chewing-gum al mondo certificato biologico e biodegradabile al 100%.

Allergia ai Pollini: come affrontarle in modo naturale

Chi soffre di allergia ai pollini in questo periodo ha già le antenne dritte, si prepara ad affrontare ogni evento con occhi arrossati, naso che cola e respiro alla Dart Fener, riempiendo le tasche delle farmacie con l’acquisto di chili di antistaminici e fazzolettini… ma è possibile stare meglio senza ricorrere ai farmaci?

Allergia ai Pollini

La risposta è sì, inoltre i farmaci attualmente sul mercato non curano l’allergia ma ne contrastano i sintomi infiammatori che si scatenano durante le crisi.

L’obesità è Un’epidemia Globale: Problemi e Rimedi

Colpisce 600 milioni di persone in tutto il mondo e provoca ogni anno 3,4 milioni di vittime per patologie correlate all’eccesso di peso: l’obesità è una malattia cronica che è stata troppo a lungo sottovalutata e ancora oggi è poco curata. Una vera e propria epidemia globale, originata da abitudine alimentari scorrette e ipercaloriche e da stili di vita sedentari, che rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica. Solo in  Italia comporta ogni anno  22,8 miliardi di euro di costi diretti, il 64% dei quali legati all’ospedalizzazione.

Autostima: Potenziarla Gestendo le Emozioni e Avendo Cura di Sé

“Nasciamo con un carattere; ci viene dato, è un dono dei guardiani della nostra nascita, come dicono le vecchie storie… ognuno entra nel mondo con una vocazione.” ~ James Hillman

Nell’articolo Autostima: volersi bene per vivere meglio, abbiamo delineato alcuni concetti importanti relativi alla cura di sé stessi. Ci siamo soffermati sull’importanza dell’introspezione, quale strumento specifico per arrivare a capire di che cosa, realmente, abbiamo bisogno per vivere bene.

Sono stati poi elencati cinque punti fondamentali nel percorso di presa in carico di se stessi e, adesso, analizzeremo uno ad uno questi punti, mettendoli in pratica con semplici esercizi. Cominciamo.

Autostima: Volersi Bene per Vivere Meglio

“Ogni mattino ti è data la possibilità di agire, fare, essere. Sii il meglio di ciò che sei!” ~ Stephen  Littleword

La realtà quotidiana che viviamo è spesso congestionata da mille impegni e responsabilità che occupano per intero il nostro tempo e le nostre energie. A tutto ciò si aggiunge la forte carica di stress, di preoccupazioni, di incertezza che il clima sociale infonde, specialmente per il lavoro, per il futuro. In questa situazione, ne converrete con me, non è semplice riuscire a vivere serenamente e, soprattutto, a dedicarsi quell’attenzione necessaria a permetterci di recuperare equilibrio ed energie per  vivere al meglio la nostra esistenza, nell’ottica di onorare la nostra missione di vita.

Pedalare è Bello: le Notizie Bufale sull’Uso della Bici in Città

Utilizzare la Bici in Città per i nostri spostamenti quotidiani è sinonimo di salute e benessere. L’atto del pedalare migliora l’umore, tonifica la muscolatura del corpo, aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, tiene sotto controllo il peso e aumenta la longevità. Un uso sistematico della bicicletta da parte di un sempre maggior numero di cittadini si traduce in città più vivibili e a misura d’uomo, meno inquinate e rumorose e non più in preda al traffico automobilistico, con notevoli benefici per la collettività.

Pesticidi: Sono Inutili e Pericolosissimi

Oltre ad esser pericolosi per la salute umana e l’ambiente, i pesticidi non sono così importanti per garantire la sicurezza alimentare. A tali conclusioni sono giunti Hilal Elver e Baskut Tuncak, relatori delle Nazioni Unite rispettivamente per il diritto al cibo e le sostanze tossiche, autori di un documento presentato il 7 marzo al Consiglio per i diritti umani dell’Onu di Ginevra.

Nitrati e Nitriti: Additivi Alimentari, Cosa Sono e i Rischi per la Salute

Largamente utilizzati nell’industria alimentare per migliorare le caratteristiche organolettiche dei cibi e per preservarli da contaminazioni microbiche, gli additivi sono perlopiù innocui. Alcuni di loro possono subire però modificazioni nell’organismo o durante la cottura, trasformandosi in sostanze nocive. Tra questi vi sono i nitrati e nitriti, utilizzati soprattutto nella conservazione di carne e insaccati e soggetti a modificazioni chimiche che possono convertirli in N-nitrosammine, molecole potenzialmente cancerogene.

Eccesso di Fruttosio: Pericolo per il Fegato dei Bambini

Troppo fruttosio è nocivo per il fegato dei bambini. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’area di malattie epato-metaboliche dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, l’abuso sistematico di questo monosaccaride aggiunto a cibi e bevande comporta danni per la salute dei più piccoli, poiché «le quantità assunte quotidianamente in eccesso accrescono di una volta e mezza il rischio di sviluppare malattie epatiche gravi».

La ricerca è durata quattro anni e i suoi risultati sono stati pubblicati sul Journal of Epatology. Dal 2012 al 2016, ben 217 bambini e ragazzi sovrappeso o obesi affetti da fegato grasso sono finiti sotto la lente degli specialisti: gli esami effettuati hanno rilevato livelli eccessivi di acido urico in circolo in metà dei soggetti.

Guida alle Allergie Alimentari

Definita come reazione immunologica avversa ad un alimento o ad un suo componente, le allergie alimentari sono una malattia con costi sanitari rilevanti ed elevato impatto sulla qualità di vita, che solo in Italia colpisce 1.800.000 persone.

Secondo i dati scientifici più recenti interessa circa il 2-4% della popolazione generale, con maggiore incidenza nell’età pediatrica, visto che riguarda il 6-8% dei lattanti e il 3-5% dei bambini fino agli 8 anni. Nel caso di questa patologia le reazioni immediate o ritardate più o meno gravi, che in casi estremi possono condurre perfino alla morte, non sono provocate da sostanze tossiche o agenti infettivi, ma da componenti alimentari proteici (allergeni) generalmente innocui. Stiamo dunque parlando di una malattia legata a una produzione di anticorpi (immunoglobine E -IgE) o a risposte cellulo-mediate nei confronti di proteine alimentari, da parte di soggetti geneticamente predisposti.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655