Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Etichette

Tag: etichette

In ogni bambino albergano almeno altri 7 bambini venuti prima di lui

0

Ogni bambino ha dentro di sè una storia. Cadremmo in errore però se pensassimo che conti solo la sua di storia, perché in realtà, in ognuno di noi, c’è molto di più…

Diversi studi dimostrano che le nostre cellule, la parte più genetica del nostro essere, viene influenzata da almeno 7 generazioni precedenti… quindi, ad onor del vero, nel nostro albero genealogico dovremmo partire da molto tempo prima della nostra nascita per comprendere le nostre origini, la nostra biologia e non per ultimo, i nostri comportamenti e le reazioni a certe dinamiche che si presentano nella nostra vita.

Biotiful, l’applicazione per leggere l’etichetta di cosmetici e prodotti di bellezza

0

Poche settimane fa vi abbiamo parlato di un’applicazione per smartphone in grado di aiutarci a capire cosa c’è scritto nelle etichette alimentari, in modo semplice e comprensibile, così da indurre il consumatore in una saggia scelta consapevole del prodotto che si accinge ad acquistare.

Per saperne di più —> Edo App, l’applicazione che ci spiega cosa stiamo mangiando!

Oggi, invece, vogliamo dedicarci ad un’altra applicazione analoga, ma rivolta questa volta ai prodotti cosmetici.

biotiful_logo

Biotiful, scegliere consapevolmente i prodotti che entrano a contatto con la nostra pelle

Si chiama Biotiful, e ci aiuta a conoscere gli ingredienti contenuti all’interno dei prodotti che ogni giorno utilizziamo sul nostro corpo.

3 Oli vegetali dannosi: scatta l’obbligo di dichiararli in etichetta!

12

Tutti i prodotti confezionati che acquistiamo presentano al loro interno molti ingredienti, tra questi anche  oli vegetali dannosi.

Vediamoli nel dettaglio.

3 oli vegetali dannosi

1- Olio di palma

L’olio di palma è un ingrediente troppo usato e troppo poco conosciuto. Spendiamo alcune parole in più per questo olio rispetto agli altri perchè i risvolti negativi del suo impiego sono davvero tanti.

E’ tra gli ingredienti più usati in molti settori dell’industria alimentare, dal bakery alle margarine, lo mangiamo la mattina a colazione con i biscotti e la sera se usiamo una margarina.

olio di palma_

Etichette degli Alimenti, 7 Consigli per Acquistare al Meglio

0

Il Ministero della Salute ha pubblicato il 13 Maggio 2014 un opuscolo sulla “Etichettatura degli Alimenti” per aiutare i consumatori ad un acquisto consapevole, più adatto alle proprie esigenze e sicuramente più sano.

Insieme all’invito di leggere attentamente la confezione e quindi le etichette dei prodotti, dà anche delle regole e delle nozioni importatnti da sapere quando scegliamo di acquistare un determinato prodotto.

Ecco come scegliere cosa portare in tavola.

L’etichetta:

E’ una sorta di carta d’identità, la legge (Art. 1 Reg. 1169/2011) ha una definizione specifica per descriverla:

Quando una Mamma Decide di non Arrendersi [Video]

0

Questa è la storia incredibile di una madre che ha completamente ignorato quello che dicevano gli esperti di suo figlio e che buttò via l’etichetta che era stata “appiccicata” su di lui. Questa donna ha seguito il suo istinto con risultati sorprendenti.

Questa è la storia della potenza dell’amore e del coraggio di fronte ad ostacoli schiaccianti, e delle possibilità straordinarie che possono verificarsi quando si impara a sfruttare il vero potenziale che si trova all’interno di ogni bambino, e in ognuno di noi.

Basta Etichette Psichiatriche ai Bambini [Video]

3

Oltre 20 Milioni di Bambini e adolescenti sono etichettati come affetti da  “disturbi mentali”. Queste diagnosi si basano unicamente su una lista prestabilita di comportamenti non standard.

Non ci sono scansioni cerebrali, radiografie, genetica o esami del sangue che possono rivelare se una persona è un  “malato di mente”, e questi bambini sono stigmatizzati a vita con queste etichette di “disordini psichiatrici“, e per “curare” queste “malattie” vengono prescritti pericolosi psicofarmaci che rappresentano troppo spesso un pericolo per la vita dei giovani.

Wurstel di pollo: sicuri di sapere cosa c’è dentro?

1

Sicuramente avete visto come vengono fatti i wurstel nel video che vi avevamo proposto qualche tempo fa… Ma vi siete mai chiesti cosa c’è in quelli di pollo??? Se leggete l’etichetta trovate la scritta “carne separata meccanicamente” (CSM), ma voi lo sapete che cosa è?? Un ingrediente misterioso che troviamo nell’80-90% delle confezioni di wurstel in vendita.

La carne separata meccanicamente non è altro che la carne (se così si può chiamare) ottenuta dalla macellazione delle carcasse avicole, insomma le ossa dei polli.

Il vino provoca il cancro. Bisogna scriverlo sulle etichette!

3

Il rapporto tra vino e tumori è ormai sicuro. E’ ciò che sostiene il professore Gianni Testino, vice presidente nazionale della Società italiana di alcologia (Sia), Coordinatore del Centro Oncologico della Regione Liguria e Direttore dell’Unità operativa Alcologia dell’Istituto Scientifico per la Ricerca sul Cancro dell’Ospedale San Martino di Genova.

Egli insieme all’Associazione nazionale utenti di servizi pubblici (Assoutenti) e allo studio di avvocati “Conte e Giacomini” di Genova, sta lottando per far inserire sulle etichette delle bevande alcoliche sia della dicitura “favorisce il cancro” sia l’indicazione degli ingredienti che compongono la bevanda.

Altroconsumo denuncia 40 prodotti per dicitura ingannevole riguardo la presenza di zucchero

0

Altroconsumo ha analizzato le etichette di 100 prodotti riguardo il contenuto di zucchero e ne ha segnalati ben 40 per dicitura ingannevole. I prodotti sotto accusa includevano marmellate, succhi di frutta, biscotti, omogeneizzati e via dicendo.

Le aziende dei prodotti alimentari escogitano vari trucchetti per “nascondere” la quantità di zuccheri presente in essi: si va dall’utilizzare caratteri minuscoli per le informazioni che non si vogliono far notare all’abitudine di indicare la presenza di fruttosio (percepito positivamente dai consumatori), tralasciando di nominare il saccarosio o il sucralosio. Questi trucchetti servono per far vendere i prodotti ma non tutelano la salute dei consumatori.

I grandi marchi mentono sulle etichette

0

I grandi marchi dei prodotti che acquistiamo non sono trasparenti riguardo la lista degli ingredienti e mettono in questo modo in pericolo la salute dei consumatori. E’ ciò che afferma Martin Isark, attivista che vuole difendere gli acquirenti.

Di conseguenza compriamo prodotti ad alto contenuto si sale, zucchero e grassi senza rendercene conto. I produttori utilizzano una lunga serie di trucchetti per confondere il cliente: si preferisce scrivere sodio invece che sale, carboidrati invece che zuccheri. Nei peggiori dei casi i valori nutrizionali non ci sono affatto.