Ambiente
Primo piano
Soluzioni Ecologiche

10 comportamenti ritenuti green che in realtà non lo sono

Di Elena Bernabè - 13 Febbraio 2013

Fortunatamente la sensibilità verso comportamenti più ecologici e sostenibili si sta pian piano diffondendo. La mentalità green appartiene sempre a più persone.

Esistono, però, comportamenti ritenuti green ma che in realtà non lo sono effettivamente. Sul sito Mother Nature Network Bryan Wilson ha creato una vera e propria lista elencando alcuni comportamenti generalmente considerati sostenibili ma che non lo sono davvero.

Vi elenchiamo quelli più significativi.

1) SUV ibrido

Chi acquista i SUV lo fa più che altro per moda o per status symbol: il loro impatto ambientale è però davvero esagerato. Per questo motivo quando l’industria automobilistica ha cominciato a produrre dei SUV ibridi gli automobilisti più ecosostenibili sono rimasti piacevolmente sorpresi: convinti di poter soddisfare il proprio desiderio di moda con quello ecologico. Se è vero che i SUV ibridi sono meno inquinanti rispetto ai SUV “standard” c’è da dire che il loro consumo equivale a quello delle auto compatte non ibride.

2) Abiti e tessili in bamboo

Il bamboo è un materiale da costruzione ecologico ma questa sua caratteristica non si applica al settore tessile. In questo ambito, infatti, le fibre di bamboo devono essere trattate con solventi chimici spesso altamente inquinanti.

3) Bovini nutriti con erba

Il bestiame che si nutre di erba produce il 20% di emissioni di metano in più rispetto a quello che si ciba di mangimi. Dal punto di vista delle emissioni meglio una dieta povera di carne o vegana.

4) Biocarburanti

Esistono fonti sostenibili di biocarburanti ed altre per niente sostenibili. E’ giusto trasformare delle risorse alimentari come il mais in combustibile? Questa è una questione ancora aperta. Inoltre la coltivazione di alcune piante utilizzate come biocarburanti è alla base di problemi di deforestazione e di scarsità d’acqua in alcune aree del mondo.

5) Soia

La soia viene largamente utilizzata da chi non mangia carne poichè è una fonte ricca di proteine. Ma è anche uno dei principali alimenti utilizzati per produrre i mangimi animali. E proprio per questo si stima che proprio la coltivazione della soia destinata agli animali da macello abbia causato la distruzione del 20% della foresta amazzonica negli ultimo 40 anni. Per di più la soia è anche uno degli alimenti maggiormente sottoposto a sperimentazioni genetiche: quando l’acquistate assicuratevi della sua provenienza e del modo in cui è stata prodotta.

6) In auto spegnere l’aria condizionata e aprire i finestrini

Spegnere l’aria condizionata in auto e abbassare i finestrini è un comportamento sostenibile solo se la velocità del veicolo è inferiore ai 70 km orari: al di sopra di questa soglia l’interferenza dell’aria sull’aerodinamica dell’auto causa un consumo di carburante uguale a quello collegato all’utilizzo dell’aria condizionata.

7) Le diciture “organico” e “biologico” sui prodotti

Attenzione a come scegliete i prodotti biologici: non bastano le diciture “organico” o “biologico” sui prodotti. E’ necessario valutare la provenienza del prodotto, l’impatto del packaging, la stagionalità del prodotto alimentare e la credibilità del produttore.

8) Compensare i propri consumi con comportamenti green “occasionali”

Essere sostenibili è un modo di vivere e non un qualcosa da fare solo ogni tanto.

9) Pellicce artificiali

Utilizzare pellicce finte salva la vita di molti animali ma non dell’ambiente: la maggior parte delle pellicce artificiali viene prodotta a partire da fibre sintetiche e derivati del petrolio.

10) Prati erbosi in ordine

Sono belli da vedere ma implicano un uso smodato di acqua e di fertilizzanti. Meglio ammirarli meno perfetti ma sicuramente più naturali e sostenibili.

Fonte: http://www.mnn.com





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)