colazione sana

Quando si parla di colazione, si parla del pasto più importante di tutta la giornata; il corpo è stato a digiuno per diverse ore e al mattino si deve risvegliare e caricare per affrontare la giornata: non c’è niente di più sbagliato che saltare la prima colazione, soprattutto per i bambini.

Quando non facciamo colazione aumentiamo la fame nervosa, la voglia di mangiucchiare durante il corso della mattinata e la trasformazione delle proteine, che vengono prelevate dal tessuto muscolare, in zuccheri per produrre energia; una colazione corretta deve apportare al nostro organismo il 20% delle calorie totali, e il dott. Franco Berrino, epidemiologo italiano ed esperto della sana e corretta alimentazione, spiega come farla correttamente.

La prima regola da seguire è quella di evitare un’iperglicemia, al mattino il corpo ha livelli di cortisolo elevati, i quali lo inducono ad uno stato di ipoglicemia, per questo è importante riequilibrare il corretto livello di zuccheri, carboidrati e sali minerali, il tutto facendo in modo che la glicemia non si alzi, e soprattutto nei bambini ciò può portare ad una scarsa concentrazione, forte stress e nervosismo.

Berrino consiglia di mangiare molta frutta che è ricca di zuccheri naturalmente e carboidrati, fette biscottate integrali, latte (il professore consiglia quello di mandorla e avena).

LEGGETE —> Latte di mandorla: ricetta per produrlo in modo semplice in casa!

Un esempio di colazione equilibrata può essere muesli con uno yogurt vegetale e un succo di frutta biologico. Frutta fresca in aggiunta a volontà. Magari inserendo una banana a giorni alterni.

Evitare cioccolate, cappuccini e brioches, biscotti e ogni altro cibo confezionato, dando più spazio a cibi freschi, naturali e biologici, e privi di zuccheri aggiunti.

colazione sana

Una buona regola quando ci si alza è di bere un bicchiere d’acqua, non fredda, con l’aggiunta di un po’ di limone, aiuta a depurare l’organismo e a prepararlo per assumere gli elementi nutritivi necessari.

LEGGETE —> Acqua e limone: ecco tutti i benefici di questa bibita disintossicante!

Evitare di bere il caffè soprattutto a stomaco vuoto perchè a lungo andare può provocare un’ipersecrezione gastrica con la comparsa di problemi all’apparato digerente come gastriti e reflusso esofageo.

Valeria Bonora