Ci sono delle persone nel tuo albero genealogico che devi assolutamente conoscere.
Sono i tuoi bisnonni.

Figure che sentiamo solitamente tanto lontane da noi. Alcuni hanno avuto il privilegio di conoscerle, altri sanno molto poco della loro vita, in molti non conoscono nemmeno il loro nome.

E’ arrivato il momento di inoltrarvi nella loro ricerca, di conoscerli, di renderli presenze costanti nelle vostre vite per dare loro il giusto peso nel vostro albero familiare e per comprendervi di più.

Chi siamo è infatti il miscuglio di più fattori: genetici, caratteriali e familiari. Riuscire a comprendere la storia dei nostri antenati è fondamentale per capire perché in quella situazione pensiamo e ci comportiamo in quel modo, perché tendiamo a somatizzare quella parte del corpo che è una parte debole anche, per esempio, per nostra mamma e nostra nonna.

I nostri bisnonni rappresentano un po’ la radice più profonda del nostro albero familiare, quella da cui solitamente hanno origine le credenze, le abitudini, le storie più significative che contraddistinguono la nostra famiglia. Che è unica e diversa da qualsiasi altra famiglia.

Inoltrarsi alla ricerca delle vite dei nostri bisnonni vuol dire riconoscere le nostre origini, far pace con esse se rappresentano per noi un ostacolo alla nostra serenità, renderle più salde e forti.

Come un albero non potrà mai fare fiori e frutti senza avere radici robuste, così noi non potremo mai realizzarci pienamente senza sapere da dove arriviamo e cosa ci portiamo dentro dal passato.

Se quindi ti senti attratto ad andare alla ricerca dei tuoi antenati o al contrario tendi a rifiutarli, probabilmente è proprio lì il nodo da sciogliere, l’origine del tuo malessere. Non avere paura di iniziare il cammino di ricerca. Ciò che troverai ti aiuterà ad essere libero da influenze del passato.

I tuoi bisnonni custodiscono segreti, nodi da sciogliere, racconti di vita, chiavi per la comprensione.
Tutti elementi che hanno a che fare proprio con te.

Riportali alla memoria, addentrati nella loro ricerca, immedesimati nella loro epoca storica.
Tanto di quello che sei arriva proprio da lì.
Hai dentro di te i tuoi genitori, i tuoi nonni e i tuoi bisnonni.
Non puoi non risalire a loro, perderesti l’occasione di capire tante cose di te, del tuo carattere, del tuo modo di vivere la vita.

Se sei una donna probabilmente la tua bisnonna (materna o paterna o entrambe), sarà una figura cruciale nel tuo albero familiare che ti porterà a comprendere come è stata vissuta la femminilità fino a te: cerca di risalire alla sua data di nascita, all’età e al motivo della sua morte, alla sua vita in generale, al suo rapporto con il tuo bisnonno, a come ha vissuto le gravidanze e i parti, al lavoro che ha svolto, alla sua epoca storica. Diventa un vero e proprio detective e cerca di raccogliere più informazioni possibili riguardo a lei.

Allo stesso modo se sei un uomo il tuo bisnonno (paterno o materno o entrambi) ti aiuterà a comprendere come è stato vissuto il ruolo maschile fino a te ma anche le figure del padre, del lavoratore, del marito nella tua famiglia.

Tendiamo infatti a ripetere ciò che ci hanno insegnato, ciò che è sempre stato fatto, ciò che abitualmente si pensa nella nostra famiglia. E’ un vero e proprio copione che si ripete di generazione in generazione, in modo inconsapevole. Portare alla consapevolezza queste dinamiche familiari ci permette di non ripeterle in modo automatico pensando invece di agire in modo libero. Ci porta a conoscere davvero noi stessi, senza più gli automatismi familiari.

“Noi siamo meno liberi di quello che crediamo, ma noi abbiamo la possibilità di conquistare la nostra libertà e di uscire da destino ripetitivo della nostra storia familiare comprendendo i legami complessi che si sono tessuti nella nostra famiglia” (Ancelin Schutzenberger, “Sindrome degli antenati”).

Ogni volta che una persona inizia a risalire alle proprie dinamiche familiari partendo dai bisnonni è come intraprendere un vero e proprio viaggio nel tempo. E’ un rivivere la guerra, la povertà, la vita del 900, una quotidianità così lontana e diversa dalla nostra, un ritorno alle usanze popolari, ai riti. Dobbiamo intraprendere questo viaggio immedesimandoci completamente nei nostri bisnonni.

Dopo, si ritorna sempre cambiati.
Più ricchi, più consapevoli, più veri.

Dott.ssa Bernabè Elena

www.facebook.com/ElenaBernabePsicologa