sabato, febbraio 16, 2019
Home Tags Sofferenza

Tag: sofferenza

Accettare La Malattia Di Un Figlio: 10 Passi Verso La Speranza

0

Quando un genitore si raffigura la paura, la maggior parte delle volte vi dirà che ha a che fare con il figlio. Con qualcosa che può capitare ai suoi bambini. La morte, la malattia spaventano tantissimo. Rifiutiamo l’idea che un figlio possa essere malato o addirittura morire prima di noi. È innaturale e non può essere una reale possibilità se ci pensiamo con il cuore. La mente però sa bene che questo può succedere e tenta di nascondersi dietro alla paura.
Quando ti dicono che tuo figlio è malato, subito la tua mente pensa: si stanno sbagliando. Non può essere così .
Si succedono momenti di analisi, di rifiuto, di rabbia, di crisi profonda. Poi la vita ti spinge a reagire, ad andare avanti. E tu pensi solo a come.

Ciò Che Ti Ferisce Ti Sta Aiutando A Guarire

0

Nel bel mezzo di una discussione, può capitare che all’improvviso ci si senta punti sul vivo da alcune parole che, a dire il vero, non c’entrano nulla con noi; perché? Il motivo di tale reazione ingiustificata sta nel fatto che è stato toccato un nostro punto dolente e una vecchia ferita si è risvegliata di prepotenza, facendoci reagire in modo violento.

Si tratta di una reazione inconscia: al dolore, rispondiamo con la rabbia, e nei peggiori dei casi incolpiamo gli altri senza motivo; tuttavia questa reazione, obiettivamente esagerata, ci dà l’occasione di osservarci con più attenzione e di capire cosa di preciso è scattato in noi per spingerci a mostrare le zanne.

Auto-Inganno: Perché Finiamo Per Credere Alle Nostre Bugie?

0

Le bugie hanno una funzione sociale. Ci permettono di sottrarci allo sguardo inquisitore, al giudizio e al rifiuto degli altri. Si usa la menzogna come maschera per uniformarsi al gruppo o per creare alcune dinamiche a nostro vantaggio: per esacerbare le nostre qualità o per nascondere le nostre mancanze.

non augurare del male

Capita di creare così tante maschere da non sapere più quale ruolo giocare e con chi; capita di inventarsi così tante storie da non sapere più fare la differenza tra realtà e finzione. Finiamo allora per perderci in mezzo alle nostre menzogne e a crederci talmente tanto che diventano la nostra realtà: si chiama auto-inganno il fatto di credere nelle proprie bugie e farle diventare verità, se non per gli altri, almeno per noi stessi.

Perché abbiamo l’Abitudine di Soffrire in Silenzio?

0
soffrire in silenzio

Ci sono diversi tipi di carattere ma indipendentemente da quello che ognuno esterna c’è sempre la tendenza a non esternare il proprio dolore che può essere fisico o mentale, normalmente tendiamo a chiuderci in noi stessi, a soffrire in silenzio, nella mente, celando quello che stiamo realmente passando e provando a chi ci sta intorno.

E’ una scelta che fa la maggior parte di noi, forse per dimostrare al mondo quanto siamo forti, ma arriva un momento in cui il dolore che proviamo dentro inizia a crepare il guscio esteriore e a romperci in mille pezzi. Quante volte alla domanda “cos’hai?” avete risposto “niente, va tutto bene“, celando quel qualcosa che vi torce le budella, che vi lacera dal di dentro.

La Storia di Nadia: l’Angelo che ha Amato il Piccolo Mario

0

Inutile raccontare di Mario, la storia è angosciante, abbandonato alla nascita dai genitori che hanno avuto paura, non hanno voluto il calvario di una vita difficile con un figlio malato.

Mario nacque insieme alla sorellina, che morì subito, il 16 Giugno del 2011, ma non voglio parlarvi della sua sofferenza, del suo calvario.

La storia di Mario sarebbe finita velocemente, un grave handicap, un sacco di operazioni mai un abbraccio.

Ma quella che voglio raccontarvi è la storia di un angelo, quella di Nadia, la mamma che ha scelto Mario che gli ha regalato amore, e gli ha fatto sentire la vita seppur breve.