Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Aifa

Tag: aifa

Farmaci: Ecco quelli con più reazioni avverse

1
Medicinali

L’Aifa, ovvero l’Agenzia Italiana del Farmaco, ha presentato pochi giorni fa il Rapporto su “l’uso dei farmaci in Italia”. A parte le cifre astronimiche di spese per i farmaci che si possono leggere sul rapporto, un’altro dato allarmante che dovrebbe fare drizzare le orecchie un po’ a tutti è il numero di segnalazioni di sospette reazioni avverse da medicinali, che nel corso del 2013 hanno raggiunto il massimo storico di 40.957 segnalazioni, un trend che è in crescita costante in Italia negli ultimi anni.

Medicinali

Il 70% dei farmaci dati ai bambini non sono adatti a loro

0

I bambini sono sottoposti ad una medicalizzazione eccessiva. Se hanno un banale raffreddore prendono un farmaco, appena la febbre sale di un pò ecco che c’è bisogno del farmaco. Purtroppo utilizziamo troppi farmaci e trasportiamo questa nostra malsana abitudine anche sui nostri bambini.

Una recente ricerca dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha rivelato poi che il 70% dei farmaci somministrati ai bambini non sono stati studiati per loro: accade cioè non di rado che si utilizzano farmaci destinati all’uso adulto e si diminuiscono le dosi in base al peso e all’età del bambino. Una pratica sempre più diffusa ma che risulta pericolosa per la salute del piccolo.

Buccolam ritirato dal commercio, sospetto rischio di contaminazione con un altro farmaco: tutti i dettagli

0

Il Buccolam è un farmaco distribuito dalla Viropharma per il trattamento di crisi convulsive acute prolungate, in bambini e adolescenti dai 3 mesi ai 18 anni, può essere usato solo da genitori/persone che prestano assistenza a persone che abbiano ricevuto una diagnosi di epilessia, mentre per i bambini di età compresa tra 3 e 6 mesi il trattamento deve essere eseguito in contesto ospedaliero in cui sia possibile il monitoraggio e siano disponibili presidi per la rianimazione.

Muscoril e Altri Farmaci di uso comune Pericolosi perchè Possono causare Sterilità e Cancro

0

L’ Aifa, l’ agenzia italiana del farmaco, ha comunicato attraverso una nota informativa di Febbraio che il principio attivo contenuto in alcuni farmaci come il Muscoril potrebbero provocare danni importanti.

Si legge: “Il tiocolchicoside è un miorilassante disponibile in formulazione orale, iniettabile e topica. Studi preclinici hanno evidenziato che uno dei metaboliti della tiocolchicoside (SL59.0955, noto anche come M2 o 3-demetiltiocolchicina) induce aneuploidia (formazione di un numero anomalo di cromosomi durante la divisione cellulare) a concentrazioni vicine a quelle osservate nell’uomo con l’assunzione della dose orale massima raccomandata di 8 mg due volte al giorno. L’aneuploidia è stata evidenziata come fattore di rischio di teratogenicità, embriofetotossicità/aborto spontaneo, compromissione della fertilità maschile e come potenziale fattore di rischio di cancro. Il rischio è maggiore con l’esposizione a lungo termine.

Allarme AIFA: mercurio e cortisone in creme sbiancanti, importate illegalmente!

0
Immagine da: www.ansa.it

Una bella bianca, liscia, morbida e vellutata: questo il sogno di molte donne che, per ottenere il risultato sperato, ricorre all’uso di creme, originali o meno, che possono nascondere pericoli per la nostra salute.

Secondo quanto denunciato da AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), infatti, molti di questi prodotti sono irregolari o contraffatti e, se usati a lungo e su parti estese del corpo, posso causare una serie di danni che non riguardano solo la pelle, come iperpigmentazione, ipertricosi o comparsa di strie cutanee simili a smagliature, ma anche l’intero organismo, per gli effetti derivanti dall’assorbimento cronico dei componenti, come per esempio diabete, ipertensione arteriosa o malfunzionamento dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene.

Fenformina: Pericoloso Farmaco per il Diabete è Stato Ritirato dal Commercio

2

La notizia è giunta direttamente dalla Gazzetta Ufficiale con comunicato dell’Aifa:

Revoca, su rinuncia, dell’autorizzazione all’immissione in commercio del medicinale per uso umano «Bidiabe». (13A08359) (GU Serie Generale n.244 del 17-10-2013)

Finalmente il farmaco che ha come principio attivo la micidiale Fenformina è stato ritirato dal commercio e la Società italiana di diabetologia fa i complimenti alla ditta Sanofi per la decisione presa, puntando sul fatto che: “a settembre i diabetologi italiani avevano attirato l’attenzione su fatto che diverse migliaia di pazienti nel nostro Paese fossero ancora in terapia con questo farmaco contenente fenformina, da sempre considerata un farmaco pericoloso e per questo sostituita praticamente in tutto il mondo con la ben più sicura metformina“.