Sei in Rubriche

La Rabbia è un campanello d’allarme: ecco l’esercizio che ci aiuta a lasciarla andare

Una volta un mio maestro per “parlarmi della rabbia” mi mise una penna in mano e mi chiese:

“Puoi sentire dove finisce la tua mano e dove inizia la penna?”

Risposi di sì, così continuò:

“Ora immagina di essere arrabbiata, cosa succede alla tua mano?”

Iniziai a stringere forte la penna.

“Vedi? Se fai così sembra che tu e la penna siate un tutt’uno, al punto da sembrare impossibile lasciarla andare. Ora prova invece a farla scorrere sulla mano. Puoi lasciarla andare così?”

Quell’esempio fu illuminante per me!

Libera il tuo bacino per creare spazio nella tua vita!

Per il mio compleanno ho ricevuto un regalo bellissimo: una tazza con la scritta: “I’m a yoga teacher, what’s your super power?” (Io sono un’insegnante di yoga, qualé il tuo superpotere?)

A volte penso davvero che conoscere tante tecniche dello yoga equivalga ad avere un super potere, soprattutto quando gli esercizi che propongo cambiano la qualità della vita a molti dei miei allievi.
Per esempio è capitato con l’esercizio delle “oscillazioni pelviche” che viene dallo yogaterapia.
In quel periodo seguivo una compagnia di danza semiprofessionale.

Inserimento del bambino: consigli Montessori per viverlo al meglio!

Oggi vi parlerò di un tema che mette in crisi tantissime mamme. Cari papà, non è discriminazione, credetemi, ma appena vi svelerò la questione in atto mi darete ragione.

L’INSERIMENTO. Inserimento del bambino/a, che sia al nido, alla materna o addirittura alle elementari (anche se non esiste inserimento), è un problema dalle dimensioni cosmiche e credetemi, ci sono passata.
Innanzitutto è nata una distinzione negli ultimi anni: inserimento o ambientamento?
Tanti concordano con la parola ambientamento, poichè significa che il bambino debba far suo l’ambiente, in modo graduale.
Io sono più per entrambe. Perchè se è vero che il bambino debba “ambientarsi”, è anche vero che debba essere “inserito” in un gruppo già preesistente o che si sta formando.

Le Meraviglie della Cappadocia: i luoghi da non perdere

La Cappadocia è una regione della Turchia conosciuta per i suoi paesaggi da fiaba. Situata nella regione dell’Anatolia centrale, a 1.100 metri di quota, si caratterizza per la presenza di canyon, pinnacoli, villaggi rupestri dalle tonalità cangianti. Il clima è freddo in inverno mentre in estate la temperatura è compresa solitamente fra i 22 e i 29 gradi.

I meravigliosi Camini delle Fate

La Respirazione della Monetina per far cessare il Mal di Testa

Avete mai sofferto di emicranie da tensione?
Quelle scatenate dalla contrazione del muscolo frontale?
Sembra di avere la testa schiacciata in una morsa e il dolore é costante e insopportabile.
Io non ne soffro più da quando ho scoperto la “respirazione della monetina”.
All’inizio può sembrare complicata, ma una volta memorizzato lo schema é più facile di quello che sembra.
Sicuramente é impensabile eseguirla leggendo le istruzioni per la prima volta con il mal di testa in atto.
Per questo vi consiglio di praticarla preventivamente in modo da conoscerla e padroneggiarla nel momento del bisogno.

Ecco cosa vi serve

Quando muoiono i genitori un pezzo in più di te è dall’altra parte del filo

Una delle più grandi paure comune agli esseri umani è la morte. Se si tratta poi della morte dei propri genitori è addirittura devastante. Coloro che sono per noi amore, protezione, donatori di fiducia illimitata, vengono a mancare e il nostro mondo interiore crolla in un istante. Se vissuto nell’infanzia, un dolore del genere è in grado di modificarci addirittura geneticamente, pensate alla potenza distruttiva che può avere. E’ un vuoto che si insinua nell’inconscio e ci porta a pensieri di solitudine profonda, di colpa, di inadeguatezza.

La Danza Kaoshikii come antidoto a 22 malattie: ecco come si fa!

C’è una danza indiana a cui sono particolarmente legata.
L’ho imparata ad un seminario di yoga per bambini tenuto da Didi Ananda Paramita e l’ho insegnata a tanti bimbi e alle loro mamme.
È la danza Kaoshikii, creata da Shri Shri Anandamurti nel 1978.

Come aiutare i bambini a costruirsi una personalità sana: la “normalizzazione” per Maria Montessori

In un mio precedente articolo (Il magico potere dell’attesa secondo Maria Montessori) vi accennai il concetto di “normalizzazione”. Oggi voglio dedicare l’intero articolo alla spiegazione di questo importantissimo processo.

OM, sillaba sacra e magica: ecco perché ripeterla più volte al giorno

Ognuno di noi ha un cuore che batte in modo unico e irripetibile.
Mi piace pensare che ogni battito sia una canzone con una musica e delle parole ben precise.
Quando siamo piccoli conosciamo benissimo la melodia del nostro cuore e ci divertiamo a cantarla a squarciagola.
Crescendo capita invece di dimenticarla, di stonarla o di snaturarla, cambiandone le parole o la melodia, credendo, in quel modo, di far felici e di meritare l’approvazione, il rispetto e l’amore delle persone a cui teniamo di più.
Per farlo usiamo la mente e non il cuore, affidandoci alla parte più razionale di noi.
Ritrovandoci a cantare canzoni anche bellissime, ma non nostre però, ci sentiamo tristi e insoddisfatti.
Ma è proprio la nostalgia della nostra essenza, della musica e delle parole della nostra canzone, che ci permette di diventare ciò che siamo nati per essere.

Sequenza dei Dodici Gesti della Pace (Shanti mudrá)

Al nido dove lavoro uso spesso il suono “shhh” per calmare e addormentare i miei bambini.                          É un suono primordiale che ogni madre usa per consolare e confortare il proprio figlio ed é comune a tutte le lingue. Il suono “shhh” é rassicurante: rilassa i sensi e calma il sistema nervoso.                     Questo sussurro di silenzio evoca un soffio vitale, rimanda al suono del mare.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655