Sei in Rassegna Etica

Pesci: le Caratteristiche del Segno Zodiacale

I Pesci sono l’ultimo segno zodiacale, governato da Nettuno. Il loro elemento è l’acqua e il colore associato il verde. Compiono gli anni nel periodo compreso tra il 19 febbraio e il 20 marzo. In quanto ultimo segno dello Zodiaco hanno un ruolo peculiare, fra cui il compito di portare disordine, preparando il terreno a un nuovo ciclo.

Il Caos che precede il Cosmos.

Come l’acqua di un fiume possono risultare limpidi o torbidi, a seconda del momento, e anche la natura di questo periodo dell’anno lo conferma alternando gelo ai primi delicati raggi di sole che lasciano intravedere l’arrivo della bella stagione.

La Disobbedienza Secondo Igor Sibaldi: Perché i Problemi sono Utilissimi

Esiste il principio di causa effetto? Nella nostra società è una verità indiscutibile. Ma secondo Igor Sibaldi se imparassimo a sostituire l’idea di causa con l’idea di scopo, la nostra realtà cambierebbe radicalmente. Un atto di disobbedienza che richiede coraggio.

Cosa significa? Pensiamo a una malattia: nell’impostazione basata sul principio di causa-effetto il medico cerca le cause della malattia nel passato del paziente. Rimpiazzando la causa con lo scopo il medico si preoccuperebbe di indagare il suo atteggiamento verso il futuro. Le domande cambierebbero radicalmente: non più “qual è la causa” ma “perché l’hai voluto?”, “perché vuoi guarire?”. Questo ribaltamento di prospettiva rende l’individuo protagonista della propria vita, non più spettatore passivo né vittima del passato.

Alike: Un Cortometraggio per Riflettere sulla Vita

E’ diretto da Daniel Martinez Lara e Rafa Cano Méndez lo splendido cortometraggio che ha vinto ben 120 premi tra cui il premio Goya come Miglior corto animato del 2016, intitolato “Alike” che mostra la vita quotidiana di un padre, Copi, ed un figlio, Paste, che rispettivamente vanno a lavorare e a scuola ogni giorno come tutti. [Si noti il nome del padre e del figlio che messi insieme fanno Copi and Paste cioè copia e incolla!!].

Alike

Stare Bene con Se Stessi: Ecco Come Fare

Cosa significa stare bene con se stessi? Alcuni esperti consigliano di circondarsi di buoni amici, altri di ritagliarsi del tempo solo per sè o imparare nuove lingue. Smettere di colpevolizzarsi. Pensare positivo. Vedere il bicchiere mezzo pieno. Ma stare bene con se stessi, secondo me, va oltre tutto questo. E non può dipendere da formule preconfezionate perché siamo individui unici e irripetibili.

Conosco persone profondamente innamorate della vita che trascorrono gran parte del proprio tempo in solitudine. Non sono misantropi. Semplicemente rispettano la propria inclinazione infischiandosene di ciò che è giusto o sbagliato secondo la società.

Cos’è l’Affinità di Coppia e Come Vivere Bene l’Amore

Amori karmici. Anime gemelle. Fiamme Gemelle. C’è di tutto e di più. E puntualmente la psicologia si confonde con la spiritualità. Mi piace pensare che esistano spiriti predestinati, altri uniti da una profonda affinità. Tuttavia mi rendo conto che la New Age ha semplificato eccessivamente le cose confondendo i piani. Si fa a gara a chi trova la famosa anima gemella, la fiamma, l’uomo del destino. E tutti ne danno definizioni diverse affermando di sapere precisamente di che si tratta. Lo sanno davvero?

Parco dei Paduli, Dove si Dorme nei Nidi sotto le Stelle

C’era una volta un terreno tutto piantato a olivi, vasto e florido che ti  smarrivi solo a guardarlo perché si estendeva da dove sorge il sole fin dove tramonta, da levante a ponente, da Sanarica verso Ruffano e da Maglie a San Cassiano, da dove scende la tramontana a dove sale lo scirocco, dall’Altitalia all’Africa…

Così comincia la storia de “La Malèrba dei Paduli” una delle tante storie racchiuse in questo luogo magico, ricco di natura nel Salento, dove dormire sotto le stelle non è un sogno ma realtà.

Parco dei Paduli

Il Linguaggio Giusto per Educare i Bambini

E’ quasi scontato affermare l’importanza di un linguaggio affettuoso con i bambini perché siamo tutti consapevoli di quanto le parole possano far male. Tuttavia le abitudini sono dure a morire. Quante volte ci sarà capitato di riprendere i nostri figli con frasi spiacevoli: “non capisci niente, “sei imbranato”, “sei un disastro”. Affermazioni pronunciate per rabbia, istintivamente, magari seguite da ripensamenti e scuse.

Quando frasi simili vengono ripetute nel tempo rischiano di etichettare il bambino che penserà di essere proprio così. Stupido. Imbranato. Incapace. Lo sottolineano ormai molti psicologi ma non è necessario essere degli esperti per rendersene conto.

Felicità: cos’è e come si raggiunge

Cos’è la felicità? Il dizionario la descrive come “il sentimento di chi è felice”, “stato di beatitudine“. Ma le risposte non sono univoche perché il concetto sfugge alle definizioni cambiando a seconda del contesto culturale, degli individui, delle epoche. Oggigiorno gira voce sia sinonimo di benessere, condizione in cui prevalgono serenità, fiducia in se stessi, capacità di affrontare la vita con spirito positivo. In effetti le emozioni positive sono l’elemento portante della società votata al benessere.

Pulire la Propria Classe a Scuola un Metodo per Responsabilizzare i Bambini

Sarebbe bello se nelle scuole i bambini imparassero ad essere più responsabili verso la comunità e per farlo c’è un “metodo” davvero simpatico quello di riordinare e pulire la propria classe.

Ad inizio settimana si assegnano i compiti agli alunni, ci sarà l’aiutante della maestra che distribuirà i quaderni, pulirà la lavagna e aiuterà la maestra in tutti i compiti da svolgere; poi è la volta dell’addetto alla carta riciclata che dovrà svuotare il cestino e riportarlo al suo posto; poi c’è il ruolo del controllo corridoio, che si deve occupare di controllare che le giacche, gli zainetti e le pantofole siano sempre in ordine e non sparsi in giro; c’è chi riordina la libreria o gli armadietti dei quaderni, chi ha il compito di sistemare le sedie… e poi tutti insieme poi si occupano di ripulire la classe a fine lezione, raccogliendo penne, matite e gomme cadute in terra e passando la scopa prima di uscire…

Detti Popolari e Superstizioni: Cosa c’è di Vero?

Il gatto nero porta sfortuna… 13 e 17 sono numeri sfortunati.

Starnutire porta fortuna… Tossire no.

Da che mondo è mondo il folklore sforna detti popolari e superstizioni il cui significato sfugge alla logica. Oggigiorno li si taccia per assurdità nate dall’ignoranza. Tuttavia suscitano ancora emozioni contrastanti.

E se fossero veri, ci si chiede fra sé e sé quasi vergognandosi di una tale supposizione?

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655