venerdì, dicembre 14, 2018
Home Tags Felicità

Tag: felicità

10 Cose Da Fare (da adesso) Per Migliorare La Tua Vita

0

La felicità è fatta di piccole cose, di cose semplici e non di grandi atti rivoluzionari: non dobbiamo aspettare di essere ricchi, di cambiare paese, di avere il lavoro dei nostri sogni, di incontrare l’anima gemella, per migliorare la nostra vita. La felicità è difatti una nostra conquista, una nostra responsabilità: non ci cade dal cielo, siamo noi a costruirla giorno dopo giorno.

In realtà, bastano poche cose per raggiungerla. Ecco a te 10 cose che puoi fare per migliorare la tua vita, già da ora.

Il Tao del disordinato: il manuale che riconosce nel disordine la chiave verso la felicità

0
disordine-caos
Se l’ordine è la parte razionale che ha bisogno di rendere la vita coerente, il disordine, più emotivo e spirituale, fluisce con essa, senza bisogno di imbrigliarla. L’ordine crea, il disordine trasforma, l’ordine fissa, il disordine favorisce la metamorfosi. Chi è migliore? Nessuno dei due, non è una gara, la vita si nutre di entrambi.
disordine
Neo-paladina del disordine è Marcella Danon, giornalista, psicologa e direttrice della Scuola di Ecopsicologia Ecopsiché, convinta che il troppo ordine, anche in casa, sia tossico e deleterio. Perché fondamentalmente basato sul dovere, sull’imposizione, sulla ragione. Il disordine dal canto suo rappresenta invece l’eros, dice la Danon, l’impulso che muove e trasforma tutto. Da non intendere nell’accezione sessuale, ma erotica, molto più ampia.
Ne parla nel suo libro, “Il Tao del disordinato”, in cui sdogana tanti luoghi comuni sull’ordine rivalutando il disordine. Per la Danon quest’ultimo è un ordine più profondo, non programmabile, non programmato, non definito nè predefinito. Esattamente come la vita, altrettanto imprevedibile nonostante i vacui tentativi umani di tenerla sotto controllo.
Ma la Danon si spinge oltre, sostenendo che il disordine sia anche il mezzo per raggiungere la felicità, perché una persona che lo rifiuta, non può definirsi realmente serena. Gioiscano i disordinati e per gli altri, il consiglio dell’autrice è di abituarsi a pensare fuori dagli schemi, accettando una nuova bellezza, libera da costrizioni, canoni, imposizioni. Per fluire con “il Tao della vita” il disordine è indispensabile, aggiunge, ma nelle giusti dosi.
Un manuale controcorrente rispetto a best seller come “Il magico potere del riordino“, adatto a chi vuole valorizzare il proprio disordine anziché estinguerlo gettandolo nella spazzatura.
tao-del-disordinato
ACQUISTA IL LIBRO —> https://amzn.to/2HGZ1Pe
La vera sfida però è trovare il giusto equilibrio tra una forza e l’altra, una sintesi che permetta di vivere in modo armonico, alternando ordine e disordine, a seconda dei momenti e delle fasi esistenziali. Come fare?
Secondo “Il Tao del disordine” bisogna innanzitutto capire chi predomina nella propria vita e in che ambiti, quindi lasciarsi contaminare dalla forza opposta. Nella professione siete eccessivamente organizzati? Evitate se possibile di programmare tutto, lasciatevi condurre dall’intuizione di tanto in tanto. Nella vita privata è il caos a predominare? Cercate di chiarirvi le idee, razionalizzare la situazione e agire di conseguenza.
tao-del-disordinato-libro
In pillole il libro della Damon elogia il disordine per i seguenti motivi:
– Perché prepara al cambiamento e lo favorisce
– Perché è meno giudicante e più flessibile
– Perché allena il pensiero laterale
– Perché mantiene attivo il cervello
– Perché è alleato della creatività
– Perché è alleato dell’intuizione e trova risposte alle domande più difficili per via inaspettate
– Perché aiuta ad accettarsi e ad accettare con maggiore disinvoltura gli errori
– Perché rende la vita più interessante e sorprendente
– Perché senza disordine non c’è ordine e senza ordine e non c’è disordine, insomma questione di equilibri
– Perché è imprevedibile come la vita e pertanto indispensabile per essere felici

I bambini ribelli sono bambini sani e felici

0

Quante volte vi capita di pensare o addirittura dire “Ma questo bambino non sta fermo un attimo?“, sono sicura che vi sia capitato… o almeno lo spero perché i bambini vivaci, i bambini ribelli, sono bambini sani, attivi e felici; purtroppo però nella società moderna si pensa che un bambino iperattivo abbia qualche problema e si arriva anche a stabilire un deficit dell’attenzione.

bambini ribelli
Image Ryan McGuire.

