Avete mai visto un koala albino? E un pavone? No???? Eccoveli in tutto il loro splendore!!

In questi 14 scatti sono rappresentati gli animali albini più rari e splendidi al mondo. Una collezione di animali rari tutti da ammirare.

 

 

 

 

 

 

L’albinismo (dal latino albus, “bianco”) è una malattia congenita consistente nella totale o parziale deficienza di pigmentazione melaninica nella pelle, nell’iride e nella coroide, nei peli e nei capelli. L’albinismo è il risultato di un’ereditarietà autosomica recessiva ed è noto per la sua incidenza su tutti i vertebrati, incluso l’uomo.

L’albinismo è nella maggior parte dei casi un fenotipo recessivo e pertanto si manifesta in individui nati dall’incrocio di due genitori entrambi albini, l’albinismo è di fenotipo dominante solo nella sua forma oculare. Ma come possiamo notare in alcuni di questi casi come l’orso, la madre era tutt’alro che albina!

Coloro che sono affetti da albinismo possono subire danni esponendosi alla luce solare (eliofobia) e sovente mostrano problemi visivi.

Ci sono diversi tipi di albinismo:

  • L’albinismo totale è piuttosto raro ed è caratterizzato da pelle bianchissima, capelli quasi bianchi o giallo paglierino di consistenza setosa, occhi grigio-bluastri o rosei.
  • Nell’albinismo parziale, relativamente più frequente, la mancanza di pigmentazione è di solito limitata a piccole zone come un ciuffo di capelli, una zona cutanea, o a uno solo degli occhi.
  • L’albinismo oculo-cutaneo riguarda tutto il corpo e si manifesta all’incirca in un neonato ogni 35mila.
  • L’albinismo oculare, dove manca il pigmento nella retina (per questo spesso hanno un visus ridotto), si manifesta in un neonato ogni 15mila.

[Fonte Wikipedia]