Sei in La Frutta: Regina della Cucina

La Frutta fa Ingrassare?

“Da agosto 2012 a gennaio 2013 sono a meno 25 kg con una dieta vegana. Tanta frutta (soprattutto banane), verdura, frutta secca e legumi. Il tutto possibilmente crudo. Anche la lieve iperglicemia che avevo si è normalizzata portandomi un valore normale.” ERIKA M.

Dal 2016, il colosso americano Weight Watchers – regina nel campo delle diete dimagranti – ha deciso di assegnare ZERO PUNTI alla frutta fresca.
Chi segue il loro metodo può  mangiarne quanta ne vuole ora, in teoria. Basta solo non sia essiccata, sciroppata o con zuccheri aggiunti.

Sagre di Primavera: Tutte Della Frutta

Viviamo nella nazione migliore del mondo… quando si parla di frutta perlomeno, e non è cosa da poco.
Dalle città più grandi ai paesini di campagna, da marzo a novembre non passa una settimana senza una sagra della frutta nel nostro Bel Paese.

In alcuni casi, si sono fatte di queste feste dei veri capolavori artistici che vengono anche dall’estero a rimirare:  fontane ricoperte d’uva e da cui fuoriesce del vino al posto dell’acqua;  tinozze di legno giganti strabordanti di grappoli d’uva nera, carri allegorici che passano per borghi medievali, piccole sagre di frutti antichi in paeselli sperduti con 70 anime…

Frutta, Fibre e Pancia Gonfia: è vero che il Cibo Crudo fa Gonfiare?

C’è chi giura con fare categorico che prima o poi, se la nostra alimentazione è ricca di cibi crudi, ci verrà nel tempo sempre più gonfiore addominale e lieviteremo.
Ne parlano come di una conseguenza CERTA, inevitabile.
Hanno davvero la pancia perennemente gonfia  i fruttariani?
Potrei partire dicendo che non è affatto il mio caso, ma una rondine non fa primavera.
Proviamo a vedere…

BATTERI FAMELICI 

Diabete di tipo 2 e Frutta: Quale Mangiare per Prevenirlo?

“Mirtillo, mirtillo delle mie brame: sei sempre tu il frutto più benefico del reame?”

  1. Recensione sistematica sul diabete di tipo2 e la frutta. Di tutti e 23 gli studi sull’argomento si evince che chi consumava più frutta in totale aveva avuto negli anni un rischio inferiore di contrarre diabete 2, rispetto a chi ne consumava di meno (Wang 2016).
    E fin qui, visti i dati precedenti, nessuna meraviglia.
    Quali sembrano essere i frutti più benefici di tutti?
    Mirtilli sul podio
    , con un 25% in meno di rischio tra chi più ne consumava. Niente male neanche le verdure a foglia verde, ma i mirtilli non si battono.

Diabete: Frutta e Grassi NON Vanno d’Accordo

E’ ormai accettato che la resistenza all’insulina sia fortemente associata all’accumulo di grasso all’interno delle cellule dei muscoli”    Dr. Michael Greger

IL RUOLO DEI GRASSI NEL DIABETE 2

Nel capitolo precedente abbiamo visto quanto sia utile la frutta per prevenire il diabete di tipo 2.
Restava però da capire come mai alte porzioni di frutta in effetti sembrano benefiche solo per alcune persone.
Fino a pochi anni fa l’establishment medico si è concentrato sui sintomi del diabete, ignorandone la causa. Ci si è concentrati sugli zuccheri, ignorando i grassi.
Eppure sappiamo che l’obesità è uno dei maggiori fattori di rischio di diabete e, come già visto nel libro La Salute di Eva, il consumo di carne, soprattutto di insaccati, è associato a un aumento del rischio di svilupparlo (Aune 2009)  e anche le uova non sono affatto innocenti (Djoussè 2009, Liese 2009).
Perché allora si continua a dire che sono gli zuccheri la CAUSA del diabete?

Prevenzione Del Diabete – La Frutta è Pericolosa o No?

Sappiamo che chi  ha già il diabete deve stare attento alla frutta, e per ora diamo pure per scontato sia vero.
Se uno il diabete non ce l’ha però, quanto è importante la frutta per prevenirlo? E quanta frutta in caso?
Cosa avevano in comune le persone testate per decenni negli studi scientifici e che non hanno sviluppato il diabete? Secondo voi mangiavano più o meno frutta degli altri?

Partiamo in quarta sentendo l’autorevole opinione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Pasti di sola frutta: un’idea squilibrata?

Se ci trovassimo smarriti in un frutteto, potremmo vivere per giorni di frutta e idratarci con la sua acqua.  Se ci trovassimo smarriti in un campo di grano, moriremmo di fame e di sete nel giro di poco tempo”.              Douglas Graham, fruttariano, autore del libro “The 80/10/10 Diet”

IN FRUTTA VERITAS – La Frutta è meglio mangiarla con o senza fibre?

Come è meglio consumare la frutta?   Intera, frullata, centrifugata, estratta o in succo? Con o senza fibre?
Non c’è gara: meglio come Mamma natura l’ha fatta.


Eppure frullati ed estratti sono una fonte di vitamine e antiossidanti, sono un modo per aumentare le porzioni di frutta, sono veloci da digerire, comodi per anziani, bambini e sportivi, suppliscono le voglie di dessert durante una dieta, sono ottimi nella transizione a un’alimentazione vegana, e poi l’assorbimento di alcuni nutrienti viene potenziato dalla spremitura e vedremo che sono molti utili anche contro la demenza senile.
Insomma, sempre meglio bersi la frutta che non bevande gassate, alcoliche o stimolanti!” ha osservato la mia vicina di casa, sorseggiandosi un succo alle pesche zuccherato e non volendo sentir critiche.

IN FRUTTA VERITAS – Il Fruttosio fa Davvero Male?

Consumare cibi che contengono grandi quantità di fruttosio è, per dirla con schiettezza, il modo più veloce per rovinarvi la salute”, Dottor Mercola.


Settembre 2016.   Analisi del sangue.
Dopo un agosto passato a divorare grappoli d’uva, angurie e fichi freschi a go-go, e dopo almeno cinque anni a mangiare solo frutta a colazione e pranzo, tranne raramente, la mia glicemia a digiuno era 79 mg/dL  (il range di laboratorio era 60 – 100),  non c’era  traccia di glucosio nelle urine ma soprattutto,  l’insulina era solo 4,3 microU/ml (e i valori andavano da 2,0 a 25,0).

IN FRUTTA VERITAS – Acqua della frutta: un’ondata di energia

Qual è la cosa più difficile di tutte?  Vedere con gli occhi ciò che davanti agli occhi sta” ~ Goethe

Si abbuffano davvero di zuccheri i fruttariani?
A voler far bene i conti, dovremmo dire che si abbuffano di litri e litri di  dolcissima ACQUA. É questo infatti  “l’ingrediente” numero uno della frutta fresca.
I quantitativi di zucchero aumentano molto solo quando si parla di frutta essiccata o manipolata dall’uomo.  Persino la frutta disidratata però non è completamente priva di acqua:
100 g di fichi secchi ne contengono 30 g.
100 g di datteri deglet, circa 20 g.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655