Nasce il primo negozio di rifiuti che li acquista pagandoti, ecco dove

Questa che vi stiamo per dare è una notizia molto importante che riguarda un’iniziativa imprenditoriale che parte da San Nicola la Strada, piccola cittadina della provincia di Caserta, la quale ospita la discarica “Lo Uttaro” e che a tal proposito vorrebbe creare un vero e proprio cambiamento ambientale in tutta la Regione Campania.

Sabato 15 marzo c’è stata l’inaugurazione ufficiale del primo puntoEcoladay” della regione. Si tratta in realtà del primo negozio che compra dai cittadini anziché vendere. Ma cosa viene comprato? La materia in questione sono i rifiuti differenziati.

Finalmente questa iniziativa arriva anche in Italia, dopo esser stata avviata già nei paesi civilizzati di tutta Europa. Si tratta sicuramente di un forte segnale di rivoluzione ambientale che parte proprio dal centro della ‘Terra dei Fuochi’, argomento argine dell’ultimo periodo.

Questa iniziativa, come già ribadito, parte da San Nicola la Strada che da anni combatte affinché venga eliminata la discarica di Lo Uttaro, e questa lotta è molto costruttiva. Essa è stata ideata da Palma Ferrante ed è stata resa ufficiale sabato sera in via Bronzetti, con la presenza del presidente della Provincia, Domenico Zinzi, di rappresentanti sindacali e dell’ex sindaco di San Nicola la Strada Angelo Antonio Pascariello.

I cittadini sono molto interessati a questa bellissima iniziativa perché da oggi finalmente grazie ai rifiuti si può guadagnare. Ad ogni famiglia verrà consegnata una scheda sulla quale saranno elencati tutti i rifiuti differenziati quali: plastica, cartone, latta e lattine saranno pagati in base a quello che è il prezzo sul mercato. Tali rifiuti verranno poi rivenduti dal negozio al Consorzio.

Gli imprenditori protagonisti e ideatori di questa iniziativa hanno voluto dichiarare: “quello che facciamo normalmente non è una raccolta differenziata fatta nel migliore dei modi. Quindi il nostro primo compito sarà quello di insegnare a fare bene la differenziata“.

Se facciamo due calcoli e ci basiamo per esempio sui rifiuti che produce una famiglia composta da 4 persone, ci sarebbe la possibilità di portare a casa più di 200 euro l’anno che farebbero molto comodo. Insomma una bella iniziativa che lascia una speranza di risolvere l’inquinamento ambientale della propria città, guadagnando inoltre sui rifiuti che produciamo.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Seguite Eticamente sulla Fanpage di Facebook, su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter!

[Fonte: noi.caserta.it]

 

Luigia Bruccoleri

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Luigia Bruccoleri il 18/03/2014
Categoria/e: Ambiente, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655