Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Silenzio interiore

Tag: silenzio interiore

Quando Il Silenzio Dei Pensieri È La Risposta Al Tuo Malessere

0
fare silenzio

C’è un modo di nascondersi al mondo che consiste nel mettersi in mostra e parlare talmente tanto da riuscire a eclissarsi dietro alle parole e non dire assolutamente nulla di sé, dando l’impressione del contrario. È una tattica strategica per evitare il silenzio e l’intimità che ne consegue.

Ma accogliere il silenzio non sempre significa “tacere”: significa anche “ascoltare”, o meglio, “ascoltarsi”. Perché a furia di far rumore, si rischia di coprire il suono della propria voce interiore e dimenticarla, a volte per sempre, col rischio di soffrire ancora di più.

ascoltarsi

Il gesto dello Yoni Mudra per creare il silenzio interiore e accogliere il nuovo

0

Il silenzio interiore è il dono più bello che possiamo fare a noi stessi, alla nostra persona.
É solo attraverso il silenzio interiore che riusciamo a conoscerci veramente, a dialogare con noi stessi e a capirci.
É grazie al silenzio che riusciamo ad ascoltare.
Ascoltare i nostri pensieri, ascoltare i pensieri degli altri dentro di noi, ascoltare le loro parole, e, soprattutto, percepire i nostri stati d’animo, le nostre sensazioni.
Solo facendo esperienza del silenzio interiore possiamo percepire noi stessi: ascoltare i sussulti, i battiti del nostro cuore, i tremiti del nostro corpo.
Solo accogliendo tutto ciò che proviene da noi stessi potremo avvicinandoci alla parte più vera e profonda di noi.
Solo attraverso il silenzio interiore potremo ascoltare quello che la nostra anima ha da dirci, entrando in contatto con la nostra vera essenza.
Solo ascoltando la voce del silenzio potremo sentirci di nuovo un tutt’uno a livello fisico, emozionale, mentale e spirituale e poi un tutt’uno con l’intero Universo.

L’importanza del silenzio interiore: perché il vuoto può salvarci

0

Tempo fa una donna mi disse, “arrenditi”. Ma cos’è la resa e come può renderci la vita migliore? Purtroppo nella nostra società arrendersi ha un’accezione negativa perché le persone forti, o presunte tali, tengono duro, lottano, non si fermano davanti ad alcun ostacolo. E se invece, perlomeno a volte, fosse meglio fermarsi? Smettere di fare, pensare, combattere per lasciare che le cose vadano come devono andare? Attenzione, non si tratta di rassegnarsi a una vita triste e deludente, tutt’altro. Si tratta di accettarla a 360 gradi, assecondandone la corrente anziché risalirla.