Allora partiamo dal presupposto che un deficit di attenzione nei bambini per me è una cosa assolutamente normale, è assurdo pretendere che i bambini si comportino da adulti e riescano a stare attenti per più di un’ora ad una lezione, magari neppure troppo stimolante, è vero che c’è qualche bambino che ha forse un’iperattività più sviluppata di altri ma leggiamo quelle che sono le definizioni del deficit dell’attenzione:

35 Modi per Essere Felici

0
Essere Felici

Cos’è la felicità? Eh si, prima di essere felici bisogna capire cos’è la felicità, proprio come asseriva Jean-Jacques Rousseau“Tutti gli esseri umani vogliono essere felici; peraltro, per poter raggiungere una tale condizione, bisogna cominciare col capire che cosa si intende per felicità”.

Essere Felici

Essere Felici per Igor Sibaldi non vuol dire accontentarsi ma avere il coraggio di cambiare

0

Sentiamo continuamente parlare di felicità ma qual è il significato autentico di questa parola? Felicità è sinonimo di contentezza? Secondo lo studioso Igor Sibaldi i due termini non hanno nulla a che vedere l’uno con l’altro sebbene vengano spesso utilizzati come sinonimi. La contentezza presuppone un accontentarsi e, quindi, il rimanere contenuti, soddisfatti di ciò che si è già. Un po’ come quando si dice,  “accettati come sei o accettati per quello che sei“, affermazione oggi molto in voga, che forse andrebbe messa in discussione.

La Ghiandola Timo: Perché è Così Importante per l’Energia Vitale

0
ghiandola Timo

La leggenda narra che Galeno chiamò Timo la ghiandola che si trova nella parte alta del torace perché gli ricordava un mazzetto di timo, e pare che il nome della pianta derivi dal fatto che veniva spesso bruciata per innalzare il fumo purificatorio verso gli dei, non a caso la parola Thymos pare abbia origini indo europee, infatti ai tempi di Socrate e Platone si pensava derivasse da dheu che significa fumare, alzarsi in una nuvola.

Il tutto sembra collegato perché la ghiandola Timo è quella che regola l’entusiasmo giovanile, la fantasia, lo scherzo, l’allegria e pare che crescendo questa ghiandola tenda all’atrofia a causa delle responsabilità che soffocano l’entusiasmo.

Imparare ad Ignorare per Essere Felici

0
imparare ad ignorare

Felicità e tristezza, gioia e sofferenza, tranquillità e frustrazione sono tutte facce della stessa medaglia e in questo caso la medaglia in questione è quella dei rapporti interpersonali, quelli che si instaurano ogni giorno con le persone che ci stanno intorno, amici, parenti, colleghi o anche semplici conoscenti.

Quando veniamo a contatto con un’altra persona è impossibile non venire a contatto con entrambe le facce della medaglia ma sta a noi cercare di intraprendere una relazione solo con la parte che ci fa stare bene, cercando di ignorare la parte negativa, quella che è in grado di regalare solo insoddisfazione e infelicità.

Mindfulness: il Segreto per la Felicità

0
Mindfulness

Jon Kabat-Zinn, biologo e scrittore statunitense, professore emerito di medicina e fondatore della Stress Reduction Clinic e del Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society presso la University of Massachusetts Medical School spiega il significato della parola Mindfulness:

“Significa prestare attenzione, ma in un modo particolare: a) con intenzione, b) al momento presente, c) in modo non giudicante”.

Kabat-Zinn era convinto che la pratica della meditazione potesse trasformare in modo duraturo l’esperienza individuale della sofferenza e dello stress, in strategie orientate alla risoluzione dei problemi.

Mindfulness

Letteralmente Mindfulness è la traduzione di “sati” che in lingua pali, il linguaggio utilizzato dal Buddha per i suoi insegnamenti, significa essenzialmente consapevolezza, attenzione, attenzione sollecita.

Amico Mio Tu Sei in Grado di Regalare Felicità

0
Regalare Felicità

❝Tutti gli esseri umani vogliono essere felici; peraltro, per poter raggiungere una tale condizione, bisogna cominciare col capire che cosa si intende per felicità.❞
~ Jean-Jacques Rousseau

E’ vero per essere felici non basta crederci bisogna fare un’attenta analisi per capire veramente cosa significa la felicità, non solo, ci sono persone che la felicità riescono anche a donarla agli altri e sono proprio queste quelle di cui bisognerebbe circondarsi.

Regalare Felicità

Felicità: cos’è e come si raggiunge

0
Felicità

Cos’è la felicità? Il dizionario la descrive come “il sentimento di chi è felice”, “stato di beatitudine“. Ma le risposte non sono univoche perché il concetto sfugge alle definizioni cambiando a seconda del contesto culturale, degli individui, delle epoche. Oggigiorno gira voce sia sinonimo di benessere, condizione in cui prevalgono serenità, fiducia in se stessi, capacità di affrontare la vita con spirito positivo. In effetti le emozioni positive sono l’elemento portante della società votata al benessere.